banner
MR VEGAS IN ITALIA!!!
il Mon 26 November 2012, 22:29
da Alekeno Lista autori Stampa il Contenuto Crea file pdf del Contenuto
in Festival - Concerti
Commenti: 0
non valutato -

Negli ultimi tempi si è parlato e sparlato più della sua vita privata che del suo lavoro, come avvoltoi della miglior specie si è andati a sguazzare nei problemi familiari che lo hanno riguardato di recente, cercando di scoprire e rivelare un segreto, o descrivere nei minimi dettagli un fatto torbido, che avrebbe riempito le pagine dei giornali, e soprattutto le tasche dei direttori di giornali.

Ci si è un po’ dimenticati di quale grande artista si stava parlando, specialmente del suo ottimo lavoro da pochi mesi pubblicato, Sweet Jamaica, omaggio alla sua terra nell’importante 50° anniversario dell’ Indipendenza. Nella sua carriera che non mostra flessioni, come dimostrato dal buon riscontro della critica nei confronti del suo nuovo album, si è testimoni anzi di una vigorosa maturazione artistica.
Avevamo incontrato Mr Vegas l’ultima volta a Roma, in una di quelle particolari notti di fine luglio, dove la pioggia improvvisamente può cadere con così tanta abbondanza ed insistenza, da far immaginare di trovarci proprio nella terra caraibica da cui proviene il singer. Chi è stato almeno una volta nell’isola del Reggae sa benissimo di cosa sto parlando.

Durante l’intervista che ci concesse, focalizzò il suo pensiero, nel giudicare il pubblico italiano, riferendosi proprio alle condizioni metereologiche incontrate, per descrivere l’amore che aveva percepito nella gente accorsa ad ascoltarlo, nonostante la tanta pioggia. Gli piacque molto osservare i sorrisi del pubblico felice mentre ballava anche sotto il temporale.

Non è cambiato certo il calore del pubblico e l’atmosfera, che ormai caratterizza da tempo la Yard testaccina.

Lo show, energico come sempre, non lascia nemmeno un minuto di respiro, dopo essersi presentato sul palco in jeans e maglietta nera attillata, ad esaltare il suo fisico palestrato. Catena d’oro al collo e zuccotto in testa “red, gold and green”, ci ricordano da dove arriva. Salta, grida e balla senza fermarsi insieme al pubblico, da prova delle sue qualità di fomentare la yard con tracce come Pull up, Long time ed Heads high. Yard che ha letteralmente rischiato di venir giù dall’interpretazione di Break it down in poi, quando dopo l’esibizione di Woody Helen, che accompagna il Singer durante il tour, hanno diviso il palco la stessa Helen in combination con le DHQ Alevanille e Latonya, direttamente dalla Jamaica per un workshop qui a Roma proprio insieme ad Alevanille.

Con il passare dei minuti sono aumentate anche le dancers sul palco, salite ad accompagnare Vegas nelle sue tracce, da incorniciare anche il set che ha visto protagonista anche il mitico Mad Mike.
Il live on the mic di Mr Clifford Ray Smith è proseguito poi con tante tune, tra le quali I’m blessed, She la la la boom boom che le, e la title track omonima del cd Sweet Jamaica. Un’altra notte in levare a scaldare una Roma alle porte dell’inverno, che porterà pioggia e freddo come ogni anno. I pettegolezzi e le storie da copertina, come ci ha fatto capire oggi Mr Vegas, lasciamole ai direttori di giornali. Noi preferiamo decisamente un altro Pull up!

GUARDA I VIDEO DELLA SERATA





Francesco Iampieri per Reggae Revolution Crew


Devi essere loggato per inserire commenti su questo sito - Per favore loggati se sei registrato, oppure premi qui per registrarti