News Top

BUNNY WAILER NON E’ MORTO – FINE DEI RUMORS E AGGIORNAMENTI SU JAH B

Published

on

Nella giornata di ieri in tanti si sono preoccupati e ci hanno segnalato con molti messaggi  il decesso dell’ultima leggenda vivente dei The Wailers. Sui social in tanti avevano prematuramente segnalato la morte di Bunny Wailer tanto da faci mettere in stato di allerta ed iniziare una serie di ricerche ma nulla su siti ufficiali ne su quelli di Fb.

Fino a stamani quando continuando nelle ricerche abbiamo trovato la smentita e tirato su il fiato. E’ una fake news!

Il management dell’artista ha spazzato via le voci emerse sui social media che il cantante era passato a miglior vita.

Bunny è ancora con noi“, ha detto a Loop News Maxine Stowe,

 

AGGIORNAMENTO SULLE CONDIZIONI DI JAH B

Il cantante reggae di 73 anni, che è attualmente in una struttura ospedaliera di Kingston dopo aver subito un grave ictus due settimane fa, è ancora in condizioni stabili e si prepara a iniziare un corso di riabilitazione fisica alla fine di questa settimana.

“Ha avuto un ictus due lunedì fa, ma si è stabilizzato la settimana scorsa, e questa mattina stavo preparando la sua transizione in una struttura di riabilitazione. Ha superato i peggiori effetti dell’ictus e ora è pronto per fare la terapia fisica” Maxine Stowe ha aggiunto.

Stowe crede che le voci possano essere state alimentate dal fatto che il cantante è devastato dalla “perdita ambigua” del sua compagna di una vita, Jean Watt, scomparsa all’improvviso a maggio di quest’anno e da allora non si è più vista.

È il secondo ictus che Bunny Wailer ha vissuto in due anni, quest’ultimo più forte che ha colpito in modo significativo.

Il primo è stato lieve e più ambulatoriale, ma l’ultimo ha bloccato la sua parte sinistra del corpo. Ma i suoi segni vitali sono stabili. Qualunque cosa sia accaduta con il cervello è stata affrontata, i medici hanno rimosso i problemi che hanno causato l’ictus, e siamo fiduciosi che si riprenderà, vogliamo solo pregare per la sua guarigione “, ha detto la manager.

Dopo il primo ictus avvenuto nel 2018, ci siamo mossi rapidamente e con la neuroplasticità, abbiamo visto grandi risultati e quanto il cervello è capace di guarire se stesso. Abbiamo già sperimentato il processo in precedenza e siamo sicuri che possa rifarlo con il giusto supporto. Ha accesso ai migliori medici e terapisti che abbiamo conosciuto nell’ultimo anno “, ha concluso Stowe.

La neuroplasticità è la capacità del cervello di riorganizzarsi formando nuove connessioni neurali. La neuroplasticità consente ai neuroni (cellule nervose) nel cervello di compensare lesioni e malattie e di adeguare le loro attività in risposta a nuove situazioni o ai cambiamenti nel loro ambiente.

Stowe ha dichiarato di essere ottimista sul fatto che il cantante uscirà dall’ospedale alla fine di questa settimana, dopodiché passerà un mese in un centro di riabilitazione.

 

 

fonte: Loopjamaica.com

Immagini collegate:

Advertisement

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply

Annulla risposta

Exit mobile version