RasAle

RasAle

Venerdì, 14 Novembre 2014 00:00

NO ALLO SFRATTO OCCUPIAMO PINNACLE !

Giunta insieme a Uwe Banton all'aereoporto di Napoli, siamo stati felici di aver conosciuto la nipote di Marley, gli artisti andavano a Bari per una conferenza sul Pinnacle ed una performance.
Pinnacle è il primo insediamento Rasta in Giamaica e nel mondo, la casa della musica Reggae e della cultura Rastafari. Il territorio riveste interesse importanza storica anche sotto un altro aspetto. Fa parte del patrimonio mondiale, come esempio di resistenza contro il colonialismo. Pinnacle è sempre stata una comunità auto sufficiente.

Conoscete ormai bene la storia del primo villaggio rasta, di cui più volte abbiamo denunciato la situazione critica e sostenuto sulle nostre pagine la petizione. “ Occupiamo Pinnacle “ è lo slogan significativo che ha ripetuto più volte durante la conferenza.
 
Cancellare quella terra significativa fare un errore irrimediabilei. Pinnacle era un esempio sostenibile, conosciuto come l'unico campo autosufficiente ed resistenza al colonialismo. Sfrattere Pinnacle significa cancellare le radici culturali e spirituali di isola che ha saputo poi diffondere al mondo intero un messaggio positivo ed rivoluzione spirituale.

Gli artisti proseguivano poi per Perugia per un altra con data organizzato grazie all'impegno di FARI (Federazione assemblee rastafari d’Italia).
 
 
 
 
 
Sarà indirizzata al primo ministro della giamaica PORTIA SIMPSON MILLER ferma lo sfratto da PINNACLE
 
 
Un ultimo testamento musicale vero e proprio visto che non è una raccolta o una collection. Tutti brani inediti accompagnati dai più grandi musicisti sull'isola. Una grande sorpresa che Holt aveva nel cassetto all'interno anche la voce di un'altro artista scomparso da qualche anno che ha scritto la storia della dancehall roots. L'album è stato registrato negli studi più famosi al mondo ed uscirà nell'estate 2015.
Un album, composto da canzoni registrate quattro anni fa da John Holt, è previsto per essere rilasciato la prossima estate dalla Tad International Record.

Tad Dawkins, responsabile dell'etichetta, ha prodotto l'intero album che è stato registrato presso niente di meno che negli studi Tuff Gong di Kingston.

Ciascuna delle sue 14 canzoni sono originali. Sono stati soprattutto scritte dalla mano di Holt che è stato sostenuto da un cast di musicisti eccezionali quali i batteristi Sly Dunbar e Style Scott, bassisti Lloyd Parks e Errol 'Flabba Holt' Carter, tastieristi Robbie Lyn e Franklyn 'Bubbler' Waul, chitarristi Winston 'Bo Pee' Bowen e Dwight Pinkney, il sassofonista Dean Fraser, trombonista Nambo Robinson e il trombettista Chico Chin.

La vera sorpresa e che c'è la voce di un altro pioniere scoparso il cantante Sugar Minott, che è stato fortemente influenzato da Holt ed ha contribuito ad i cori. Minott morì nel 2010.


Non resta che attendere quest'estate per un'ultima perla del cantante giamaicano.
 
 
 
 
 
 
Domenica, 23 Novembre 2014 09:50

MY SOUND È IL NUOVO ALBUM DI VIRTUS

Lo conosciamo molto bene attraverso “You can't lie“ una stupenda interpretazione del riddim prodotto da Reggae Revolution e Bdub dal titolo “Unity for a Man next Door” che celebrava il grande Dennis Brown. Virtus è chiaro ormai, anche attraverso il nuovo album, a talento da vendere. Non possiamo restare indifferenti nel presentarvi il suo sound e le sue nuove canzoni.Uscito da meno di un mese è ora disponibile il suo lavoro completo

 

Fuori ‘My Sound’ il nuovo album dell’artista Virtus anticipato dall’uscita del video del singolo ‘My Sound’ che ha dato il nome all’album.

All’anagrafe Federico Gidaro, nasce a Roma occupandosi di musica fin da piccolo abbracciando il reggae ed hip hop. Il disco è composto da quattordici tracce con la partecipazione di alcuni nomi noti: prima di tutto il rapper Tormento, e poi ancora WsW Wufer, Janahdan e Kg Man, nome oramai noto sulla scena reggae

]Uscito il 4 novembre si è subito posizionato al primo posto della top 100 degli album reggae Itunes.
Il disco è disponibile su tutti i digital stores ed è stato prodotto da RedGoldGreen e La Grande Onda.

 

Questa "You can't Lie“ sul riddim prodotto da Reggae Revolution e Bdub dal titolo “Unity for a Man next Door”

 

 

In una recente intervista, che precede le celebrazioni, Donovan Germain ha rivelato che ha due inedite canzoni di Garnet Silk e che vuole farle uscire al "momento giusto".". Il produttore della Penthaouse crede che ogni generazione ha un artiste unico che li rappresenta. Per lui, il cantante Garnet Silk è stato il caso più clamoroso dei suoi contemporanei.
"In poco tempo ha creato un enorme impatto sulla musica. Le sue canzoni sono ancora oggi un punto di riferimento", ha detto Germain.
 
Si ricorda il suo primo incontro con la Silk, poco più che un artista aspirante.
"Tony Rebel lo ha portato a Penthouse, intorno al 1990. Al momento che si faceva chiamare Bimbo", ha detto.

Il produttore non è stato colpito dal giovane al primo impatto, lo mandò a casa per "affinare le sue capacità".

"È tornato come il Garnet Silk che conosciamo. Sono diventato anche il suo manager," ha detto il produttore. "Era appassionato di quello che ha fatto. Sempre preparato e sempre a tempo."

Silk ha registrato diversi brani sull'etichetta Penthouse. Quindici sono stati editi sulla Garnet Silk: Album Collector Series e pubblicata un anno dopo la sua morte.

Questo set contiene alcuni dei successi più conosciuti dell' artista.
… Ma a quanto pare ce ne sono ancora due mai pubblicati !



fonte:
http://www.jamaicaobserver.com/entertainment/Silk-wraps-the-Penthouse_17990356

 

 

 

Segnaliamo una novità assoluta, una pubblicazione di una nuova rivista dedicata alla fede Rasta. Finalmente in lingua italiana è uno dei primi numeri di una serie dedicata agli Elders

La tradizione Rasta è ancora trasmessa oralmente, motivo per cui l'obbiettivo di Meditazioni Rastafari è quella di rendere accessibile anche a noi italiani, la testimonianza e l'esperienza degli anziani che altrimenti andrebbe persa o relegata a pochi. Seguiremo da vicino questo progetto interessante, un approfondimento assolutamente da non perdere.
 
 
Disponibile in italiano il primo volume di "MEDITAZIONI RASTAFARI", pubblicazione della Wisemind Pubblications, livicata alla raccolta ed alla diffusione degli Insegnamenti degli I-nziani Nyahbinghi.
Questo numero è livicato alla testimonianza del Patriarca Bongo Isaac.

RAS BONGO ISAAC,classe 1935, è uno tra gli Anziani più rappresentativi dell'Ordine Nyahbinghi. Sopravvissuto ad innumerevoli tribolazioni e persecuzioni tra cui quelle del "bad friday" nel 1963, l'Anziano Bongo Isaac è testimonianza vivente della resistenza del Rasta di fronte al potere oppressivo di Babilonia. I and I è onorato di essere il tramite per la condivisione di queste meditazioni.
Ringraziamo Ras Flako Tafari per la raccolta delle testimonianze, per il supporto tecnico e per la guida. Tutti i proventi delle offerte saranno interamente devoluti per il sostegno e la cura degli Elders.
Per info contatto Fb Wisemind Pubblications Italy.

Che le parole della nostra bocca e le meditazioni dei nostri cuori, siano accette alla TUA vista oh JAH RASTAFARI HAILE I SELASSIE I. SELAH.

Tanx to
Brother Dario Mezmur
Sister Elena Berhan
Brother Diego

Contatti https://www.facebook.com/diego.semenzato.1
Giovedì, 20 Dicembre 2012 00:00

HUNTIN – JAH FARMER

Sarà pronto nei primi mesi del 2013 il secondo album di Jah Farmer che sta suscitando sempre più interesse. Il giovane cantautore napoletano è attualmente al lavoro per ultimarlo nel nuovo studio.
Dalle prime due tracce uscite in questo mese, si comprende che spazierà ed accontenterà tutti i gusti con testi sempre molto conscious e basi che variano dal dub steppa fino alla dancehall. Guai ad non essere aggiornati con i tempi sui filoni musicali che incidono maggiormente.

L’obiettivo è creare come in “Huntin” una canzone solare, piacevole da ballare e con un tocco di saggezza attraverso semplici consigli dettati dall’esperienza.

Il video realizzato da Mad Productions è molto piacevole da vedere grazie ad un ottima fotografia ed una splendida regia. All’interno una speciale partecipazione. Ci riferiamo ad una amica ma soprattutto ad una grande dancer italiana Giorjah Left, attrice protagonista di questo vide-clip.

Guardatelo attentamente per scoprire le comparse, tra cui molti sound e media della scena napoletana, sempre più viva, che hanno creduto nel progetto e lo hanno impreziosito con la loro partecipazione.

Semplice ed elegante come è nello stile di RR.it ed in quello di Jah Farmer, vi auguriamo buona visione a tutti

Lunedì, 20 Ottobre 2014 13:51

TRAIN TO ROOTS - EVER REMIX

Ever’ in versione UK steppa "È il primo passo del viaggio che ci riporterà al nostro roots"

 

Dopo il successo ottenuto dall’ultimo album Growing, uscito lo scorso 1 di aprile, tornano i Train to Roots con un remix di 'Ever', track già contenuta nel disco, in versione UK steppa e con un video girato interamente durante la registrazione in studio.Il gruppo lo descrive così:
“Dopo l’esperimento musicale che è stato e continua ad essere Growing, sentiamo la necessità, l’esigenza quasi fisica di tornare a suonare il nostro reggae, il nostro roots reggae, quello che ci fa venire i brividi, che ci fa muovere dentro e fuori inconsapevolmente.
Ever in questa versione UK steppa rappresenta il primo passo in questo viaggio che ci riporterà a casa, nella nostra casa musicale, quella in cui ci sentiamo sicuri, caldi, coccolati, quella casa in cui siamo i Train To Roots che ci piace essere.”

 

‘Ever’ UK steppa remix si può scaricare gratuitamente da questo link:

 

 

TRAIN TO ROOTS - Ever (UK Steppa Version) RMX
Mercoledì, 01 Ottobre 2014 00:00

SUD SUDAN IL REGGAE CONTRO LA CRISI ALIMENTARE

L’ Organizatione delle Nazioni Unite afferma che 3,5 milioni, quasi uno su tre Sudanesi del Sud, si trovano ad affrontare una grave crisi alimentare. Così una reggae band locale decide di scrivere una canzone per tornare a coltivare la fertile terra.

Questo è l’esempio di come la musica reggae anche al di fuori della piccola isola caraibica, mantiene le caratteristiche portatrice di valori di musica. Invece di imbracciare le armi forse è meglio come suggeriscono i The Jay Family usare zappe ed aratri.

Il gruppo invita i giovani del Sud Sudan a considerare l'agricoltura un business, invece di violenza. E’ un modo per combattere la disoccupazione e generare reddito. Nella canzone il gruppo affronta la carenza di infrastrutture, come le strade, che possono vanificare chi inizzia una piccola impresa.

"Stiamo facendo concerti gratuiti in due stati, speriamo di viaggiare ed esibirci in tutti e 10 ," Lubang detto. "Lavoriamo duramente per fermare la guerra e sviluppare il nostro paese. Il futuro del Sud Sudan si basa sulla sua giovinezza. La fame è qualcosa che possiamo combattere. "

Nel video di “Stakal Shedit “vedrete i tre ragazzi indossare salopette di jeans e stivali di gomma con zappe giardino a tracolla.

L'obiettivo è quello di motivare i giovani a impegnarsi in agricoltura come mezzo per combattere l'insicurezza alimentare in Sud Sudan in un contesto di guerra civile.

"L'agricoltura è la spina dorsale di questo paese," ha detto Jay Boi, 23enne. "La terra in Sud Sudan è fertile. Se si guarda in giro tutto quello che vedi sono i camion portando in cibo da fuori del paese. "

 


 

 


Lyrics / Testo  :
“EYEEEEEEEEEEEE….
Youths, I believe we are energetic
With a new fresh mind in the new nation
I believe that we got a good soil
Rich and fertile for cultivation
But why do we really want to waste our time?
Till when do we really want to depend on them
Ehh
This laziness will kill us,
It’s going to destroy us,
We should be getting serious, everyday…
A bit by a bit is gonna make a bundle
Bada ma toria badibukura teretere
Ukuma, salatakun lenina sikat de… salatakun asan nina
dowuru ma niya… support, nasi ali indi niya fi kuruju
asan na raba bellet…eyeeeee.”

Sabato, 04 Maggio 2013 00:00

JAH FARMER feat LAZA MORGAN - BETTA DAY

Ad un mese circa dall’uscita del single “Betta Day” arriva anche il video, su quella che si prospetta una nuova hit di Jah Farmer. Se Huntin voleva solo far divertire questa volta si affrontano temi spirituali condividendo la traccia con una special guest...direttamente dalla Morgan Heritage Family

La canzone cantata a due voci con Laza Morgan, vuole trasmettere un messaggio di speranza e positività.
L’unica via per uscire dal inferno è credere ed avere fede in Jah.

Il video ancora una volta è stato realizzato da Mad Productions , prodotto da Reggae Revolution e Nah Deal

 

L'ultima produzione di RR.it - Un riddim in collaborazione con B-Dub