Connect with us

News Top

BOB MARLEY SARÀ EROE NAZIONALE SE

Published

on

Scopriamo insieme come Rober Nesta potrebbe ricevere la massima onorificenza sull’isola del Reggae. Un idea che frulla in testa a tanti e da molti anni ma che non si è mai tramutata in realtà.

L’opposizione si impegna a nominare Bob Marley l’ottavo eroe nazionale della Giamaica.

Non solo punta molto sull’industria musicale ed a potenziare le aree dove poter svolgere eventi.Un cambiamento necessario dopo le continue chiusure da parte della polizia per la legge sul rumore e sulle licenze molto costose.

E’ tempo di campagna elettorale in Jamaica e l’opposizione guidata dal leader Mark Golding ha riferito : “ il figlio più famoso della Giamaica, merita un tale onore.”

Un impegno che ho, che è in linea con la nostra serietà nei confronti della cultura e delle industrie creative, quando formeremo il prossimo governo, mi impegno a conferire l’Ordine di Eroe Nazionale all’Onorevole Robert Nesta Marley, per il suo servizio nel promuovere la cultura giamaicana e il suo impatto globale come forza ispiratrice liberatrice per le persone oppresse in tutto il mondo

Golding, per questa dichiarazione ha ricevuto grandi applausi dai banchi dell’opposizione ma anche da milioni di persone al di fuori dell’isola che condividono questo pensiero, molto chiacchierato, che non si è mai avverato.

“Io dico che è giunto il momento di riconoscere ‘Gong’ come un vero eroe nazionale e di conferirgli l’onore di conseguenza“, ha aggiunto.

Il partito del PNP si concentrerà sulla musica, dopo il rilancio del reggae grazie al film biografico su Bob Marley “One Love” nei cinema di tutto il mondo.
Golding ha affermato che ci vorranno grandi sforzi per richiedere finanziamenti per guidare il business della musica e creare altre aree necessarie per i concerti.

Ha sottolineato i 234 milioni di dollari stanziati nel budget per la Jamaican Screen Development Initiative, così come l’impegno a sviluppare JamWorld e Fort Rocky come zone di intrattenimento 24 ore su 24.

Questo piano riguarderà gli investimenti e i finanziamenti, l’istruzione e la formazione e lo sviluppo delle infrastrutture per gli operatori culturali, creativi e sportivi“, ha affermato Golding.
Si è lamentato del fatto che le infrastrutture esistenti sono fatiscenti, abbandonate e stanno cadendo a pezzi in tutta l’isola.

Il Trelawny Sports Centre, l’Independence Park, Catherine Hall e il Sabina Park; Il Little Theatre, il Ward Theatre, il Vale Royal si devono potenziare perchè si stanno disintegrando a causa dell’abbandono.

Come mai?
Il cambiamento è assolutamente necessario”, ha affermato Mark Golding.

Immagini collegate:

Advertisement

Advertisement
error: Il contenuto è protetto !!