Run it Agency

Run it Agency

Mercoledì, 15 Maggio 2019 12:22

LINE UP COMPLETA PER L'OVERJAM 2019

L’ottava edizione ritorna ad agosto con Alborosie, Israel Vibration, Queen Ifrica e Junior Kelly

La line up dell’ottava edizione dell’Overjam Festival è completa, con Alborosie, Israel Vibration, Queen Ifrica e Junior Kelly come nomi di spicco. Dopo il cambio di date dello scorso anno, questa volta l’appuntamento ritorna ad agosto, dal 15 al 18 a Tolmino (Slovenia), sulle rive del fiume Isonzo.

Alborosie & Shengen Clan celebrerà il suo 25º anno di carriera presentando il suo album più recente “Unbreakable – Alborosie meets The Wailers United”, mentre Israel Vibration, le leggende del reggae con più di 40 anni di storia alle spalle, porteranno le loro armonie su un palco che vedrà Queen Ifrica come rappresentante della scena femminile. Junior Kelly e Ward 21 completano la lista di artisti giamaicani presenti, mentre invece dall’Europa non potevano mancare Zion Train, Cali P e Lion D, tra i più di 40 artisti internazionali confermati.

Inoltre, sul palco della spiaggia si daranno il cambio alcuni amici storici dell’Overjam insieme ad alcune new entry. La programmazione extramusicale vedrà i consueti appuntamenti con gli incontri della University, corsi e workshop, zona per i bambini, mercatino e un’ampia offerta gastronomica.

Per quest’anno, l’Overjam amplia il suo impegno con l’ambiente, in particolare con l’uso di materiali riciclabili e biodegradabili e consolidando l’offerta di cibo vegano. Come novità, vista la presenza nelle precedenti edizioni di tende abbandonate nell’area del campeggio, è stata aggiunta l’opzione di noleggiare una ‘Kartent’, già assemblata e pronto all’uso, 100% riciclabile e completamente resistente al sole e alla pioggia.

Tutto questo avrà luogo nella location consueta bellissima location, sulla riva dei fiumi Isonzo e Tolminka, nei pressi del parco del Triglav a pochi chilometri da Trieste e Lubiana.

Sia gli abbonamenti (100€ + commissione) che i biglietti giornalieri (39€ + commissione), campeggio incluso, sono in vendita su mhshop. Acquistando 4 abbonamenti è possibile risparmiare 30€ sull’importo totale. Per questa edizione sono inoltre in vendita cento upgrade dei biglietti che permettono di accedere alla “Comfort Area”, una zona con WiFi, bar e bagni, oltre a un ingresso dedicato vicino al paese, parcheggio e un accesso diretto al palco principale.

Tutte le info sono disponibili su www.overjamfestival.com.

Mercoledì, 15 Maggio 2019 12:03

ITAL IN ACTION DAL VIVO

Dopo il successo della scorsa estate, ritorna dal vivo Ital In Action, progetto nato dall’unione di artisti che hanno scritto pagine importanti della Reggae Music italiana e non solo. Cantanti e musicisti che hanno scelto l’unione in musica per dare voce a ideali di uguaglianza e di parità di diritti, tematiche da sempre presenti nei loro messaggi positivi di accoglienza, solidarietà e fratellanza.

Il prossimo appuntamento con Ital In Action sarà giovedì 13 giugno a Calusco d’Adda (BG), dove si esibiranno Mama Marjas, Lion D, Raphael, Piero Dread, MisTilla, Teo Rootical e Jamas, oltre allo special guest Raymond Wright, dalla Giamaica. Tutti loro saranno accompagnati da The Sound Rebels, band capitanata da Piero Dread (cantante, musicista e coordinatore del progetto) e composta da elementi di spicco sulla scena da ormai quasi due decenni, insieme alle coriste Living Harmonies.

La serata, ospitata da Sbirrando, sarà ad ingresso gratuito con inizio alle 21.15 e si concluderà con l’African Party Dj Set. Si tratta del secondo live per questo progetto dopo il concerto al Campovolo Reggae Festival 2018 di Reggio Emilia che ha riscosso una grande risposta da parte del pubblico presente.

Tutte le informazioni sull’evento e gli artisti sono disponibili a questo link.

Sista Namely & The Islanders presentano il loro primo disco, Here And Now, nove brani e una una dub version con in primo piano l’amore nel suo senso più ampio. La band sarda ha lavorato insieme al produttore Antonio Papan’tò Leardi alla parte musicale di questo album che è anche il debutto discografico dell’etichetta Black Box Records.

Il disco, anticipato lo scorso anno dal single Positive, viene così descritto da Sista Namely & The Islanders: “Nove brani e nove messaggi che abbiamo scelto con cura. L’Amore con la A maiuscola è il protagonista, l’amore per la nostra terra, l’amore per gli esseri umani e l’amore sentimentale, quello che ci unisce a qualcuno. Un amore che è profondo rispetto, rispetto che è azione e quindi trasformazione. Here and now perché solamente qui e ora si può amare, si può agire. Un amore non ideale ma attivo e proattivo che è profonda connessione con noi stessi e con il mondo”.

Here And Now è disponibile su tutte le piattaforme digitali e anche in formato fisico sul sito web di Music First e ai concerti della band.

Lunedì, 15 Aprile 2019 09:26

DENARO, IL NUOVO SINGOLO DEI TRAIN TO ROOTS

La band sarda Train To Roots pubblica il primo singolo che anticipa quello che sarà il suo nuovo album, il settimo della sua carriera. Denaro è l segnale che molti aspettavano con impazienza: il ritorno al roots reggae di questo gruppo con 15 anni di storia.

Antonio Leardi, produttore e tastierista, spiega: “Le liriche non mettono in scena la classica retorica sul capitalismo moderno ma affrontano la deriva psicologica a cui sono sottoposti tutti quelli che identificano nelle ricchezze e nel potere il loro scopo di vita. Deriva che porta all’egoismo, all’intolleranza e alla paura del povero e della povertà in sé”.

I Train To Roots compiono così una promessa implicita e fanno onore al loro nome dirigendo il treno verso le radici della musica reggae ma anche della loro terra: roots reggae cantato in sardo e italiano. Questo singolo rappresenta così la stazione di partenza di questo nuovo e promettente vaggio.

Dopo la pausa obbligata per lavorare sul nuovo disco, la band è ora pronta anche per il prossimo tour di cui sono già confermate le prime date.

Denaro è disponibile su tutte le piattaforme digitali.

Martedì, 05 Marzo 2019 10:54

SUMERR PRESENTA ‘OLD SCHOOL’

La talentuosa cantante giamaicana SumeRR presenta il singolo Old School, accompagnato da un videoclip. Si tratta del primo estratto di quello che sarà l’album di debutto di Tressan Michelle Barnett, nata nel 1993 a Mandeville (Manchester, Giamaica) e attualmente residente a Tenerife (Spagna).

Al suo arrivo in Spagna SumeRR entra in contatto con il musicista veterano Ras Kuko e Ayatimas Reggae Management, che vengono incaricati della produzione musicale ed esecutiva di questo Old School, dando così il via a una promettente avventura in Europa.               

Il singolo Old School rappresenta appunto il principio, con una sorta di viaggio attraverso le origini dell’artista e una dimostrazione dei molteplici registri e stili tra cui SumeRR si muove con disinvoltura: roots, dancehall, soul, rap... il tutto senza mai perdere di vista le sue radici giamaicane.

Su un ritmo reggae dolce e insieme potente dal sapore d’altri tempi, prodotto da Ras Kuko, la cantante mostra la sua voce versatile, capace di passare dalla melodia avvolgente del ritornello all’energia e originalità che ne indurisce lo stile nelle strofe di Old School.                

In questa canzone SumeRR ci mostra quindi la sua essenza, caratterizzata da una voce trascinante tanto quanto la sua presenza sul palco e dalla freschezza e sfrontatezza caratteristica della musica giamaicana e debutta musicalmente sulla scena europea dopo gli inizi nella sua Giamaica natale, dove ha cominciato a farsi rispettare sin da giovanissima grazie a vari singoli e collaborazioni.          

Il videoclip che accompagna il singolo racconta una storia di amore “old style”protagonizzata dalla stessa SumeRR, che così dimostra di avere anche doti di interpretazione, in un lavoro realizzato da T.Kimono a Tenerife, con la fotografiia di David Gil e il patrocinio de El Rincón de Tintín.

Old School è disponibile su tutte le piattaforme digitali.

Mercoledì, 27 Febbraio 2019 10:26

LADY FLAVIA PRESENTA " IL MEGLIO DI SE' "

Lady Flavia presenta il singolo Il meglio di sé, con l’etichetta Vibes Corner. Il brano è da oggi disponibile su tutte le piattaforme digitali.

Fondatrice della Villa Ada Posse, Lady Flavia è attiva dal 1993 e può vantare in 25 anni di esperienza musicale innumerevoli esibizioni nel nostro paese, in Europa, ma anche in Africa (Zanzibar) e Sud America (Buenos Aires). La bellissima voce e il temperamento, mostrati nelle apparizioni sia con sound system che accompagnata da band, hanno dato vita ad uno stile originale, che miscela al meglio la vena creativa della compositrice romana con le sonorità più classiche della musica giamaicana.

Da un motivetto fischiettato e una chitarra d’accompagnamento, in una calda giornata all’aria aperta nasce Il meglio di sé. Le liriche prendono forma come anche la base musicale, creata appositamente per la canzone. Il sapore un po’ vintage e il messaggio positivo sono gli ingredienti di questo brano solare, interamente suonato, grazie all’esecuzione di ben due band della scena reggae romana: la Steppin Hot Band e alcuni elementi della MadHouse Band.

Questa è solo la prima di una serie di uscite che impegneranno Lady Flavia fino alla prossima estate. I musicisti saranno tra i protagonisti delle prossime tracce ma non mancheranno le collaborazioni con altri artisti del panorama reggae italiano.

Mercoledì, 12 Dicembre 2018 11:32

"RISE AND SHIENE", TERZO ALBUM DI SUN SOOLEY

Sun Sooley pubblica il suo terzo album solista, Rise And Shine, prodotto dalla sua stessa etichetta Universoul Records. Il rasta senegalese con fama di cantante poliglotta, residente da molti anni in Italia, rivive i momenti della sua vita come fossero un nuovo inizio e addirittura una nuova missione, in uno splendore musicale che va a ridefinire le convinzioni dell’artista sulla pace e l’amore universali.

L’album è stato anticipato da tre singoli – Ghetto Life, African Rebel e African Rise Up – e da tre videoclip: Only Good Vibes, International, che presenta il cantautore come ambasciatore della musica reggae senegalese, e One God, sulla filosofia rasta del One love che secondo Sun Sooley ha perso gran parte del suo senso nell’ambito reggae.

Il disco include inoltre brani come l’acustico Lonely Days, dedicato a sua madre, Can’t Judge, sulla giustizia imperfetta degli uomini e Rise Again, canzone revival in cui l’artista rende grazie per la vita. Presente infine anche il featuring di Meta Dia (Meta and the Cornerstones) nel brano Treez And Beez.

Un totale di dodici brani originali, registrati dalle band Vibes Point (Italia) e House Of Riddim (Austria) e mixati da Piero Dread (Vibes Point) e Sam Gilly (House of Riddim), che insieme formano Rise And Shine, un album solare, disponibile su tutte le piattaforme digitali.

Forelock & Arawak presentano il loro secondo album, To The Foundation, una rivendicazione delle loro radici e identità attraverso le versioni di Dennis Brown, prodotto da Paolo Baldini. Il disco arriva anticipato dai single Roots and Culture e Islander Taking Over e si tratta di un viaggio alle origini personali ma anche della musica reggae, a tutti i livelli: i testi, la parte strumentale e il modo in cui sono stati registrati i brani, in presa diretta, come accadeva anteriormente.

Il disco include tre collaborazioni con artisti giamaicani: Luciano, Micah Shemaiah e il recentemente scomparso Juba Lion, cantanti con cui Forelock ha avuto una connessione e reale collaborazione durante gli ultimi mesi.

Forelock aka Top Singa lo descrive così: “Se "Zero", il precedente album uscito nel 2015, è stato un modo per dichiarare la partenza di una squadra musicale con la volontà di slegarsi dalle mode, quello di "To The Foundation" è una presa di posizione forte nei confronti di come la musica e la sua evoluzione procede ai giorni d’oggi. Il richiamo a spendersi per realizzare qualcosa che vada oltre il packaging e il mero confezionamento del prodotto è il concetto che si spera passi tramite questa ricerca e scoperta della cosiddetta foundation”.

La figura di Paolo Baldini è stata fondamentale per generare un ambiente sonoro nel quale musica di Arawak, i testi e la voce di Forelock e il sound di Dubfiles si intersecano sotto un’unica alchimia. Le riprese audio e video degli strumenti e quindi delle performance dei musicisti sono state fatte all’interno del SoundRoom Studio in Sardegna, mentre la parte vocale e il dub sono avvenute all’Alambic Conspiracy Studio (Pordenone).

To The Foundation è disponibile su tutte le piattaforme digitali, mentre è possibile ordinare la copia fisica sul sito de La Tempesta. L’album verrà presentato dal vivo a Perugia, Bologna, Torino, Roma, Cuneo e molte altre città italiane mentre a gennaio Forelock e Arawak sbarcheranno in India per un tour speciale.

Mercoledì, 05 Settembre 2018 09:16

Open Arms Project - Reggae Can Help

 Nuovo album benefico con i riddim Open Arms e Ocean

Partendo dal presupposto che il reggae e la sua filosofia trasmettono un messaggio puramente sociale di unità, consapevolezza ed eguaglianza, nasce un nuovo progetto che mira ad aiutare i volontari di Proactiva Open Arms a continuare a salvare vite. Migliaia di donne, bambini e uomini affrontano il mare per fuggire dalle guerre e dagli orrori che accadono nei loro paesi, e non tutti riescono a terminare il loro viaggio alla ricerca di una vita migliore.

L’album “Open Arms Project – Reggae Can Help” nasce dalla mano del musicista veterano di Madrid Ras Kuko, che, commosso dall’operato di questa ONG, ha deciso di unire le forze con artisti provenienti da diverse parti del mondo per creare questo disco. Oltre a dare maggiore visibilità al lodevole lavoro che Open Arms realizza con le sue navi di soccorso, l’album servirà anche a raccogliere fondi che andranno direttamente a contribuire alla missione di questa organizzazione.

Stiamo combattendo contro un problema globale che riguarda molte persone provenienti da diversi paesi, per questo motivo “Open Arms Project – Reggae Can Help” è stato realizzato in collaborazione con artisti di tutto il mondo che hanno voluto partecipare con la loro musica altruisticamente alla creazione di questo progetto. Dalla Giamaica arrivano le voci di Warrior King, Skarra Mucci, Sumerr e Ras Takura; dalla Spagna Emeterians, Ras Kuko, Lasai & Yeyo Pérez e Little Pepe & Malaka Youth; dall’Italia Ras Tewelde e Raphael; dagli Stati Uniti Quino, voce della band storica Big Mountain; dal Cile Quique Neira; dal Venezuela Apache & Mr Dalis e dalle Filippine Idren Artstrong. Uniti con il fermo obiettivo di creare un mondo un po’ più solidale fra tutti.

Tutti questi artisti hanno composto le loro canzoni sui due riddim prodotti da Ras Kuko per questo disco, Ocean Riddim e Open Arms Riddim, in collaborazione con diversi musicisti come Tomas “Dub T” (Repubblica Ceca), Moussa Thiandoume (Senegal) e Jonay Mesa e Felipe Hernández (Isole Canarie). Le voci sono state mixate all’Estudio 9 (Tenerife) e Syrix si è occupato del mix e del master presso l’Irie Vibrations Studio (Austria).

"Open Arms Project – Reggae Can Help" è disponibile su tutte le piattaforme digitali. Il ricavato di questo progetto verrà destinato interamente a Proactiva Open Arms.

Acquista "Open Arms Project – Reggae Can Help" su: iTunes, Spotify, YouTube Music, Google Play, Amazon Music.

In arrivo anche nuovi brani su Fly to Mars Riddim

L’etichetta Vibes Corner presenta Artibella Riddim, un ritmo suonato ex novo dalla Firehouse Band e registrato negli Anchor Recording Studios in Giamaica, che strizza l’occhio ad uno dei grandi classici della reggae music. Dopo il successo di Stone Juice Riddim dello scorso inverno e la lunga carrellata di italiani sul ritmo, questa volta scendono in campo due giganti degli anni ’80, Burro Banton e Horace Andy, e due promesse della scena reggae dei nostri giorni, Aza Lineage, anche lei giamaicana, e Seamus Ikonya, nato in Kenya e  residente a Rimini.

Il riddim esce accompagnato dal video di Burro Banton, girato per le strade di Kingston che lo hanno visto crescere e diventare famoso.

Nuove uscite in arrivo anche sul ritmo Fly to Mars. A Brusco, che l’anno passato ha pubblicato La Dancehall di Hattori Hanzo, si aggiungono 3 nuovi singoli: line up made in Italy, con Flavio di Ghetto Eden, Big Simon di Krikka Reggae in combination con Julia Kee e Fido Guido, che ha in preparazione anche il video del singolo dal titolo Radici, che farà parte anche dell’album  Tarantology.

InizioPrec12345678SuccFine
Pagina 1 di 8