RasAle

RasAle

Prima di vedere il video c'è da comprendere cosa significa #CrimeFreeChristmas , in assoluto una delle campagne più coinvolgenti per fermare il crimine sull'isola. Ben Venga per fermare i furti ed omicidi durante le feste natalizie con la presenza massiva di turisti.

Partita un po in sordina poi pian piano con artisti di primo piano sta guadagnando tanto spazio mediatico grazie alla splendida iniziativa.

 Un vero è proprio movimento mediatico che coinvolge una dozzina di artisti giamaicani e musicisti che prestano le loro voci ad una campagna musicale taggata #CrimeFreeChristmas, per affrontare l'ondata di criminalità che interessano la Giamaica..

 

Non solo cantanti famosi ma produttori di bevande Wisynco - attraverso i loro marchi Tru-Juice, Boom, Bigga e Wata Telecommunications firm FLOW, the Jamaica Biscuit Company, e roofing manufacturers Tropical Metal Products Ltd. Other companies include TVJ, Jamaica Observer, Innovative Signs Ltd, Hose Specialists & Accessories Ltd, Northern Caribbean University, and From Thought to Finish Ltd.

 

Tutti sono i benvenuti a #CrimeFreeChristmas basta salire a bordo ed anche solo condividendo si può partecipare attivamente al progetto.

 

Per avere un isola senza crimine in questo periodo speciale di Natale ci provano il chitarrista e produttore Lamont "Monty" Savory, Tessanne Chin, Tarrus Riley, Duane Stephenson, Protoje, Chronixx, Christopher Martin e DMajor, Busy Signal, Agent Sasco (Assassin), Konshens e Tifa Saranno 12 in tutto


"Come musicisti e artisti, non possiamo combattere direttamente il crimine, ma possiamo usare la nostra influenza per aiutare i cuori e le menti al cambiamento. Il nostro messaggio è quello di incoraggiare e ispirare le persone a fare quello che possono, al fine di affrontare il problema del crimine nella società ", ha spiegato Savory.

 

La campagna avrà un nuovo artista ogni giorno (escluso la domenica) per un periodo di 12 giorni. Il pubblico è invitato a condividere on-line la campagna utilizzando l'hashtag approvato (#CrimeFreeChristmas), come Savory spera, la campagna sarà virale.

 

 

 

 

 

 

Se tutti abbiamo seguito la vicenda del trasferimento di Kartel, a noi è piaciuto approfondire e mettere insieme un enorme puzzle di indizi degli ultimi mesi che condurrebbero se incastrati bene ad un incredibilmente ed unica vicenda scioccante.

Si è voluto mettere una pezza per fermare qualcosa che ha indignato l'opinione pubblica. Intendiamoci, la pura verità non la sapremo mai, siamo però molto vicini a farci un idea circoscritta sul perché improvvisamente Vybz Kartel, viene trasferito in un carcere definito più sicuro.

Tutti sapevano quello che stava succedendo, ora il Governo Giamaicano tace, secondo Ninja Man, le autorità hanno quindi improvvisato molto rapidamente quand'era tutto compromesso e lampante.

Sul web e sui social spopola la notizia di una prima accusa di contrabbando di cellulari, poi prende piede sempre di più la strada che porta alle sue registrazioni. Ci si chiede quante ne ha potuto registrate prima di essere arrestato ?

Dopo più di due anni.... tutto questo tempo Kartel, poi viene accusato da un suo collega di continuare a dominare le classifiche dal carcere e questo non sarebbe giusto ?

C'è anche e soprattutto un caso di guerra tra rivali, ripresa davanti alle orecchie di tutto il mondo, secondo Ninja Man. Gully e Gaza hanno ripreso a fare Diss e per di più pubblicandoli a ripetizione, la situazione è diventata palese, visto che uno dei principali protagonisti sta rispondendo da dietro le sbarre.

 

Questo svelerebbe che Vybz Kartel registra da dietro le sbarre, forse non solo tramite uno telefonino, magari il più recente come voci raccontavano.

Sicuramente accedeva allo studio di registrazione del programma di rieducazione.

Sta di fatto che Ninja Man tocca un altro punto fondamentale che fa accendere la lampadina !

“Kartel ha risposto ad un recentissimo Diss di Movado, la tempistica, il riddim ed il modo in cui è stato registrato, non poteva appartenere alle sue vecchie registrate prima della condanna a vita.

 

 

 

In previsione dell'alta stagione in arrivo è assurdo che la polizia locale non rilasci più permessi per qualsiasi party o bar.

Oltre la mezzanotte bisogna andare nei club per continuare la serata, penalizzando gli show live a cui siamo stati abituati da sempre.

Un punto interrogativo resta sul Rastafari Roots Fest la seconda edizione della Cannabis Cup in Giamaica è confermata dal 9 al 13 Dic a Long Bay, speriamo non abbia alcun problema.

Intanto la causa e le voci crescono, per fermare questo silenzio straziante, tra i frequentatori dei roots party sulla spiaggia c'è anche un mito della musica in levare.

Stiamo parlando di Lee Scratch Perry puntuale e presenti per i migliori show in Negril, lo si incontra spesso sulla spiaggia.

E' voluto essere il portavoce della povera gente registrando questo video. Nel modo in cui si contraddistingue ha espresso la perplessità del Governo nel non intervenire a Negril, un posto turistico dove tante famiglie sopravvivono grazie alle feste.

 

La musica non manca ma dopo le 24 si spegne.

FIRMA la petizione qui

https://www.change.org/p/minister-of-tourism-help-save-negril-jamaica-entertainment-industry

 

LEE PERRY FREE THE MUSIC NEGRIL

 

 

E' stato organizzato un party a sostegno della causa

 

 

 

 

#notiziereggae

 

Appena uscito il film del velocista giamaicano Usain Bolt. Per i fans di tutto il mondo è già disponibile nei negozi digitali I Am Bolt il docu - film sulla leggenda dei nostri giorni.

Ma anche nei cinema di tutto il mondo, meravigliosamente collegati con il sito ufficiale, dove semplicemente potrete vedere in tutti i posti dove verrà proiettato e gli indirizzi dei cinema come una map di google dove si potrà comprare in formato home o in formato cinema.

Da qualche ora si è concluso il luogo toppete rosso a seguire la proiezione con la presentazione mondiale a Londra al World Premiere in Leicester Square.

Tra gli invitati, volti noti della musica reggae e dancehall e durante la lunga diretta si sentiva distintamente le canzoni di Vybz Kartel, Alkaline, Popcaan e Chronixx.

 Sean Paul era tra gli ospiti d'onore, ha sfilato sul red carpet.

Questo conferma il legame e l'impronta forte che l'uomo più veloce al mondo ha con la musica made in Giamaica. Se ben ricordate anche dopo aver vinto una gara si esibiva in passi dance in voga al momento.

 Naturalmente abbiamo inserito il trailer e speriamo di vederlo al più presto nei cinema italiani.

 

 

Trailer ita - I AM BOLT

 

Sulla pagina Ufficiale potete vedere anche il Galà completo di Londra

www.facebook.com/iamboltfilm

Un holding punta a rendere la Marley come la "Marlboro Marijuana". Il primo marchio mai registrato in Giamaica, si chiama come il profeta del Reggae.

La scelta del nome, già da sola ha sollevato polemiche intense che approfondiremo di seguito.

La reazione nella patria della superstar è stata accolta un po' in sordina se non fosse per l'intervento del Rastafari Millennium Council che sui social network è stata dura e forte con i commenti che non lasciano dubbi.

La famiglia Marley ha dato in concessione ad un team di ricconi americani l'uso del nome del padre.

Persone non Rasta hanno annunciato al mondo intero che il primo marchio di cannabis giamaicano avrà il volto di Bob Marley.

Diversi post accusatori del Rastafari Millennium Council, per aver concesso l'ora verde dell'isola in mano a dei speculatori stranieri

Secondo Bunny Wailer, l'unico in vita dei tre, ha raccontato che non è giusto chiamarla così.

Del gruppo fu quello che ebbe meno a che fare con la ganja. Sia lui che Peter furono arrestati per difenderne i principi.

Sul tema, la posizione di Bob era più tiepida e pacata, ... continua raccontando.... Peter Tosh fu l'unico ad essere finito in carcere per mezzo spinello che stava fumando e non volle cedere alla polizia finendo per sfidarla e poi come tutti sappiamo in carcere.

A questa premessa che fa realmente riflettere, si scopre oggi che ha commercializzarla saranno dei bianchi, affaristi senza scrupoli che non hanno nulla a che fare con Rastafari e per di più Americani.

Bob la definiva l'America come la terra di "diavoleria pura". Ma l’appeal ad un nome così conosciuto è maggiore e di conseguenza le vendite.

Sarà stata rispettata il tacito assenzio di Robert Nesta ?

Decisamente No secondo la comunità Rasta sull'isola e secondo voi ?

 

Domenica, 27 Novembre 2016 15:24

REBEL SALUTE VOLA A NY E CONFERMA LA GANJA YARD

Tony Rebel ha decisamente intensificato la promozione per il suo evento il Rebel Salute, con un evento promozionale, il lancio della prossima edizione 2017 in America.

A circa due mesi prima, è volato con parte del suo entourage, per il Milk River Restaurant e Lounge in Brooklyn, New York.

 L'unico Festival che si può fregiare del titolo di “Preservare la Musica Reggae” dallo scorso ha un asso in più da giocarsi . La Ganja Yard, chiamata “Herb Curb” dove lo scorso anno servito di apripista, già si vendeva liberamente erba dei quattro Parish della Giamaica.

Ve lo abbiamo mostrato lo scorso anno in un reportage esclusivo per chi volesse approfondire in basso troverà il link.

 Così il Rebel Salute, per la prima volta approda a New York, sicuro di avere tanto in più rispetto ai festival americani, ha le capacità di attrarre un pubblico sempre più eterogeneo.

 Finita l'era della one shot night all'Arena magica di Mandeville, è giusto che il festival si sia aperto ad un pubblico internazionale per continuare a diffondere i migliori valori che il reggae contiene.

 

Al suo interno non si mangia carne, non si vendono alcolici, gli artisti cantano solo testi puliti e dallo scorso c'è l' Herb Curb che allieterà la due giorni con ganja di altissima qualità e naturalezza.

 Ricordiamo che il Rebel Salute è uno dei pochi festival sull'isola di ispirazione Rastafari che può richiedere un permesso speciale per mostrarla e venderla ad uso spirituale.

 Lo spettacolo è stato confermato al Plantation Cove come per gli ultimi quattro anni. Prossi dettagli drl Rebel Salute 2017 saranno annunciati in un comunicato stampa Kingston ai primi di dicembre.

Gia sappiamo però le prime due stelle Anthony B che non si vedeva da anni e Tarrus Riley.

 

 

Gallery Completa HERB CURB 2016 – Esclusiva

herb-curb-rebel-salute.html?Itemid=219#!IMG_4059

 

Un incidente di percorso ha portato al cambio della location dello show di Natale migliore al mondo.

La location già gittata per un altro evento ha suscitato polemiche ed un po di disorientamento del grande dj Gt Taylor che ha dovuto verificare un nuovo posto sempre in Black River.

 A pochi passi da quella che è stata la sede da decenni c'è il Luana Sport Complex che ospiterà la manifestazione sempre più in auge e con un organizzazione perfetta.

Lo confermiamo personalmente lo scorso anno siamo stati al festival che ci regalato emozioni enormi con artisti giovani di primo piano e grandi nomi affermati.

 C'è un altra ragione che fa di questo festival un istituzione ed è quella che sostiene la Jamaica Cancer Society.

Ormai un appuntamento fondamentale per noi che anche quest'anno abbiamo chiesto l'accredito e che proveremo dunque a documentare con un reportage esclusivo.

 

 

GUARDA IL REPORTAGE DELLO SCORSO ANNO AL GT TAYLOR EXSTRAVAGANZA

http://www.reggaerevolution.it/component/igallery/photogallery/gt-taylor-extravaganza.html?Itemid=219

 

Siamo molto vicini a quest'iniziativa ma soprattutto a questa idea rivoluzionaria nata dalla comunione di due associazioni L'Arca e La Casetta.

Abbiamo visitato di persona e toccato con mano, il primo supermercato sociale che non ha secondi fini se non quello di aiutare i più bisognosi.

 Per ora 40 famiglie selezionate, venti del comuni di Bacoli e 20 del comune di Monte di Procida potranno fare la spesa gratuitamente. Ma vediamo come funziona.

 Ad ogni prodotto sono associati dei punti che si tramutano in ore lavoro, chi compra dovrà dunque ricambiare in volontariato.

Da un idea di Anna Gallo presidente dell'Associazione Onlus LA CASETTA che aiuta anche il Centro Miriam Makeba è nata questa idea super che ha dell'incredibile e che potrebbe grazie all'aiuto dei media aprire la strada a tanti altre iniziative similari.

 Un progetto pilota che La Casetta non esita a condividere a chi ne volesse proseguire il cammino.

A tutti gli operatori dell'Arca e della Casetta vanno i nostri complimenti sentiti.

 

 

 

More info

http://www.lacasettaonlus.it/

https://www.facebook.com/lacasettaonlus

 

Si chiama Rema il nuovo video singolo di Marcello Coleman. Uscito il 12 Novembre sulla rete e nella serata è stato presentato durante l'anniversario di Miriam Makeba al centro a lei dedicato in Castel Volturno.

Quale luogo migliore nel luogo dei migranti presentare una canzone che parla di Schiavitù. Come dice lo stesso Marcello “Al di là della porta finivano i sogni di unità di un popolo intero ... ...contro ogni forma di schiavitù...REMA che anticipa l'uscita dell'album ... PÓMMCH ' ...


REMA fissa il momento esatto in cui comincia la deportazione degli schiavi verso l'occidente e di come le cose ancora oggi non siano cambiate

iTunes: http://tinyurl.com/zz9ton2
Amazon: http://tinyurl.com/h23aarm
Google Play: http://tinyurl.com/hnftgrs



Marcello coleman : Voice, synth bass and programming
Massimo Gargiulo : Keyboards
Nathan Coleman : Electric guitar
Mix & Mastering By Francesco Giuliano at RedBox

℗&© Mr.Few


Testo:

… He had a dream … To the black mines , to the black mines of coal

Rema … rema rema … canta e rema … rema

Chànn' pijiàt' e shpàll' e p' dispiètt' chànn' attaccàt' pièr' e man'
ann' tiràt' e' femmn' a' rìnt' o' liètt' s'ann' t'nùt' pè shfizj' llòr … Zìtt' e

Rema … rema rema … canta e rema … rema Rowin' … rowin' rowin' … singin' rowin'

e quand' ch' vaje sòtt' p' parlà t' marchien' co o' ffuòc'
c'a' mòrt' dìnt' all'uocchij p' mmàr' k dulòr' … Zìtt' e

Rema … rema rema … canta e rema … rema Rowin' … rowin' rowin' … singin' rowin'

Chi vèn' a' sòtt' o' cuttòn' , Chi vèn' a' sòtt' o' caucciù
chi vèn' a' int' ò turrèn' nu ciàt' e nu pàrl'
chi còrr' ke catèn' còmm' fòss' èver' senza rarech' nu fà rummòr' p'a' scesa
'ngànn' un' p'ròn' na corda tesa , fuòc' int' a' nuttàt' t' scèt'
e t' scetn' e' llùcc ra gènt' e o' pàzz' k cànt', cà p' nuje rimàn' o' sòl nu schiararrà

They took our smile away ,they took our skins away
they took away the promise of a unity and put us inna dark

Ho lord , don't send us waves cos' the land is far and this boats our graves

A' tànn' a mo nun è cagnàt' niènt' , stessi ròtt' , stessi puòrt' , nun s' suppòrt'
nunv' n' 'mpòrt' , sèmp' è buòn' a' schiavitù

Rema … rema rema … canta e rema Rowin' … rowin' rowin' … singin' rowin'

To the black mines , to the black mines of coal

 

 More info su http://www.marcellocoleman.com/

 

Avevamo anticipato l'assurda situazione che sta accadendo a Negril. Dall'ultimo aggiornamento sono passate poche settimane ma la situazione è peggiorata drammaticamente.

Siamo ad uno stallo, la polizia ha smesso di concedere le licenze per show e sound perché causerebbero fastidio secondo la legge sul rumore.

Gli Hotel grandi e piccoli coalizzati, hanno creato un fronte comune, appellandosi ad una legge che lascia troppe interpretazione tanto da causare lo stop della musica prima di mezzanotte sulla spiaggia e dintorni. La fine della vita notturna e dei sogni dei turisti che non vedranno i loro beniamini dal vivo e nemmeno da una cassa di un sound.

In questi giorni una riunione tra tutti coloro che hanno a che fare con la musica al Roots Bamboo, la convergenza ha portato a questa petizione.

 

Firma anche tu qui  !

 

 

Di seguito la parte centrale della petizione tradotta in italiano.

" Si tratta di una breve lettera che spiega brevemente che cosa sta accadendo in Negril Giamaica in questo momento.
La polizia ha emesso un divieto di tutte le parti e gli eventi musicali che si svolgono in Negril. Se qualcuno chiede un permesso, è sistematicamente rifiutato. Per quelli già approvati ono stati ritirati , a volte giorni prima, quando il promoter ha già speso una fortuna per pubblicizzare l'evento.

La polizia ha confermato che c'è una battuta d'arresto sui permessi per Norman Manley Boulevard (Beach Road) e lo stesso avviene in tutto il Parish del Westmorland.

La decisione è accusato di essere venutostata presa dal commissario di polizia e confermata dalla Soprintendenza in carica di – Sav la mar .

Questo rifiuto di concedere i permessi causa la cancellazione di molti eventi, ma influenzerà i venditori, selettori, gestori dei locali, artisti, audio, fornitori, tecnici, società di sicurezza, agenzie di viaggio, audio / aziende di illuminazione, tassisti, gli inserzionisti , promotori e una serie di altri soggetti interessati che dipendono da intrattenimento per i guadagni."