Mario Ariano

Mario Ariano

Venerdì, 07 Agosto 2015 09:59

JAH CURE- THE CURE

Siccature Alcock, meglio noto come Jah Cure, salito alla ribalta per il brano con Sizzla “King in this jungle” e per il suo arresto nel 1998 dovuto a possesso di armi, rapina e stupro; dopo tanti ottimi album, a distanza di tre anni da “World Cry”, pubblica “The Cure”.

Tredici tracce tra ballate d’amore e poesia metropolitana, un  l’album che risente fortemente dell’influenza del pop e dell’R&B, come si capisce subito dalla prima traccia “No Friend of Mine”.

Tutte possibili hit le canzoni presenti in “The Cure” che ci consegnano Jah Cure in piena forma facendosi apprezzare per ogni sua sfaccettatura, dal sapore struggente di “Corruption”, “Life We Live” e “I Surrender” a quello che diventerà un classico del repertorio dell’artista giamaicano “Set Me Free” che brilla di luce propria.

“Made in California”, dal retrogusto rock steady, ha il sapore del mare e del sole e dopo l’ottima “Show Love” c’è spazio anche per una cover:  “All of Me” di John Legend.

Prodotto dallo stesso Jah Cure e da un team di producer illustri quali Christopher Sketch Carey, Clive Hunt, Limar Riff Raff Brown, Justin Jus Bus Nation e Trevor Baby G Washington James, “The Cure”  sforna un anthem dietro l’altra: “Still Remains”, “Other Half of Me”, “That Girl”,  “Rasta” e “Stay With Me” sono destinate a rimanere nella memoria collettiva.

Jah Cure torna in grande spolvero con questo nuovo album “The Cure” che lo riporta ai vecchi fasti e ad una nuova giovinezza, Mr. Alcock ha trovato la cura perfetta.

 

 

Giovedì, 06 Agosto 2015 12:25

KG MAN - HOT CHILLI REGGAE

"Hot Chilli Reggae" è il nuovo  EP di KG Man prodotto per Heavy Roots e concepito  tra l’Italia e la  Spagna.

Cinque canzoni e quattro collaborazioni per il cantante di adozione milanese con diversi importanti esponenti della scena reggae spagnola come Shabu , Green Valley , Lasai e Ganjah’r Family per un Ep che metterà d’accordo gli amanti della dancehall.

 

 

Mercoledì, 22 Luglio 2015 10:43

ROOTSMAN I - ON MY STEREO

Rootsman I  outta Train To Roots pubblica  un nuovo singolo “On My Stereo”   con la produzione esecutiva e artistica di Rising Time Production & Lion Pow, che ha dato alla luce un nuovo lavoro Bud Organizer riddim, che vede la partecipazione di artisti del panorama nazionale e non: Sista Namely, Rootsman I, Mistah Kayaman, Plata & Gamba The Lenk, Don Tippa, Giw.

“On My Stereo” dalle sonorità digital e new roots si ispira al Dub Organizer riddim la cui version originale risale ad Agustus Pablo.

 

Lunedì, 20 Luglio 2015 16:25

LEE SCRATCH PERRY'S VISON OF PARADISE

Lee Scratch Perry's Vision Of Paradise è un progetto unico nel suo genere e  vede raccontata la storia del leggendario musicista Lee Scratch Perry. Non si tratta di una semplice biografia, ma di  un documentario fiabesco.

Lee Perry è stato seguito per tredici anni  ottenendo così un  film che può essere visto  come una guida su come cambiare il mondo con la musica , con un atteggiamento positivo , mentalità o , come Lee Perry lo chiama , la vibrazione .

Lee Scratch Perry's Vision Of Paradise è stato presentato in anteprima il 4 luglio all’EastEndFilmFestival. 

Giovedì, 16 Luglio 2015 15:40

VIBRONICS - THE RETURNS OF VIBRONICS

Il titolo del nuovo lavoro dei Vibronics parla chiaro, “The Return of Vibronics” segna il ritorno sulle scene di Steve Vibronics e soci che pubblicano questo nuovo album per l’etichetta inglese “Scoops”.

Il collettivo di Leicester produce undici nuove tracce, alcune delle quali con featuring importanti a colorare il dub della formazione inglese.

Partiamo subito con la prima traccia, la conscious”Don’t Follow Babylon” con alla voce Soom T che si mette in luce per la misticità delle canzoni che ha sempre contraddistinto le produzione made Vinbronics.

La prima parte del disco è composta da tracce con ospiti, come la piacevole “Searching for Jah”, arricchita dalla presenza di Michael Prophet, che dà ancora più lustro ad una traccia di per sè già bella, o la successiva “Dub You Ready” con un altro storico artista della scena reggae inglese: Macka B.

Danman contribuisce con la sua voce in “Tribulation Dub”, mentre la ritmica più movimentata di “Babylon is dubbing” è arricchita dalla voce inconfondibile di Manu Messenger .

A chiudere il cerchio delle tracce con i featuring ci pensa “Jah Jah Dub” feat  I-Mitri.

Le restanti cinque tracce sono strumentali, dal caratteristico suono dub che ha contraddistinto negli anni i Vibronics rendendoli famosi in tutto il mondo; i bassi profondi caratterizzano “North & South”, “Divine Intervention” prosegue sulla stessa scia senza deludere, meno incisiva “Dub Observer”  ma allo stesso tempo con carattere.

E come finale “Humble One” e “Strengh & Power” che completano, così, il ritorno dei Vibronics.

“The Return of Vibronics”, a tre anni dal precedente “The French Connection” ci rimanda I Vibronics in forma smagliante, un album che mette in luce tutta la potenza, la spiritualità e i testi impegnati di una formazione che non è seconda a nessuno.

Bentornati Vibronics!!

 

 VIBRONICS - THE RETURNS OF VIBRONICS

 

 

Mercoledì, 15 Luglio 2015 16:59

NICO ROYALE - SUPERMARKET LOVE

L’artista bolognese, Nico Royale, ha dato alla luce il 10 luglio un nuovo singolo: "Supermarket Love". Il brano era stato proposto nel 2011 in differenti versioni, ora riproposto in una nuova versione, che vede gli arrangiamenti curati dal producer Keezy della famiglia Trumen, dando una nuova luce al brano in una veste molto fresca dove l’hip hop incontra i ritmi in levare, classico della musica di Nico Royale.

Aspettando l’uscita del suo terzo disco, il brano viene accompagnato da un video per il lancio del singolo.  

 

 NICO ROYALE - SUPERMARKET LOVE

Mercoledì, 01 Luglio 2015 10:32

PABLO RASTER - ART OF DUB

“Art of Dub” è il primo disco solista da produttore di Pablo Raster, artista umbro già frontman dei RasteR con all’attivo diversi album e tanti live, ora in veste di dubmaster in questo nuovo disco pubblicato da Elastica Records e masterizzato da Simone Squillario.

Undici tracce di un dub più vicino alla matrice elettronica che al rootz, l’album si caratterizza per le diverse collaborazioni come Dan I (Imperial Sound Army)  presente nella prima traccia “Word, Sound and Power”, che strizza l’occhio alle produzioni inglesi (vedi Zion Train).

Altra collaborazione illustre quella con Barry Isaacs che presta la sua voce in “Rejoice”, mentre al campano MrDill Lion Warriah tocca colorare “Love your Life” col suo classico stile rub-a-dub, in una traccia dove il basso pulsa, come nella successiva title track arricchita dalla presenza di Sandro Paradisi.

C’è ne quasi per ogni traccia, Pablo ricama ritmiche incalzanti e calde, mentre si alternano i vari featuring al microfono, vedi ad esempio “An lè Bolè” con Natty Sly oppure “Manipulation” con la fascinosa voce di Valentina Benaglia.

Dopo la dub version di “Manipulation” tocca a tre tracce strumentali, “Barumba”, “Open up your Mind” (che guarda verso oriente) ed “Enemies” , per poi chiudere in bellezza con il violino del polacco Violinbwoy in “Battle of Megiddo”.

Oltre al puro dub delle produzioni di Pablo, l’album viene valorizzato dalla
copertina del disco disegnata da Michael Thompson, artista giamaicano di fama internazionale.

“Art of Dub”, il nome del disco dice già tutto.

 

 

Venerdì, 26 Giugno 2015 09:30

MOA ANBESSA - "JAH FIRE"

Nuova produzione per Prince David e i Moa Anbessa che con “Jah Fire” danno alla luce il 20 giugno una nuova release,  registrata, mixata e arrangiata nello studio dei Moa Anbessa a Venezia.

Tre tracce: “Jah Fire” con al mic Prince David, la versione dub “Fire Dub” affidata ai Moa Anbessa e la versione strumentale della traccia  che potete trovare e acquistare su bandcamp.

 

 

 

Lunedì, 08 Giugno 2015 12:11

RANDY VALENTINE - STILL PUSHING

Pubblicato il primo maggio in tutto il mondo, il nuovo EP di Randy Valentine, “Still Pushing”, è stato prodotto da Hemp Higher & Ariwa Music ed è composto da otto tracce che mettono in luce il nuovo talento giamaicano.

“Still Pushing” si apre col canto a cappella della title track che parla delle lotte e della frustrazione di chi è meno fortunato, mentre il singolo “Wake the Town”, dal quale è stato estratto il primo video ufficiale, si caratterizza per la melodia e la brillantezza sonora.

"Mama Said" prosegue nella direzione del dubwise, le tracce di questo Ep sono, infatti, influenzate da generi diversi: dal reggae roots al rock-steady passando per il dub tutto arricchito dalla voce di Randy.

E ancora si prosegue con “Black Cinderella” che guarda al passato legando il reggae delle radici alla nuova scuola per poi passare a “The Question”, calda e solare, ma nella quale Randy si chiede dove sia l’amore.

Pubblicato il primo maggio in tutto il mondo, il nuovo EP di Randy Valentine, “Still Pushing”, è stato prodotto da Hemp Higher & Ariwa Music ed è composto da otto tracce che mettono in luce il nuovo talento giamaicano.

“Still Pushing” si apre col canto a cappella della title track che parla delle lotte e della frustrazione di chi è meno fortunato, mentre il singolo “Wake the Town”, dal quale è stato estratto il primo video ufficiale, si caratterizza per la melodia e la brillantezza sonora.

"Mama Said" prosegue nella direzione del dubwise, le tracce di questo Ep sono, infatti, influenzate da generi diversi: dal reggae roots al rock-steady passando per il dub tutto arricchito dalla voce di Randy.

E ancora si prosegue con “Black Cinderella” che guarda al passato legando il reggae delle radici alla nuova scuola per poi passare a “The Question”, calda e solare, ma nella quale Randy si chiede dove sia l’amore.

In “Still Pushing” Randy parla anche dell’amore per l’uomo e della ricerca del bene senza concentrarsi sul male, messaggi semplici, ma da molti trascurati che rendono tracce come “Consequences” e “Roots & Culture” un buon motivo per avvicinarsi a questo nuovo artista che chiude l’EP con una versione dub di “The Question”.

Prodotto egregiamente, “Still Pushing” ha tutti i numeri per far diventare Randy Valentine grande, perché le qualità dell’artista non si discutono, anzi si può solo che migliorare, rendendo ancora più cristallina e limpida la capacità comunicativa di Randy il quale seppur affronta temi semplici, lo fa con un grande cuore.

Randy Valentine, una strada lunga davanti a sé.

In “Still Pushing” Randy parla anche dell’amore per l’uomo e della ricerca del bene senza concentrarsi sul male, messaggi semplici, ma da molti trascurati che rendono tracce come “Consequences” e “Roots & Culture” un buon motivo per avvicinarsi a questo nuovo artista che chiude l’EP con una versione dub di “The Question”.

Prodotto egregiamente, “Still Pushing” ha tutti i numeri per far diventare Randy Valentine grande, perché le qualità dell’artista non si discutono, anzi si può solo che migliorare, rendendo ancora più cristallina e limpida la capacità comunicativa di Randy il quale seppur affronta temi semplici, lo fa con un grande cuore.

Randy Valentine, una strada lunga davanti a sé.

 

 

 

Mercoledì, 27 Maggio 2015 09:35

FRANCISCA - SOUL OUT

Francisca esordisce  ad aprile con il suo primo album “Soul Out” pubblicato per Love University Records / Self Distribuzione S.p.A e che vede la produzione artistica di Ciro “Prince Vibe “ Pisanelli , autore delle musiche. 

“Soul Out” è un disco robusto dove il reggae si mischia con il soul e la black music; l’album composto da undici traccie è aperto dal brano “Don't Play That Song”, super soul da pelle d’oca.

“La mia musica” è una dichiarazione di intenti, «non si ferma mai la mia musica suona forte già nell’aria», un brano biografico.

“Stronger” è veramente un pezzo forte che vede Kg Man accompagnare Francisca al microfono, poi si susseguono “It's All Right” e  “Lettera”, dal testo impegnato, veramente delle ottime produzioni.

“Too Young” rimanda ai mostri sacri dell’R&B anche perché Francisca con la sua voce non è seconda a nessuno!!!

“Nah Worry”  è una canzone delicata e raffinata mentre “No Money” inna?? rub a dub style sottolinea come la cantante fiorentina si trova a suo agio sia nel cantare in italiano che in inglese.

Sarà solo “Reggae”, ma Francisca sa come usare la sua voce ed è consapevole dei propri mezzi colorando ogni brano e rendendoli pieni di calore, come in “Rebel Rebel” col featuring della regina del reggae Mama Marjas, con la quale ha condiviso spesso il palco.

E come da buon disco reggae che si rispetti la chiusura dell’album è affidata giustamente alla dub version di “It's All Right”.

Quando colpisce la musica come nel caso di “Soul Out” suona forte già nell’aria perché Francisca ha talento e si sente.