Connect with us

Reportage Esclusivi

REBEL SALUTE 2021– RECENSIONE ESCLUSIVA E VIDEO – Sab16 Gen

Published

on

REBEL SALUTE 2021 – IN STREAMING DATE,ORARIO E LINE UP

Essendo un festival Rasta l’apertura del Rebel Salute è sempre dedicata alla musica spirituale e se non è  un Nyahbinghi come nella prima serata allora è Gospel

Questa seconda nottata si divide in segmenti diversi rispetto al venerdì :

GOSPEL

Le esibizioni  di  Omari, Marion Hall aka Lady Saw, Glacia Robinson, Lieutenant Stitchie, Jermaine Edwards.   

STAPLES

Con Luciano, veterano del festival di Tony Rebel,  sempre in grado di illuminare la massive, The Abyssinians in varie apparizioni storiche con alcuni membri gii scomparsi , poi è il turno di Louis Culture e dopo ancora  Queen Ifrica, che riserva sempre una sorpresa. In questo caso la parrucca con i dread grigi.

Nelle edizioni più recenti Il Rebel Salute ha pian piano accolto la musica reggae africana

JAMAICAN-AFRICAN CONNECTION

Treesha, Nkulee Dube, in particolare il concerto di Bobi Wine che rimarrà nella storia. Il cantante si è lanciato nella politica per contrastare il presidente dell’Uganda un vero dittatore. Bobi è stato arrestato più volte e nei recenti comizi è stato  attaccato dall’esercito che a causato la morte di 2 persone In questo momento è ai domiciliari e sembra aver perso le elezioni ma sono stati denunciati evidenti brogli elettorali di Museveni che sembra ancora capace di fare il bello e cattivo tempo.

Nella memoria c’è anche l’esibizione Patoranking con la sua hit “My Woman  My Everything” ed il clash tra Black Scorpio e Dynamic Sound Systems capace di ridimensionare lo storico produttore jamaicano.

VENDORS

Una beve introduzione per i vendor che propongono solo Ital Food, niente alcol solo verdura, frutta  e pesce come nella tradizione rasta.In questo modo si apprezzano meglio le vibes.

MOMENT OF FIRE 

 è invece la session dedicata ai momenti esplosivi nella storia del Rebel Salute.

Apre I Wane nel 2005 e 2013, Chuck Fender durante la sua prima edizione e Richie Spice nel 2018. Non può mancare Anthony B che ha chiuso più volte lo stage in mattina inoltrata

Ma il reperto fantastico e quello di Sizzla nel 2004 nell’arena del Kaiser Sports Club. Allora non erano due giorni ma una one night. Nel filmato si vede parte della protesta che  insieme a Capleton e una 50 di bobo dread. Salìrono sul palco contro l’allora legge sulla ganja.Un momento indimenticabile che abbiamo vissuto con attimi di paura e tensione per l’impressionante folla sul palco e l’energia incredibile.

Segue Capleton nel 2012 a chiudere con il fuoco le session amarcord dei migliori momenti del Rebel Salute

 

LIVES

Iniziano i Live, sono le 7 della mattina in Italia dopo 5 ore circa di streaming con Imeru Tafari e Tony Rebel che chiude con la sua supe rhit  “If Jah ”

Nessuna grande sorpresa live, nonostante tutto i filmati sono state capaci di riportare indietro nel tempo con tutte le sfide e soprattutto i momenti eclatanti che questo festival sa regalare.

 

Ci Rivedremo nel 2022 sperando che si svolga in presenza della sua massive e di quella internazionale sempre più consistente.

 

 

 

 

REBEL SALUTE 2021– RECENSIONE ESCLUSIVA E VIDEO – Ven 15 Gen

Advertisement

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *