Duppy

Duppy

Venerdì, 11 Maggio 2018 19:28

NUOVO VIDEO PER MANZISH "LA GIOSTRA" OUT NOW

Ci siamo ragazzi !! Il momento dell'attesa esclusiva è arrivato !! Vi presentiamo con grande piacere "LA GIOSTRA" video premier del secondo estratto da "WANANAY" The Meridional Flavour ! Big Up al nostro Manzish per questo singolo e per l'intero album che sappiamo verrà apprezzato da tutta la Reggae massive ! NAH MISS IT !! CHECK IT !!

 

Manzish Official

 

Massive! Qualcuno di voi ha forse perso qualche novità reggaeggiante importante che non può assolutamente mancare nelle playlist dell’estate 2018?!
Tante novità bollono in pentola per la nuova ed esplosiva stagione reggae alle porte ma una ve la vogliamo proprio segnalare con il cuore!

La Reggae Revolution Family abbraccia e diffonde con tutta l’energia e passione questo nuovo progetto musicale targato Rootical Foundation per l’affetto personale che ci lega da tempo e per il sostegno che questa band merita da sempre.
Dodici anni di storia trascorsa su palchi e studi. Dal 2006 pubblicano quattro album, specchi di profondi cambiamenti di gusto, stile e sperimentazioni musicali che nota dopo nota costruiscono un percorso che ha la propria identità e il propri colori.


Quelli del nostro Teo e della Rootical Band hanno i toni caldi del reggae tradizionale, quelli roots. In questo quinto album si affronta un nuovo step per segnare un punto della situazione e come dice il titolo stesso “Still Learning” accoglie l’idea di apertura totale a tutto quello che si può sempre imparare.  Affidandosi al talento del produttore Princevibe è nato questo progetto che presenta otto tracce, a cui si aggiungono una intro acustica e un intermezzo strumentale,  che rappresentano le diverse sfumature dello stile della band. 

Il riferimento alle radici roots reggae è forte, e ben si sposa a suoni più freschi e contemporanei, in pieno stile reggae revival.
La crescita personale nel proprio viaggio chiamato vita, la tutela dell’ambiente, la celebrazione delle culture reggae e della musica indipendente sono alcune delle tematiche affrontate. Tre invece le collaborazioni che vanno ad arricchire il sound e parliamo della traccia “Heroes” con Mis Tilla voce degli Earth Beat Movement. Pezzo energico dai potenti fiati e voce ragga interessante e ottima compagna per questo brano.


Un’altra lady è presente nelle collaborazioni. Naima, cantante della band funk nu-soul Black Beat Movement è presente in “Pirates Anthem”, singolo che ha anticipato l’uscita dell’album accompagnato da un video che vi consigliamo di andare a vedere.
La versione pirata underground ci è piaciuta molto!
Terzo Featuring dal titolo “My Way” con Acsel, voce della Reggae Rebel Band. Brano riflessivo che punta alla piena libertà di scelta del proprio cammino senza giudizi e PREgiudizi .


Un inno, una celebrazione, un ringraziamento doveroso a chi permette ad un artista di poter esprimere ciò che sente in un rapporto di  dare – avere senza eguali. La traccia è “Massive” e il motivetto “..I love the massive before the artist…” lo farete vostro come un piccolo grande dono!
E poi c’è “No Fear”. Splendida fusione tra un sound più old, sinuosa melodia vocale delle meravigliose coriste che apre la strada alla dancehall e ai suoni modernamente effettati. Trovare il giusto equilibrio non è semplice ma qui abbiamo il perfetto compromesso.


Una speranza, un appello o disperata preghiera. Oggi forse un utopia ma sarebbe bello se tutti vivessimo con il principio di restare sempre e comunque Umani. Quelli che rispettano le differenze e che vivono allo stesso modo che sia l’angolo “giusto” o “sbagliato” del mondo. E’ la traccia “Stay Human” a cui vengono affidate tali positive e possibili prospettive ed è quella che va a chiudere con “Still Learning” l’album. L’ultima è quella che da il nome a questo viaggio forse proprio perché, dopo una bella esperienza, si fanno delle valutazioni, si pensa ai ricordi con il sorriso e una languida nostalgia ti prepara già al prossimo orizzonte da vedere.


Noi auguriamo ai ragazzi dei Rootical Foundation di avere sempre la stessa umiltà e la stessa voglia di imparare ancora tanto perché se i risultati hanno queste forme e dimensioni, noi nel loro mondo ci troviamo a casa!
Still Learning è disponibile ai concerti della band e in formato digitale su tutte le piattaforme grazie alla distribuzione di Soulfire Artists quindi occhio al Tour e alle prossime uscite!

ASCOLTA I FEATURING CON ACSEL E MISS TILLA:

“Rootsafari” è l’esordio di HookaH & The Trenchtown Train, prodotto dal maestro del dub Paolo
Baldini. Un ep che arriva da lontano, perché i componenti del progetto sono presenti da tempo
sulle scene in altre vesti. Un lavoro che ha due ispirazioni fondamentali, due generi diversi che
tuttavia condividono il legame con la natura e il forte senso di spiritualità, e che si fondono in
queste cinque canzoni con una forte attenzione ai contenuti e ai testi.


Le radici di “Rootsafari” crescono per metà nel terreno fertile e meticcio del reggae, nelle melodie
che raccontano la forma più istintiva della libertà, il distacco dalla realtà e al contempo la ricerca di
un’espressione autentica di se stessi. L’altra metà affonda nella sabbia della surf music, illuminata
dai tramonti sulla spiaggia e legata al mare da un rapporto di simbiosi, da un contatto diretto e
profondo con la terra e, ancora una volta, dal senso di libertà trasmesso dal cavalcare le onde.

 


Surf e reggae, nonostante provengano da storie e culture differenti almeno quanto le figure
ritmiche che usano, fanno vibrare le stesse corde emotive e arrivano, pur con parole diverse, a
parlare all’anima in maniera simile. In “RootSafari” si mescolano ritmi in levare, armonizzazioni
vocali, sonorità riverberate e atmosfere da crepuscolo estivo. I contenuti sono la fotografia di una
presa di coscienza, influenzata dalle vicissitudini lavorative e personali, dal confronto con la
società, dalle vittorie e le sconfitte, e dai cambi di prospettiva e priorità maturati dalla somma di
tutte queste esperienze.

 

 

TRACKLIST:
1. The river
2. Earnin’ money
3. I’m lookin’ at the people in a different way
4. We’ve got the whip hand (never give up the fight)
5. Our creation
6. River of dub (dubbed by Paolo Baldini)

TRACK BY TRACK IL DISCO RACCONTATO DA HOOKAH: 

In Own creation c’è la mia visione della nostra esistenza, come individui e come parte di una
collettività. È frutto di un profondo viaggio in me stesso alla ricerca delle risposte e motivazioni
necessarie a ciascuno per poter trovare e vivere la propria felicità ed armonia: «Non c’è gioia se
questa non può essere condivisa, non c’è pace che non possa essere stipulata, la nostra esistenza
ha un senso solo se in comunione».


The river è una canzone a cui sono molto legato, connubio tra la surf/beach music e il reggae.
Racchiude confessioni e conquiste personali da condividere e trasmettere a mio figlio.


Earnin’ money affronta il tema della tolleranza tra gli uomini, parlando di accoglienza e della
necessità di ricercare sempre la verità, sotto la facciata che la società moderna ci presenta
quotidianamente in mille forme diverse.

Questo è il tema principale anche di We’ve got the whip
hand, che invita a utilizzare la tecnologia e i social network come strumenti per scopi positivi, con
l’attenzione a non diventare noi stessi strumento della tecnologia.


I’m lookin’ at the people in a different way affronta il cambio di prospettiva verso le opinioni e le
azioni degli altri, una sorta di “vivi e lascia vivere” che riconosce e rispetta le scelte e le decisioni di
ciascuno, quelle prese in base alla propria coscienza, che mantengono saldi i valori fondamentali
dell’umanità.
Chiude l’ep River of dub, la dub version di The river firmata da Paolo Baldini.

BIOGRAFIA:

Luca Valdambrini, in arte HookaH, livornese, scopre il reggae nell’adolescenza e suona per anni
con il Trenchtown Trio, interpretando in versione acustica i classici del roots reggae. La musica dal
vivo diventa presto il suo lavoro, non solo come musicista ma anche come organizzatore di eventi
con l’apertura, insieme al fratello, di un locale a Livorno, da dove si dedica alla promozione della
surf music. Proprio questo genere lo porta in giro per il mondo con progetti come The Pipelines e
Surfer Joe & his Boss Combo, mantenendo tuttavia anche interessi in ambiti legati al rock, al
garage/beat, alla psichedelia (Dome La Muerte EXP, Pam, Lupe Velez) e senza interrompere
l’attività del Trenchtown Trio. Nel 2015 inizia a lavorare su bozze di brani che condivide con altri
musicisti: il Trenchtown da Trio diventa un Train e approda all’Alambic Conspiracy Studio di Paolo
Baldini, che produce e mixa il disco.
Oltre a HookaH la band è composta da:
Fabio “Fab” Michelazzi, batterista della blues band Sexual Chocolate, musicista con uno spiccato
orecchio per il rock, il blues e la musica latina.
Rolando “Roli” Calabrò, bassista della storica reggae band di Livorno Guerrilla Farming.
Nicola “Mc Nikke” Venturini, organista e pianista molto attivo sulla scena blues, funk e folk con
nomi come Dana Fucks e Luke Winslow King.
Francesco “Blues” Luongo, chitarrista e compositore dell’Hanguitar Project, perfomer e busker di
carattere prevalentemente blues e funk le cui contaminazioni sono state fondamentali per definire
le sonorità del Train.
Marco “Blondie” Passerai, tastierista della reggae band toscana Soul Pirate, backing band per vari
artisti giamaicani e italiani, tra cui Chisco.

CREDITI:
Luca “HookaH” Valdambrini: Voce e chitarra
Francesco “Blues” Luongo: Chitarra
Rolando “Roli” Calabrò: Basso
Nicola “McNikke” Venturini: Piano e Organo
Marco “Blondie” Passerai: Tastiere, Clavinet, Rhodes
Fabio “Fab” Michelazzi: Batteria
Prodotto da Paolo Baldini presso Alambic Conspiracy Studio.
Registrato presso 360° Music Factory Recording Studio a cura di Andrea Pachetti.
Master a cura di Alex Marton presso First Line Studio.
Artwork: Tommaso Eppesteingher e Fred Lammers.
Photography: Sebastiano Bongi Tomà.
Layout: Lorenzo “Surfer Joe” Valdambrini.
All songs and lyrics by Luca Valdambrini.
Facebook:
https://www.facebook.com/trenchtowntrain/
Booking:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. -T: +39 347 1490186

 

 

 

 

Domenica, 06 Maggio 2018 05:08

JUNIOR V:SWEED VIDEO SESSION

Junior V ha 19 anni, canta, suona e arrangia la sua musica. E ha un talento da brividi. Lo scorso Marzo ha pubblicato il suo secondo album 'My Shelter' (SoulMatical) anticipato dal singolo 'Il Temporale', selezionato per le semifinali di Sanremo Giovani 2018. Questo, insieme ad altri brani estratti dal suo ultimo lavoro in studio (accompagnati anche da alcune chicche tra cui due cover di Ben Harper e Bob Marley) sono stati risuonati insieme alla sua band, in un live intimo intitolato Sweed Session, disponibile sul suo canale Youtube

GUARDA LA SESSION DI JUNIOR.V:

                                                                                              

 

1-MICAH SHEMAIAH – ROOTS I VISION

2-BENJAMMIN – SONS & DAUGHTERS SHOWCASE

3-VARIOUS – FROM THE VAULTS VOL. 1

4-THE DUBBEEZ – PEACE, LOVE & DUB

5-KING KONG – REPATRIATION

6-LLOYD PARKS & WE THE PEOPLE – MEET THE PEOPLE

7-ROYAL SOUNDS – BURNING INSPIRATION

8-VARIOUS – H.I.M. TEACHINGS

9-DEVON CLARKE – CALL ME BOBO SAW

10-ALBOROSIE – SOUL PIRATE ACOUSTIC

11-EXCO LEVI – NARRATIVE

12-VARIOUS – BOBBY DIGITAL – X-TRA WICKED: REGGAE ANTHOLOGY VOL. 1

13-VARIOUS – BOBBY DIGITAL – SERIOUS TIMES: REGGAE ANTHOLOGY VOL. 2

14-ROMAN VIRGO – LOVESICK

15-VARIOUS – WORLD OF RIGHTEOUSNESS RIDDIM

16-ALPHEUS – LIGHT OF DAY

17-TOMMY MCCOOK & THE AGGROVATORS – SUPER STAR DISCO ROCKERS

 

 

 

 

  18-VARIOUS – TOP SHELF RIDDIM  

19-MOJA – ONE

20-VARIOUS – SAD SONG RIDDIM

Fonte: https://www.reggae-vibes.com

 

 

 

                                                               

1 - DON’T MAKE ME WAIT – STING FEAT. SHAGGY – INTERSCOPE 

2 - BURNED – ETANA – FREEMIND MUSIC

3 - LEAVE YOU ALONE – IKAYA FEAT. JESSE ROYAL – VP RECORDS

4 - MY KINDA GIRL – BERES HAMMOND – JAMBIAN MUSIC

5 - YOU ARE GOD – GEORGE NOOKS – TADS RECORDS

6 - ONE CHANCE – I-OCTANE FEAT. GINJAH – FOOTSTEPZZ RECORDS

7 - LEGEND – CHRONIXX – SOUL CIRCLE MUSIC

8 - SPEAK LIFE  – DAMIAN “JR GONG” MARLEY – REPUBLIC RECORDS

9 - BURNING – KOFFEE – UPSETTA RECORDS

10 - STILL A WORK  – DILLGIN – WALLSTREETZ RECORDS/INSIDE RECORDS

11 - HALLELUJAH – TONY CURTIS & CHARLY BLACK – TRUCKBACK RECORDS

12 - GO FREDDIE GO – FREDDIE McGREGOR – BIG SHIP PRODUCTIONS

13 - WEAK TO YOU – DEXTA DAPS – DUNWELL PRODUCTIONS

14 - LEAVE PEOPLE BUSINESS ALONE  – CHRISTOPHER MARTIN & ROMAIN VIRGO – YOUNG BLOOD RECORDS

15 - THIS IS THE LOVE – DA’VILLE – PURE MUSIC

16 - MEMORY LANE – PROHGRES – BIG LAUGH MUSIC/SASAINE MUSIC

17 - I CAN – CHRONIXX – SOUL CIRCLE MUSIC

18 - FEEL GOOD – JAH9 – VP RECORDS

19 - BEAUTIFUL (LOVE WHO YOU ARE) – KONSHENS – 21ST HAPILOS

20 - NAH STRESS – ROMAIN VIRGO – NOTIS RECORDS

21 - BOUT NOON – PROTOJE – MR BONGO MUSIC

22 - EYES ARE UP ON YOU – THIRD WORLD – GHETTO YOUTHS INTERNATIONAL

23 - TELL ME WHY – TARRUS RILEY – TROYTON MUSIC

24 - KAUGHT UP – KABAKA PYRAMID – GHETTO YOUTHS INTERNATIONAL

25 - LIVING IT UP – DAMIAN “JR GONG” MARLEY – GHETTO YOUTHS INTERNATIONAL


Fonte: https://www.reggae-vibes.com

 

 

                                                 

La big Family di Reggae Revolution invita tutta la massive a gustare tutto di un fiato un bel prodotto fresco e frizzante dal sapore tipico meridionale. Da oggi disponibile sui maggiori store digitali e in copia fisica per voi “ WANANAY- The Meridional Flavour” secondo album dell’artista calabrese Manzish. 

Dopo la recente pubblicazione dell’EP trap “Uomo Ombra” e a qualche anno dal primo disco “Da Catanzaro a….” l’artista presenta un nuovo progetto tutto da ballare ma non solo. La calda e decisa voce di Massimiliano Cubello, in arte appunto Manzish, scandisce ad ogni nota pensieri e concetti tutt’altro che superficiali.  Il flow è potente, diretto e veloce e non lascia dubbi sulla sua posizione rispetto a determinate circostanze che tutti noi viviamo e spesso ciecamente accettiamo.

Specchio della realtà che lui stesso vive, questo album fa un giro completo attirando a sé tutte quelle esperienze positive e negative che fanno solo crescere e riflettere.
Come in una “Giostra”, titolo del primo brano del disco, ad ogni giro ci chiediamo cosa resterà di quello precedente in cui hai visto persone salire per poi scendere subito, quelle che nonostante i capogiri si sono aggrappate cercando di godersi anche i momenti di estrema vertigine e quelle che sulla giostra ci sono ancora e siedono accanto a noi. 

Il reggae più classico fa da apripista a un percorso che presenta ritmi più movimentati tipici della dancehall e tendenze musicali attuali.
“Massive” infatti è un chiaro inno alla voglia di divertirsi senza freni né inibizioni in cui il l’MC incita la folla con “Vi voglio caldi caldi !!” e si balla fino all’alba. Stesse colorite vibes per “E.C.C.A” acronimo di Estate Calabrisa Come Again. Una cartolina in cui tuffarsi e ritrovarsi nelle splendide spiagge del Sud Italia in cui l’abbronzatura va a braccetto con l’istinto di far dondolare i fianchi.


Per tutte le ladies una simpatica dedica in “Punany” senza scendere nella volgarità che un termine può esprimere. Semplicemente un omaggio a quello a cui un uomo non potrà mai rinunciare!
E se nella vita non sai dare una chiara definizione o giustificazione ai tanti mutamenti giornalieri del tuo stato d’animo, il nostro Manzish una risposta ce l’ha e te la spiega in “Bipolare”. Se pensi che dietro di te ci sia la fila allora sei uno, nessuno e centomila!


Brani più riflessivi in cui si toccano le tematiche dell’amicizia, del coraggio di andare avanti sempre e comunque a testa alta e dell’orribile sensazione di essere solo e senza legami nonostante la lunga lista dei profili vuoti dei social li troviamo nei brani “Life Struggle”, “Perdersi di vista” e “Dove sei?”. Quest’ultimo vede la partecipazione del doppiatore e speaker Roberto Palermo.
Un album ricco di spunti da snocciolare e domande alle quali siamo chiamati tutti a confrontarci.  A volte invece c’è bisogno di un terapeutico sfogo per farci sentire meglio e probabilmente l’unica persona che può capire quello che senti è proprio quella che vedi riflessa nello specchio. E’ la conclusione dell’ultima traccia dal titolo “Senza risposte” che non a caso chiude anche l’album.


L’espressione personale del proprio percorso che cammina accanto alla professione di un artista coincide con la stesura del brano “Seconda stella a destra” e quasi sicuramente con la maggior parte dei cantanti che vedono nel microfono il loro personalissimo psicologo. Pezzo intimo che fa il punto della situazione affettiva, lavorativa e artistica.
Dieci brani che nascondono delle belle sorprese… occhio alla bonus track!
Il progetto è  autoprodotto dallo stesso artista in collaborazione con la giovane label Rebel Noise Productions del cantante e producer Acsel, colui che ha curato tutte le strumentali di questo disco, e Ciro Princevibe, che si è occupato di tutta la parte di missaggio e mastering.


Tutte le tracce sono state registrate da Catchy al Greezzly Studio di Milano mentre l’intera grafica è a cura dello stesso Manzish alias Vurpigno Design.
Per maggiori info e per le date live  vi consigliamo come sempre di mettere un bel Like sulla pagina dell’artista e supportare come noi la buona musica.
http://manzish.wixsite.com/manzish
Un grandissimo Big Up a Manzish, alle sue produzioni. Un Big Up alle buone vibrazioni!  

PROMO:

Il nuovo lavoro della Crew milanese Militant Warriors è dedicato  a tutti i migranti, ai profughi, ai richiedenti asilo, ai morti nei nostri mari, a chi cerca di integrarsi e a tutti coloro che nel'Europa vedono una speranza.


Il progetto muove i suoi primi passi durante le serate "RedGoldandGrill" con la collaborazione di diversi artisti e come spesso succede gli artisti e i produttori si muovono gratuitamente mettendo a disposizone loro stessi e le loro doti.
Anche in questo caso  tutti i ricavati dalle vendite sui digistore e il 10% dalle stampe verrà devoluto alle associazioni (refugees welcome italy & "casain movimento") che si occupano di integrazione e accoglienza.


Attraverso le leriche contenute in "All Tribe Are Welcome"si vuole contrastare la disinformazione ed  estirpare il concetto della diversità promuovendo un messaggio di uguaglianza e rispetto tra esseri umani, acquistare questo lavoro significa contribuire in modo attivo e positivo.


In questo riddim hanno collaborato: Perfect Giddimani, Jose Perez (horn), Feras Dread, Galas, Mr.T.O., Bunna, Marco Grisetti (guitar), Emanuel Qadamawi, Mannaroman, Prince Alla, Gabry Tbone (horn)

Questo lavoro si suddividerà in 2 capitoli, riddim che nel secondo capitolo ascolteremo con un arrangiamento diverso a cura di Tbone. Da questo lavoro trovate tutte le tracce su tutti i digital stores ufficiali (itunes google+ spotify etc.) ed è in attesa l'uscita anche un DISCO (vinile 12″INCH 45) DISCOMIX: al mic from Kingston, Prince Alla con Global unity e horns version di Mr Tbone dei Rootical foundation, mentre sul lato B ascolteremo Feras Dread from Submission sound system (Marocco) con Drumbeat for love con version a seguire. Il vinile è in prossima uscita, seguite i profili social di Militant Warriors Promotions per rimanere aggiornati.

Best regards:
selecta, singer & producer reggae roots, culture and dancing moods  
Militant Warriors promotion & RasDanyI INFO:

https://soundcloud.com/officinainlevarev1

https://soundcloud.com/militantwarriors-p

http://www.facebook.com/militantwarriarspromotion  fanpage

e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Tel.+393475710235 per info

GUARDA IL PROMO :

 

Lunedì, 05 Marzo 2018 15:49

RADICI #1 [DUBFILES] IL DOCUFILM

Radici#1 non è solo un reportage sulla dub music - è un viaggio per indagare sulla nascita di un genere musicale che porta con se usanze e peculiarità specifiche - è un racconto di singoli individui che vivono e supportano questa cultura musicale in modo differente - è una ricerca nel presente per comprendere il passato e il futuro di questa musica.


Abbiamo deciso di iniziare il nostro viaggio partendo da Pordenone facendo una prima introduzione sul genere in modo da dare delle chiavi di lettura chiare sul tema. Dopo questa tappa inizia il nostro percorso vero e proprio attraverso la Sicilia alla scoperta delle piccole realtà presenti nel territorio che da anni supportano la resistenza della scena musicale Roots e Dub legata alla costruzione e la diffusione del Soundsystem come mezzo di comunicazione.

Produzione: Ragusa Underground Movement

Riprese e Montaggio: Gianfranco Turco

Produttore esecutivo: Francesco Frasca

Grafiche: Adriano Ciarcià

Traduzione a cura di: Monica Bertino

Musiche: Dubeast

Con: Paolo Baldini

RUM (https://www.facebook.com/ragusaunderg...)

Ambassador Culture (https://www.facebook.com/AmbCutRecords/)

Dubeast (https://www.youtube.com/channel/UCAKq...)

GUARDA IL VIDEO:

 

 

Il BABABOOM è lieto di annunciare i primi grandi nomi che calcheranno i palchi del festival, che si terrà sempre sulla spiaggia di Marina Palmense a Fermo dal 17 al 22 luglio.

Principale protagonista di questa edizione sarà la band giamaicana Inner Circle, che solcherà il palco principale in occasione del suo 50esimo anniversario regalando al pubblico una miscela di early reggae, roots reggae e musicalità crossover. La band, fondata nel 1968, conta 25 album e nel 1993 la vittoria del prestigioso Grammy come “Best Reggae Album” con “Bad Boys”.

Dai veterani giamaicani alle nuove generazioni di reggae europeo: Taiwan Mc, direttamente dalla Chinese Man Records, dopo il successo del suo ultimo album “Cool&Deadly” e un tour che lo ha portato in giro per tutto l’inverno, approderà sul palco del Bababoom con il suo reggae digitale abilmente arricchito da rap e dub; sempre dalla Francia arriva il polistrumentista Manudigital che, insieme al synth Casio MT40, ha regalato al pubblico reggae live sessions memorabili, aggiudicandosi milioni di views in tutto il mondo; sarà in compagnia del cantante Bazil, pupillo francese della scena underground.
Dub, Reggae e digital sono gli ingredienti principali anche delle musicalità spagnole di Iseo & Dodosound, usciti nel 2017 con il nuovo album “Roots in The Air”, dove il minimalismo musicale si incontra con l’incantevole voce di Iseo.
Un’edizione che regala debutti importanti e tante riconferme gradite: La Dancehall Area sarà animata da Pakkia Crew, Pushman, Labo Sound, Shanty Crew, Mr. Joint e tanti altri; la Dub Area vedrà alternarsi ai controlli Dubandground, Rise & Shine Sound System, Double Spliff ft. Mannaroman e Shabadà Sound System e tanti altri!

Il Bababoom Festival, come ogni anno, è pronto ad accogliere le giovani realtà emergenti dandogli la possibilità di esibirsi sul Main stage. Le iscrizioni gratuite al Bababoom Band Contest sono aperte dal 1 Febbraio e il premio alla band vincitrice sarà del valore di 800 euro, assicurando la partecipazione all’edizione successiva e la promozione di un tour di 4 date nel territorio italiano.

All’interno del festival ci sarà un ampio spazio dedicato a stand artigianali ed etnici, per i quali è ancora possibile la prenotazione sul sito ufficiale del festival.

Il Bababoom ospita un pubblico proveniente da tutta Italia e anche quest’anno assicura il servizio del Bababus all’interno del quale è previsto il viaggio andata e ritorno dalle principali città italiane e l’abbonamento completo con camping incluso.

Dal 17 al 22 Luglio siamo pronti ad ospitare ogni reggae lover nella splendida cornice di Marina Palmense, dove musica, familiarità e mare sono gli ingredienti principali di un’esperienza arrivata ormai alla sua settima edizione. Per assicurarsi il Ticket scontato avete ancora tempo fino al 28 Febbraio:

Ticket Full + Camping 60 €
Ticket Full + Camper 120 €

Per tutte le info potete consultare il sito www.bababoomfestival.it o scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

InizioPrec12345SuccFine
Pagina 1 di 5