Connect with us

Magazine

10 CURIOSITÀ SULLA LEGGENDA BUNNY WAILER

Published

on

10 CURIOSITÀ SULLA LEGGENDA BUNNY WAILER

Leggendo quest’articolo vi farete un idea ancor di più precisa su Bunny Wailer. Non è stato solo un semplice cantante ma un Rasta impegnato, con un peso ed un influenza unica, sempre pronto a combattere gli errori del sistema, difendere i deboli ma anche a cambiare strategia e tornare sulle sue decisioni.

Personaggio eclettico da riscoprire con 10 cose che non conosci su di lui. Ma prima devi sapere :

Era l’ultimo in vita del trio con Peter e Bob Marley. Ma anche il più schivo dei The Wailers ed il meno incline al compromesso con Babylon. Alcuni paesi, come l’Italia, furono bannati durante la sua carriera, ritornerà poi sui suoi passi.

Vincitore di 3 volte del Grammy, con un album iconico, “Blackheart Man” ed un successo senza tempo nelle Billboard, la super hit “Electric Boogie” con Marcia Griffits.

Nel 2017 è stato insignito dell’Ordine al Merito (OM), la quarta più alta onorificenza in Giamaica, per il suo contributo alla musica popolare.

Per la sua fede Rasta nella Chiesa Ortodossa Etiope, il suo soprannome era “Jah B”,

E ra anche un astuto uomo d’affari che ancora in vita aveva pensato e realizzato il suo museo personale.

Nella ultima parte della sua vita è stato in prima linea per la Marijuana March in Giamaica, con la sua influenza ha rivendicato l’uso sacramentale per i Rasta sancito dall’ultima legge vigente in materia sull’isola del reggae.

Ha litigato in continuazione con Rita Marley per i diritti dei Wailers e per averlo dimenticato. Ha scomunicato Snoop Dogg per il suo comportamento truffaldino quando venne sull’isola a girare un film.

 

10 cose che potresti non sapere su Jah B

  1. Bunny aveva solo 14 anni quando scrisse la sua prima canzone “Pass It On”.

  2. Alla tenera età di quattro anni, iniziò a suonare la batteria nella chiesa.

  3. Bunny amava il rhythm and blues ed era un ballerino

  4. Un aspetto che amava era quello teatrale lo dimostrava nel suo abbigliamento da palcoscenico durante le esibizioni, che spesso iniziava con abiti tradizionali e abiti a tema rastafariano . Oppure quello da “rudebwoy” il ​​più delle volte realizzati dal suo partner, Jean Watt, per il quale il suo museo ha un’intera sala dedicata.

  5. Conosceva e cantava anche canzoni country e western come “Seven Lonely Days”, specialmente quando viveva nella comunità rurale di Nine Miles a St Ann.

  6. Bunny amava i colori marrone e oro ed era molto sensibile al colore rosso in combinazione con il bianco, che considerava energia negativa.

  7. Bunny fu battezzato nella fede ortodossa etiope con il nuovo nome Fisha Sion

  8. Bunny e Bob Marley, oltre che amici sono legati da legami di parentela grazie a Pearl Livingston. È anche lo zio di Andrew Tosh, figlio di Peter.

  9. Bunny Wailer amava cucinare, in particolare pesce e verdure.

  10. Bunny ha 10 sorelle, due fratelli e 13 figli.

Advertisement

Continue Reading
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Noleggiala
Advertisement
error: Il contenuto è protetto !!