Connect with us

News Top

ADDIO A JESSE JENDAH, OFFRÌ LA GANJA AL PRIMO MINISTRO

Published

on

Ancora una spiacevole notizia, un’altro artista se ne è andato. Diciamo addio Jesse Jendah, per qualcuno un’artista meno noto ma che invece divenne molto conosciuto non  solo per i suoi inni alla ganja libera ma per aver offerto la migliore qualità al Primo Ministro.

Si avete capito bene, Jesse Jendah nell’estate del 1999, offrì un quarto di libbra di erba, quella del Westmoreland all’ex primo ministro PJ Patterson, per ispirarlo a perseguire il turismo della cannabis ed a legalizzarla.

A quel tempo  l’erba era ancora criminalizzata in Giamaica, non come oggi, il suo gesto fece scalpore, ma provocò delle conseguenze.

Il cantante quando aveva sentito che Patterson voleva avere un incontro con gli intrattenitori, si era recato a Westmoreland, dove aveva preso mezzo chilo di Purple Skunk, secondo lui era la migliore erba del mondo, per donarla al Primo Ministro. C’erano Mutabaruka, Tony Rebel, King Jammys, Beenie Man, Bounty Killer e altri. 

Patterson aveva cortesemente rifiutato l’offerta, ma altri giamaicani avevano rimproverato l’artista, accusandolo di mancare di rispetto al capo del governo del paese.

Nell’aprile 2020, Jesse aveva raccontato l’incidente ed aveva affermato che le ripercussioni erano ancora psicologicamente estenuanti, poteva ancora ricordare lo “sguardo di disprezzo” dei suoi colleghi e del primo ministro.

Dopo 15 anni, lo stesso ex primo ministro Patterson ali Rebel Salute ha definito la ganja come l’oro verde della Giamaica.

Da quando la marijuana è stata depenalizzata in Giamaica nel 2016, Jesse è diventato un coltivatore legale di ganja e Patterson, curiosamente, è stato parte integrante di un movimento che sostiene i benefici della marijuana medica.

Nativo di Clarendon, Jesse, inizio a registrare sin dagli anni ’80. Era noto per canzoni quali: Mark of the Beast, Reparation, Leonard Howell, Rothschild Crash Bank, Weed Free, Kween Of The Morning Star, Rasta Love e Sip Cup.  

Le sue uscite più recenti erano Brainist , che era un omaggio alla “generazione brillante”, e  Reparation Collection.

 

 

 

Immagini collegate:

Advertisement
One Love Associazione Culturale

Advertisement
error: Il contenuto è protetto !!