Connect with us

Reggae Dancehall news

THE WAILERS DOPO 26 ANNI ESCE ONE WORLD – VIDEO + TESTO

Published

on

26 anni dopo Jah Message (1994) album, prodotto da Junior Marvin ed Aston ‘Family Man’ Barrett, a fine settimana arriverà la canzone One World. Esattamente il 21 Agosto, 2020.

Prodotto e scritto dal vincitore di 19 GRAMMY EMILIO ESTEFAN e registrato al Crescent Moon Studios a Miami, “One World, One Prayer” è un mix tra reggae e musica latina

Al brano collaborano il cantante portoricano Farruko, Shaggy e Cedella Marey con Il figlio Skip Marley

Quando ho scritto la canzone circa 2 anni fa, l’ho fatto pensando a come noi esseri umani, dobbiamo amarci di più, essere più gentili gli uni verso gli altri e verso la natura – ha affermato Emilio Estefan, che ha anche ribadito che c’è bisogno di meno separazione tra razza, religione e politica.

Chi avrebbe mai pensato che avremmo vissuto questa situazione attuale e che il messaggio di “ONE WORLD, ONE PRAYER avrebbe risuonato così fortemente? Dobbiamo apprezzare le cose semplici della vita e in particolare l’amore che inizia con le nostre famiglie e si estende per la nostra comunità e oltre … perché alla fine siamo tutti un solo mondo, un solo cuore”.

Non è chiaro se sarà una sola canzone o la produzione porterà ad un nuovo album

 

The Wailers ft. Skip Marley, Farruko, Shaggy & Cedella Marley – One World, One Prayer

 

 

Testo/ Lyrics

One world, one prayer

It doesn’t matter what you believe Some things have to change

One world, one prayer

Give me, give me, give me some love Forget about the hate

When you wake up you look, look yourself in the mirror

Doesn’t matter who are you or where you come from Man or woman don’t worry don’t fear

Full of surprises life can change in a minute

Give a hug give a kiss to the one that you love ‘Cause the world turns one way, just one way

Why people see what they want to see Why people hear what they want to hear

Why people feel what they want to feel The blue sky covers us like a single skin

Why people see what they want to see Why people hear what they want to hear

Why people feel what they want to feel The blue sky covers us like a skin

One world, one prayer

It doesn’t matter what you believe Some things have to change

One world, one prayer

Give me, give me, give me some love And forget about the hate

 

*RAP and Verse* Farruko

 

One world, un solo corazon

One prayer, una sola nacion

It doesn’t matter what you believe Some things have to change

One world, …..

One prayer, …..

Give me, give me, give me some love And forget about the hate

One world, Bailalo bailalo

One prayer, Gozalo, gozalo

No existe raza, tampoco color

Aqui somos uno, solo somos una nacion

 

*Rap* Shaggy

 

One world, Bailalo bailalo

One prayer,, I tell you what!

We need that prayer

Give me, give me, give me some love It’s Just Love Now

And forget about the hate No More Hate Now

Don’t you hate now!

Continue Reading
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Reggae Dancehall news

REGGAE NEW RELEASE (DAL 14/9 AL 20/9)

Published

on

Dopo una breve pausa estiva, Mr Bigga ritorna ad aggiornarci sulle novità REGGAE della settimana.

Tornateci a trovare domani per le uscite Dancehall

REGGAE&DANCEHALL NEWS #4

 

LIAM BAYLEY – ANGEL DUST

Ipnotiche sonorità dub accompagnano “Angel Dust”, brano di Liam Bayley che indaga le sempre attuali sofferenze legate all’amore quando finisce e lascia un immenso vuoto. Il brano anticipa l’uscita a novembre dell’album “Ekundayo” per la Big Crown Records. Si tratta della quarta traccia estratta dall’imminente disco. Presente sulla scena da oltre un decennio, Liam Bayley ha deciso di battezzare questo suo nuovo lavoro discografico con un vocabolo in Yoruba, lingua molto diffusa in West Africa e il cui significato è quando un dolore riesce per magia a trasformarsi in gioia.

 

GREEN LION CREW & ROE SUMMERZ – ZOSO

“Zoso” è frutto del secondo incontro tra gli americani Green Lion Crew e il giovane talento jamaicano Roe Summerz. Il titolo significa “Zone Of Special Operation”, quello instaurato in alcune zone dalle autorità jamaicane per combattere il crimine. Tema caldo nell’isola dove spesso questo strumento instilla un controllo capillare della popolazione, in particolare dei giovani. Con la repressione si travolgono diritti fondamentali e facendosi forti dello slogan di lotta contro la violenza, le autorità si macchiano di atti vili e sanguinari.

 

WARRIOR KING – ONE PERFECT LOVE

Prodotto da Jimmy Spliff Sound e distribuito dalla Evidence Music, “One Perfect Love” segna il ritorno di un sempre ispirato Warrior King, artista simbolo del new roots negli anni 2000. Su una base roots reggae energica e coinvolgente, il singer jamaicano ribadisce uno dei concetti a lui cari, solo diffondendo amore e vibrazioni positive si può in concreto costruire un mondo migliore e più giusto. “World is love, one perfect love”, canta Warrior King.

 

EXILE DI BRAVE – SING A SONG RASTAMAN

Si chiama “Rasta Riddim Vol 1” la raccolta in uscita in questi giorni per la Yutman Records. Ne fa parte la tune “Sing A Song Rastaman” di Exile Di Brave, poliedrico talento jamaicano presente sulla scena dal 2003, anche se solo negli ultimi anni ne è stato finalmente riconosciuto tutto il suo valore grazie in particolare agli album “The Journey Begins” nel 2015 e “To The Foundation” l’anno successivo. “Sing A Song Rastaman” è brano di denuncia e consapevolezza, è un forte atto di accusa contro le tante ingiustizie e l’istanza di un Rasta per lottare fino a quando il sistema che le produce finalmente cadrà.

 

STEEL PULSE – BLACK AND WHITE OPPRESSORS

E’ poco più di un anno che i leggendari Steel Pulse hanno dato alle stampe il loro album “Mass Manipulation”, inserito poi nella lista delle nomination per vincere il Reggae Award. Band simbolo della lotta contro ogni forma di oppressione e razzismo, gli Steel Pulse hanno presentato in questi giorni il video che accompagna “Black And White Oppression”, una delle tracce presenti nel disco. L’oppressione non ha colore così come il potere che lo esercita.

 

ARKAINGELLE – NAH WATAH DOWN

Nato in Guyana, Arkaingelle ha rivelato il suo talento al mondo intero nel 2017 grazie all’album “Tru Da Faya”, prodotto dal consolidato collettivo Zion I Kings. E sempre insieme ritornano in questi giorni per presentare il loro nuovo lavoro discografico “Nah Watah Down”, undici tracce nelle quali troviamo anche collaborazioni di spessore quali quelle di Kabaka Pyramid e Pressure Busspipe. Nel frattempo arriva in questi giorni il video della title track, a testimonianza del forte legame della musica di Arkaingelle con il roots reggae e il messaggio Rasta.

 

Continue Reading

Reggae Dancehall news

MILLION TIMES – NUOVO ALBUM DI SIZZLA DEDICATO INTERAMENTE ALLE DONNE

Published

on

By

Per ora navigando sul web trovate solo la copertina e la track list, ma noi siamo andati oltre per scoprire in anteprima e darvi più informazioni possibili sul nuovo album di Sizzla.

La prima notizia importante e che è registrato interamente in studio ed ha un format preciso che scoprirete in seguito leggendo quest’articolo.

Verrà pubblicato il 2 ottobre dall’etichetta Zabogaubhi Music e dalla Kalonji Music Productions.

Sono presenti diversi stili musicali al suo interno quali Hip Hop, old RnB Afrobit e Dancehall, ma è importante notare che l’album è totalmente clean”, non ci sono parolacce né contenuti offensivi, il meglio dell’artista.

La qualità delle composizioni e degli arrangiamenti è di prim’ordine, come tutta la produzione.

 

Sizzla ha lavorato con il produttore Michael Fairman ad un progetto a quanto pare tutto al femminile e dedicato interamente alle donne.

Dalle sue parole: “Le donne hanno sempre amato Sizzla, ho fatto molte canzoni femminili ma a quanto pare non quanto avrebbero voluto loro. Così sono riuscito a creare un album tutto su e per le donne .

 

Million Times fonde diversi generi musicali quindi so che ce ne sarà per tutti i gusti .

Si apre con Feelings e vanta una sola collaborazione quella di G-Mac, in tutto ben 12 tracce.

Se volete fare un preordine è già attivo su Amazon qui LINK

 

Oppure se preferite un preascolto cantato da Sizzla in persona qui su Instagram

 

View this post on Instagram

#di summer reach sizzla!!!!!!!

A post shared by Sizzla Kalonji (@therealsizzlakalonji) on

 

Tracks List – MILLION TIMES – 2020

01. Feelings
02. Lady Lady
03. Million Times
04. Don’t Stop
05. Nah Go Happy
06. Phone Ring
07. Lasting Effect
08. With out You
09. Girlfriend
10. Motivation
11. Love for Money feat. G-Mac
12. Out of All

 

Non è finità qui dal suo profilo a quanto pare è in costruzione di una nuova parte della sua Judgement yard, ma su questo vi aggiorneremo in una prossima news

 

 

 

Continue Reading

News Top

UN NUOVO FENOMENO: KAILASH A 9 ANNI SCRIVE E CANTA CONTRO LA BRUTALITÀ DELLA POLIZIA

Published

on

By

Abbiamo scoperto un nuovo fenomeno, una nuova star del calibro potenziale di Koffee, ma ancora più giovane e con un testo di debutto sul  Black Lives Matter e sulla brutalità della polizia nello stile di Peter Tosh.

Se Millie Small e Koffee nella storia del Reggae sono state le prime stelle adolescenti, Kailash è ancora un bambino, a soli nove anni è già un fenomeno mediatico.

Lo avrete visto sicuramente nei video che girano sui social network. Un prodigio con una voce incantevole che sta catturando l’attenzione dei media e degli operatori del settore. Nello scrivere questo articolo ci siamo documentati affondo per trovare più informazioni possibili. Mentre cercavamo ci imbattiamo su delle sue cover storiche.

Ne ha realizzate numerose, tutte pietre miliari quali “Lord Watch Over Our Shoulders Tonight” di Garnett Silk, Slavemaster di Gregory Isaacs, Skylarking di Horace Andy ed anche la stupenda Wolves & Leopards del principe Dennis Brown.

Non canta soltanto in falsetto naturale vista la sua giovane età, suona la tastiera ed anche bene.

Il suo canale Youtube [Link] ha riscosso numerosissime visualizzazioni tanto da spingerlo al passo successivo quello di incidere una canzone tutta sua.

Kailash vive in California, lui stesso in un intervista apparsa sul jamaica-gleaner ci spiega il perché ha deciso di scrivere suonare e cantare “Seems So Strange”.

Quando George Floyd è stato ucciso, mi ha davvero colpito. Ho letto dell’ingiustizia in diversi libri, inclusi quelli su Ghandi, Martin Luther King  e Louis Armstrong. Vedere qualcosa del genere accadere nella vita reale e rendersi conto che continua a succedere, mi ha davvero scioccato e mi ha fatto sentire triste e arrabbiato. So di essere solo un ragazzino, ma volevo fare qualcosa al riguardo. Ho deciso di usare la mia voce e fare una canzone. Se ho imparato qualcosa, è quanto può essere potente la musica

 

Kailash – Seems so Strange (Police Brutality)

Il singolo è prodotto da Adrian “Donsome” Hanson per l’etichetta Donsome Records.

 

Qui abbiamo trovato un video di qualche anno fa, pensate sul Welcome to JamRock dove suona e canta.

Non è incredibile ?

Continue Reading

| most read | più letti

error: Il contenuto è protetto !!