Connect with us

News Top

LA GIAMAICA RIPRISTINA LA BARRIERA CORALLINA TRAPIANTANDO I CORALLI

Published

on

Su come fermare l’erosione delle spiagge in Giamaica negli scorsi anni c’è stato un dibattito molto acceso. In particolare, la spiaggia simbolo una delle più incantevoli quella di Negril , la più lunga.

Sono state avanzate disparate soluzioni quali i frangiflutti in cemento armato, forse la più veloce ma anche la più pericolosa, durante gli uragani lo spostamento poteva distruggere del tutto quel che rimane di una barriera con poco corallo.

Invece la svolta, venerdì 25 settembre, sono stati piantati circa 150 pezzi di coralli sulla barriera coltivati nel  Fish Sanctuary, di Orange Bay.

La collaborazione con il Fish Sanctuary  è stata fondamentale, li si trova il vivaio di coralli dove viene preservata l’acropora palmate e l’acropora cervicornis, due specie in via di estinzione.

Quando i coralli raggiungono una certa dimensione, vengono deframmentati e posizionati sulla barriera corallina per ricostruire quell’area. In questo modo si può ripristinare la biodiversità e la funzionalità naturale migliore rispetto al cemento.

Questo è solo un inizio di un programma che ha l’obiettivo di ripristinare tutta la barriera corallina.

Quella di Negril e nelle aree circostanti hanno subito continui livelli di degrado a causa della pesca indiscriminata, dell’inquinamento e dei disastri naturali.

Il progetto di out-planting, è condotto in collaborazione con il (NEPT) fa parte del progetto (IWEco), finanziato dal Global Environment Facility (GEF) e dal Programma delle Nazioni Unite per l’ambiente (UN Environment).

 

 

Fonte  jis.gov.jm

Advertisement

Continue Reading
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News Top

DIETRO LA SCRITTA ESPOSTA DA OSIMHEN “END POLICE BRUTALITY IN NIGERIA”

Published

on

By

Cosa c’è dietro la scritta di Victor Osimhen ed il perchè tanti nigeriani hanno voluto incontrarlo ?
La maglia con su scritto “End Police Brutality in Nigeria”, è stata esposta dopo il primo goal dal giocatore del Napoli a sostegno delle violenze causate dalla polizia nel suo paese. Con una protesta silenziosa di Osimhen che ha ricordato le torture e gli abusi commessi dalla Sars, la squadra speciale anti rapine della Nigeria, accusata di gravi reati

Qualche giorno dopo all’esterno al ritiro del Napoli a Castel Volturno si è radunata poi la comunità locale nigeriana per ringraziare il giocatore me anche portare l’attenzione sull’incredibile storia che stiamo per raccontarvi.

Ad Ottobre è diventato virale l’hashtag #EndSars “Sars”. sta per Special Anti-Robbery Squad, squadre speciali anti-rapina della polizia nigeriana, create nel 1992 per combattere i crimini di strada, ma protagoniste negli ultimi mesi di pestaggi ed uccisioni indiscriminati.

Nelle ultime settimane hanno aperto il fuoco sui manifestanti nella capitale Abuja, a Lagos ed in altre città dello stato africano. Tre persone sono state uccise nella cittadina di Ogbomosho, mentre dodici vittime secondo Amnesty International.

Accuse di corruzione hanno contraddistinto la storia dell’unità. Ma ora basta, bisogna coinvolgere la comunità internazionale. I giovani nigeriani hanno così deciso di utilizzare l’hashtag #EndSars, per farsi aiutare dalle personalità fra cui il calciatore Osimhen e vip internazionali come Beyoncé e Rihanna.
Il centravanti azzurro è diventato con il suo gesto, un simbolo, è ora un leader per una comunità, che vive a Castel Volturno.

#EndSars

FOTO:.casertanews.it

Advertisement
Massive Reggae

Continue Reading

News Top

BUJU BANTON CONTRO LE MASCHERINE ANTI COVID- VIDEO

Published

on

By

BUJU BANTON no mask

Buju Banton parla della situazione in Giamaica della pandemia e chiede la fine dell’uso delle mascherine.

Con ben tre video consecutivi su Instagramm dice NO alla MasK ed incita i giamaicani a prestare attenzione alle bugie dei potenti, mentre il paese combatte contro le conseguenze il COVID-19.

Abbiamo estratto una parte del suo discorso del primo video in cui dice:

“Chi sono questi stupidi intellettuali che ci dicono come vivere le nostre vite? Se siete così intelligenti, perché non avete trovato la cura per il cancro? State insinuando paura assoluta al popolo giamaicano e conducendoci tutti verso la povertà. Cosa farete per tutti quelli che sono stati licenziati o che hanno chiuso per debiti? I giamaicani hanno bisogno di svegliarsi. Non indosso nessuna maschera perchè non sono fatte per gli uomini. Liberate la mia gente, liberate la mia gente adesso ”.

Nel secondo video spiega come i poteri controllano il processo di pensiero delle masse. Ha usato esempi quali l’ascesa e la caduta di alcuni dei più grandi nomi dello spettacolo come Michael Jackson e Bill Cosby, per evidenziarlo. “Non vedi che ci hanno mentito per tutte queste volte, quindi perché dovremmo crederci ora”

View this post on Instagram

Listen with understanding 🗣 #bujubanton #enoughsaid #freethepeople

A post shared by Bujubanton Fans (@bujubantonofficial_fanpage) on

 

Fino a ieri, il bilancio delle vittime della Giamaica a causa del COVID-19 era vicino a 180, mentre quasi 8.500 persone sono risultate positive al virus.

Il pioniere Toots Hibbert, l’ingegnere / produttore Barry O’Hare ed il politico DK Duncan sono tra le vittime illustri del COVID-19.

Invece tu che ne pensi a riguardo? Sei un NO MASK  ?

 

Fonte: BUJU BANTON Instagram

 

 

Vedi Foto Esclusive in Giamaica sulla nostra Gallery del Primo Concerto di Buju dopo 10 anni di carcere

 

1

Advertisement
Rebel Salute

Continue Reading

News Top

JAZ ELISE: L’ALBUM DI DEBUTTO USCIRÀ ADDIRITTURA CON UNA MAJOR

Published

on

By

JAZ ELISE Reggae Revolution.it

Vi presentiamo una nuova cantante di assoluto valore e dalle prospettive sempre più rosee. Potremmo considerarla l’ultima scoperta di Protoje che evidentemente aveva un asso o molti di più nella manica quando ha firmato con l’RCA.

Anche questa volta è una donna e con una voce incantevole molto simile la Lila Ike.

Jaz Elise, sarà il quarto artista dell’etichetta InDiggNation Collective di Protoje, fortuna vuole che già al debutto potrà pubblicare con la RCA Records

Ad aprile, Protoje ha annunciato la partnership e un importante contratto con l’etichetta discografica con la sua scuderia InDiggNation Collective e Six Course/RCA Records che oltra a Protoje comprende Lila Ike, Sevana e degli emergenti tra cui Jaz Elise.

Jaz Elise, dovrebbe pubblicare il suo album il prossimo anno in base all’accordo RCA, sta attualmente promuovendo il remix del suo singolo di successo, “Fresh and Clean” con il deejay Govana.

Se abbiamo capito bene l’etichetta giamaicana dell’ InDiggNation Collective potrebbe avere in cantiere altri artisti, motivo per cui seguiremo con attenzione l’etichetta di Protoje.

Fin’ora l’artista ha pubblicato:

 

Advertisement
leo line

Continue Reading

| most read | più letti

error: Il contenuto è protetto !!