Alessandra Margiotta

Alessandra Margiotta

Come da tradizione, da tre anni a questa parte, ritorna il 10 agosto la Apulian Black Connection (ABC) con il supporto del portale Music in Black. Un appuntamento immancabile per gli amanti della musica nera, che potranno ballare con tanti dj provenienti da diverse province della Puglia, ammirare l'opera di Massimo Pasca, curiosare nell'area Vintage & Vinyl Market e ascoltare il super ospite, DJ LUGI aka Boogie Lou.

Rapper, beatmaker, dj e breaker, DJ LUGI è uno dei più importanti promotori della cultura hip hop e dell'underground rap italiano. Ha collaborato con artisti quali Neffa, Fritz da Cat, El Presidente, Kaos One, Inoki e Fabri Fibra, MF Doom e De La Soul.
Durante i suoi travolgenti dj set, ricchi di funk, soul, rap & r'n'b, ama improvvisare al microfono e intrattenere il pubblico con i suoi pezzi. 
Imperdibile!

Dalle principali città pugliesi e dagli angoli più remoti della nostra terra, arrivano nove dj con le loro valigette di dischi, piene di chicche e grandi classici della musica nera per farvi scatenare dal pomeriggio fino a notte inoltrata.
La formazione è composta da: PapaceccioDj GoffryMaurizio ZaioSandro LittiJamanøFabio ZorlakManuel PantuFrancesco Paco Sponziello e Vito Santamato.

Durante la serata, il live painting di Massimo Pasca. Nato per improvvisare, dipinge dal vivo in compagnia di musicisti e dj, ascoltando la musica, le chiacchere della gente e rararmente il silenzio. Figlio di un barocco psichedlico è velocissmo nel comporre forme fatte di fitte linee nate per gioco, faccie e occhi che ti osservano.Mentre da dentro si autosservano.

Nell'area Vintage & Vinyl, artigiani e collezionisti di dischi espongono le loro creazioni e i loro vinili. 

Nata con la voglia di riunire i dj pugliesi che suonano black music nelle sue diverse sfaccettature e di far conoscere all'esterno della regione la presenza di un importante movimento legato alla musica afroamericana, l'Apulian Black Connection è giunta alla sua terza edizione. Un progetto ideato da CotrieroBlamus e Vito Santamato, che ha visto nel corso delle precedenti edizioni l'avvicendarsi di tanti dj pugliesi uniti dalla passione per la musica nera e ha avuto l'onore di ospitare mostri sacri come Eddie Piller, Ghemon, Ice One. 


L'ingresso è libero.

Scritto sull' "Op Op Riddim", prodotto dall’etichetta indipendente Rising Time Label, "Usa il Cuore" è il nuovo brano, accompagnato da video, del poliedrico artista Manlio Calafrocampano.

Il testo esprime un messaggio diretto ed ha un significato profondo e speciale: "In questo periodo storico che tutti noi stiamo vivendo, messaggi e liriche positive come queste possono aiutarci a mantenere vivo l'amore e a continuare a credere in un mondo migliore. Usa in Cuore è la parola magica che con la sua forza può aiutarci a superare tutti i momenti difficili”. Su un incalzante levare newroots, il brano è un elogio alla Reggae music come portatrice di energia positiva per lo spirito.

Usa il Cuore è una produzione targata Rising Time Label , il video è stato girato presso RahStars studio di Londra, supportato dal portale Music in Black e dall’etichetta RedGoldGreen Label.

GUARDA IL VIDEO "USA IL CUORE"

 

Ritorna l'Apulian Black Connection (ABC), la famiglia di dj pugliesi uniti dalla passione per la black music, con l'appuntamento che precede il classico party ABC del 10 agosto.

Sabato 28 luglio, insieme a tanti dj provenienti da diverse province della Puglia, ci sarà KATZUMA aka DEDA.
Produttore, dj, pioniere dell’hip hop italiano con lo pseudonimo di Deda (Sangue Misto), Katzuma propone il suo progetto funk dalle tinte vintage e digitali allo stesso tempo. Un crogiuolo di suoni nel quale si riconosce l’amore per i vecchi vinili polverosi, che sfocia spesso nella disco e nell’house con un sound sempre originale e ricco di groove. Il risultato della sua profonda ricerca sono tre album e diversi singoli e remix per etichette discografiche di tutto il mondo.

Dalla Puglia con tanto groove, si alterneranno ai giradischi dal pomeriggio alla notte: Cloud DankoDomenico DjfonkytLa Bonnie DjDiego Quarta(aka DQ 423), Fabrizio Ragno ManniFrancesco Paco Sponziello e Vito Santamato.

L'appuntamento partirà alle 16.00 con un talk sulla black music e sul panorama musicale pugliese in cui interverranno la blogger e scrittrice Alessandra Margiotta (Music in Black), il giornalista e scrittore brindisino Ennio Ciotta e lo speaker radiofonico Michele Wad Caporosso da Radio DeeJay.

L'ingresso è libero.

Ad un anno dall'uscita della compilation Women in Black vol2, che vede protagoniste 20 voci femminili del panorama reggae, soul italiano e straniero, l’etichetta Rising Time Label insieme al portale Music in Black presenta il nuovo lavoro discografico "Op Op” riddim.


Tredici testi ,tredici voci maschili: un viaggio musicale con i colori autentici e originali di personalità musicali diverse. La riddim abbraccia i suoni incalzanti della reggae music; vi trovano posto atmosfere ricche di sfumature, melodie incalzanti e testi che trattano vari argomenti, con un unico denominatore chiamato “messaggio”.
Una tracklist tutta Italiana che vede la partecipazione di artisti provenienti da nord a sud della penisola: Chisco, Andy Mittoo, El V & Hueso Negro, Gamba the Lenk, Gillo, The Roots Corporal, Manlio Calafrocampano, Jamas, Hekima, Manzish, Luchano, Neekoshy, Rasdò.


"Op Op" riddim è prodotto e distribuito dall’etichetta Indipendente RisingTime Label, promosso dal portale ed ufficio stampa Music in Black.

 

LINK DIRETTO SPOTIFY:
https://open.spotify.com/album/7oUbYAsTj9b2lcehk7y7zQ?si=KfagzfPDQ0CZKVobTEaE9g


LINK AMAZON
https://www.amazon.it/Op-Riddim-Various-artists/dp/B07D9RQ161/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1527762898&sr=8-1&keywords=op+op+riddim

 
LINK ITUNES
https://itunes.apple.com/us/album/op-op-riddim/1388353086


-----

Alessandra Margiotta
Music in Black
www.musicinblack.org http://www.musicinblack.org/
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

-----

Rising Time Label

www.risingtimenews.com

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

A distanza di due mesi da 'Solo per lei' esce il nuovo video 'Sexy Lady' dell'artista materano Bobo Sind.

La canzone in stile dance hall, fa pensare all'amore, alla seduzione e nello stesso tempo al desiderio verso una persona. Un gioco di sguardi e di parole su un ritmo dove l'artista racconta l'incontro con una sexy lady che lo seduce ma Bobo Sind si trova sempre a suo agio di fronte a tutto ciò senza mai perdere il suo animo gentile. Il video è stato girato interamente a Parigi nei posti più belli e suggestivi della capitale francese.

La base è stata prodotta dal beatmaker Marco 'Guirie' Guerricchio. Il video invece è stato prodotto da Access-Tv Paris e diretto da Chris Courtine.

Con questo singolo continua il progetto 'Many Moods Of Bobo Sind': un nuovo ritmo mediante il quale il cantante vuole esprimere e condividere le proprie emozioni.

GUARDA SEXY LADY:

 

UFFICIO STAMPA

Alessandra Margiotta

Music in Black

www.musicinblack.org

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

MASTA P (KALAFRO) all’anagrafe Nicola Casile, torna sulla scena reggae-dancehall a 6 anni di distanza dal suo ultimo lavoro discografico.  

Il suo debutto risale al 2002, quando si fece fondatore del collettivo KALAFRO; un sound versatile che spaziava tra un robusto rap con influssi raggamuffin, reggae e rock in alcune sfumature. Un'esperienza decennale quella con i Kalafro, che lo ha visto impegnato su numerosi palchi di livello, tra festival ed eventi, con una discografia di 4 album inediti.

Dopo un periodo di pausa da live e studio, il singer torna ora con il nuovo singolo "NON SONO UN RUDE BOY", un brano in perfetto dancehall-style, un ritornello che subito risuona in testa e spinge il piede a tenere il ritmo. Un testo lover, che racconta di un infatuazione nata per una ragazza, tra le vibe di un party:  “Tutto quel che vuoi da me, e quello che io ti darò, Baby non perdiamoci di vista adesso che questo incontro di carne e di cuore ci tiene così che puoi, avermi tutto se lo vuoi, stanotte siamo solo noi, io non tradisco io non sono un rude boy”. Un’infatuazione che si spera possa trasformarsi in qualcosa di speciale.

Il brano è stato mixato e masterizzato da Peppe Cirino al Telegraph Road Studio, il video è stato curato dalla Eclipse Cinematic Production

Il video è disponibile dall' 8 Maggio sul canale youtube dell' etichetta  Rising Time Label,  con la promozione  del portale Music in Black.
"Non sono un rude boy" è disponibile in free download a questo link: https://goo.gl/zV7w3D

GUARDA IL VIDEO:

 

Mercoledì, 06 Dicembre 2017 15:14

"Good Feelings", il nuovo EP di TWENEBOA

Cantautore ed ambasciatore della musica reggae in Italia, Tweneboa in attività ormai da tempo nella scena Torinese, presenta il suo nuovo lavoro discografico "Good Feelings" disponibile dal 4 dicembre su tutti gli store digitali.
Sei tracce di ottima fattura, in cui l’artista sperimenta risonanze appartenenti alla black music, modulandole alla perfezione con un lavoro dalle mille sfumature e brani dal sapore reggae che si alternano a sonorità soul e che danno all’Ep un sapore originale e piacevole all’ascolto.
“Good Feelings” vanta due prestigiose collaborazioni che lo impreziosiscono, prendono parte al lavoro la grande voce di Raphael nel brano “Welcome” e Sista Awa nel brano “Good Feelings”.
L’ep è stato prodotto da Niam, mixato in collaborazione con Giacomo Pastore e masterizzato da Simone Squillaro.

Distribuzione e promozione a cura di Rising Time Label e Musick in Black.

Link Spotify 

https://open.spotify.com/album/1oUhcXrrX9NubtSB6ZBEMC

Link amazon
 
iTunes
Il termine ROMAMUFFIN unisce il raggamuffin (reggae dj style) al territorio di Roma e provincia ed unisce tutti i cantanti reggae operativi nella capitale e dintorni esibendosi su un tappeto musicale di riddim che la BACKING BAND suona per 5 ore fornendo gli assist giusti ad ogni artista..
 
 
L'evento è giunto alla 10^ EDIZIONE, e si terrà l’11 novembre presso il Loa acrobax, via della Vasca Navale n.6, a Roma.
 
Le caratteristiche principali di un concerto come il romamuffin sono la genuinita' della messa in opera, il sapore rustico e popolare che si percepisce già dai primi passi entrando nel centro sociale, la cooperazione di tutti i partecipanti e la professionalità dei musicisti garanti di uno SHOW UNICO NEL SUO GENERE.
 
Nel corso della maratona musicale potremo apprezzare le performance di alcuni artisti in versione acustica e folk tradizionale.
 
Il cuore e la mente di chi ha vissuto almeno una delle edizioni del romamuffin conservano indelebili lo scambio di emozioni che sorvolano le teste di migliaia di partecipanti.
 
Per chi non ha mai partecipato alla sagra questa è l'occasione giusta per gustare i differenti modi di interpretare la musica reggae degli oltre 30 cantanti che nella stessa sera saliranno sullo stesso palco.
 
Popolare, sociale, genuino, condiviso, semplice e unico come una sagra sa essere, il romamuffin è garanzia di qualità e quantità in un unico grande appuntamento annuale.
 
L’evento sarà trasmesso in diretta radio su www.radiosonar.net e in diretta live video su www.lab-tv.eu
 
 
Info e line up ufficiale dalle 22.30
 
BACKING RIDDIM BAND: Madhouse band
 
PRESENTA: Daje pure te (Lampa Dread e Sego)
 
DANCE HALL AREA: One love hi pawa
 
LINE UP CANTANTI DALLE 22.30
 
Zame, Alfio b., Rione roots, Wufer, Mattune, Sealow, Ma de ke sound, Tsunami massive, Rasta lady, Cami (jembe locomotiv),
Emilio stella (acustico), Kontramina, Wogiagia, Cammello, Rufino & Bonifax, Quajaman, Skasso, Inna cantina, Virtus,
Onde roots (acustico), Adriano b. (en solo), Baracca sound, Villa Ada crew, Rasta blanco e Rugantino, Manlio, Ras mat,
Sista tahnee, Ras santo, Sperla.
 
Ore 20.00 Cena popolare
Ore 22.30 inizio concerto
Ore 03.30 fine concerto
 
 
A seguire dance hall sul baracca sound system
 
 
 
 
-----
MUSIC IN BLACK – sito di informazione, ufficio stampa e promozione
sito: www.musicinblack.org

‘Lei’ è il nuovo brano corredato dal video dell’artista romano PAVESE Rudie in featuring con il cantante Attila.

 

Dopo il primo album da solita, Pavese si rituffa sulla scena reggae italiana con questa nuova canzone su sonorità dancehall dove i due Djs raccontano il loro sentimento verso la musica in levare, ovvero la più grande storia d’amore della loro vita. La Musica Reggae prende le sembianze di tante ragazze, tutte diverse ed ognuna con delle sue particolarità, proprio come è la musica.  La volontà del video, realizzato da Studio Capta, è quella di unire grafica e montaggio, colori e bianco e nero, leggerezza e coscienza.

Pavese Rudie e Attila si alternano alle ragazze in un gioco di colori e grafiche che sottolineano il mood fresco e potente del brano, minimale e curato, che riuscirà a far ballare tutti.

La produzione del brano è stata curata dall'artista stesso e registrato da musicisti della Banda Baracca, quali Roberto Sieli aka Robbie Dread al Basso, Edoardo Bozzo alla Batteria, David Shiny D Assuntino alle tastiere, Giampietro Jump Pica alla chitarra e Simone Arcangeli alla tromba.

 LINK VIDEO

https://www.youtube.com/watch?v=4pbTWFF4rtY&t=6s

Link: 

 

Facebook:

https://www.facebook.com/PaveseRudie/

 

UFFICIO STAMPA

Music in Black

www.musicinblack.org

 

Giovedì, 08 Giugno 2017 09:45

Intervista esclusiva all'artista ANDY MITTOO

A distanza di due mesi dall'uscita di Reggaeneration, che tipo di feedback hai avuto? Sei rimasto soddisfatto?
Ciao a tutti.
Si, direi che sono rimasto molto soddisfatto. I brani stanno piacendo molto e lo riscontro dalle numerose radio che hanno deciso di trasmettere i brani dell’EP. Anche radio americane.
Ho percepito una grande attenzione da parte dei media del settore anche grazie al supporto di music in Black per la promozione.
Un ottimo feedback l’ho anche ricevuto dal pubblico nei vari show in Italia e in Svizzera fatti sin’ora, accompagnato dagli Eazy Skankers.

A gennaio sei stato in Giamaica. È lì che hai concepito il tuo Ep? Quale insegnamenti ti sono rimasti dal soggiorno nella 'terra di Bob Marley'?
Il mio nuovo EP non l’ho concepito in Giamaica ma è stato sviluppato e terminato in Italia mentre soggiornavo sull’isola.
E’ stato prodotto principalmente da Andrea Bottaro (Eazy Skankers) ma vi è la partecipazione di altri produttori, compreso me, quali DJ Spike e Prinzy.
Si è iniziato a pensare alla realizzazione dell’EP dopo l’estate 2016 e verso fine anno si è presentata l’occasione di poter andare in giamaica e l’ho colta al volo.
Ho avuto la fortuna di andarci con Trish della Roots rockers la quale collabora da anni coi big della foundation.
Mi sono ritrovato quindi a stretto contatto con artisti storici come Ken Boothe, Marcia Griffiths, Bunny Lee, Big Youth e molti altri ancora.
Avendo avuto il privilegio di potermi interfacciare direttamente con loro parlando di musica e anche della mia ho ricevuto consigli ed apprezzamenti conversando con passione di musica reggae, della sua evoluzione, di curiosi aneddoti e su come farla.
Ritrovandomi quindi sempre ispirato la voglia di registrare nuovi brani non è mancata.
Fu Ken Boothe stesso ad acompagnarmi al Mixin’Lab di Kingston.
Un esperienza unica.

Sui social hai annunciato di essere al lavoro su nuovi progetti discografici, vuoi raccontare qualcosa?

Si, è vero.
Come ho detto prima, ho registrato dei brani in Giamaica che molto probabilmente faranno parte di un album che ho già intenzione di finire sempre a Kingston, JA. Tornerò quindi sull’isola di Bob.
Nel frattempo sto portando avanti altre produzioni interessanti con band europee e anche con artisti e produttori molto noti come Dennis Bovell.

Cosa pensi della musica reggae in Italia? Qual è il suo pubblico?

Mi dispiace solo vedere che alcuni eventi reggae non vedono la luce perchè magari il comune associa ancora il reggae alla droga ecc. Mi intristisce molto questa chiusura mentale che persiste.
Sento invece che c’è fermento in ambito artistico.
Continuano a fioccare nuovi cantanti e nuovi artisti ispirati alla Giamaica, e questo è un bene.
Io personalmente apprezzo molto quando sento un sound reggae contaminato da altri generi musicali.
Qui si può spaccare invece un pò il pubblico, voglioso di sentire il tipico sound reggae da un lato e quello più aperto a nuove sonorità dall’altro.
Mi limiterò a dire che bisognerebbe allontanare qualsiasi pregiudizio ed apprezzare l’arte e la musica per come è e per quello che riesce a trasmettere grazie al lavoro di artisti alimentati dalla pura passione.
“Music is Music” - Bob Marley
1LoVe

InizioPrec1234SuccFine
Pagina 1 di 4