News Top

DOPO IL DDL CANNABIS- ANNUNCIATO IN TV IL REFERENDUM ON LINE

Published

on

Ieri, 8 Settembre 2021 la commissione Giustizia della Camera ha adottato il testo base che depenalizza la coltivazione di massimo 4 piante. E’ frutto di diritto in quanto ottenuto sulla scia della giurisprudenza della Corte di Cassazione. Ma attenzione non è una legge e come scrive Riccardo Magi “Un Primo Passo, Un Passo alla Svolta”  ed aggiunge rispondendo a Salvini sul tema priorità del Paese: “Meglio in casa che nelle piazze di spaccio. Questioni di priorità.”

Riportando le parole di Mario Perantoni, deputato 5 stelle e relatore del Ddl : “La coltivazione in casa di canapa è fondamentale per i malati che ne devono fare uso terapeutico e che spesso non la trovano disponibile oltre che per combattere lo spaccio ed il conseguente sottobosco criminale.”

 

Facciamo il punto della situazione:

-Diritto alla Salute : Lo Stato non è in grado di soddisfare la domanda di mercato percui i malati non possono approvvigionarsi legalmente quindi costretti a rivolgersi al mercato nero

-Separazione concettuale tra le diverse categorie di sostanze stupefacenti, diversità evidenziata dalla Corte Costituzionale.

-Aumentare le pene in caso di associazione a delinquere e spaccio nei confronti di minorenni.    \

-Combattere la Criminalità : uno dei mezzi più efficaci è combattere le fonti di guadagno delle mafie e camorre che traggono profitti tutti i giorni nelle piazze di spaccio

-Ridurre e di molto il sopraffollamento delle carceri per reati legati alla detenzione

-Nel caso sia una persona tossicodipendente il reato di produzione o spaccio, la pena del carcere sarà sostituita con i lavori socialmente utili.

Magi infine scrive: “Il testo necessita di ulteriori modifiche ma dobbiamo impegnarci per portare al più presto la proposta in Aula. Va evitato che nell’affollamento dei provvedimenti di iniziativa governativa questo Testo Base non proceda”.

 

La novità annunciata il TV

Stamane sulla RAI è stato annunciato una proposta di REFERENDUM da affiancare alla proposta di legge per dare la possibilità ai cittadini di dare una propria opinione. Questo referendum sarà on line

Infine secondo Caterina Lucatini: ” in realtà si spera che venga calendarizzato in aula al più presto per l’approvazione e poi passare al senato per farla diventare legge… altro percorso e’ la raccolta firme.

 #coltivazionedomestica #cannabis #ColtiviamoLibertà  #legalizzazione #autocoltivazione

 

 

Firma qui

https://referendumcannabis.it

 

 

 

Advertisement

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciassette − 12 =

Copyright © Ass. Culturale- Reggae Revolution - No Profit- since 1999

Exit mobile version