RasAle

RasAle

Giovedì, 16 Ottobre 2014 00:00

TRENCH TOWN: THE LAND FORGOTTEN - DOCUMENTARIO

Più di 2 milioni di persone visitano la Giamaica ogni anno. Il turismo è la più grande fonte di di reddito. Ma c'è un lato di Giamaica che la maggior parte degli stranieri non vedono mai. In questi quartieri vivono persone in estrema povertà. In nessun luogo dell’isola questo è più evidente quanto a Trench Town e Kingston 12, molto vicino al centro della città. Ma Trench Town è anche il centro nevralgico della musica reggae.

Ecco un nuovo documentario sul quartiere dove crebbero i The Wailers e tanti altri artisti ma questa volta non si affronta l’aspetto musica.

Oggi circa 25.000 persone vivono in Trench Town ed è un quartiere che è stata deliberatamente abbandonata dal governo. Le sparatorie tra bande rivali e la polizia sono molto frequenti. Trench Town è stato immortalato nella musica del suo abitante più famoso, Bob Marley.
Grazie a Bob ed alla sua musica persone provenienti da tutto il mondo hanno sentito parlare di Trench Town, ma pochi stranieri hanno mai messo un piede lì.

Grazie alla sua particolare storia, Trench Town è suddiviso in diverse "zone" ognuna con il proprio leader. E 'la guerra tra queste bande ostili che ha trasformato Trench Town in uno dei luoghi più pericolosi al mondo. Ci sono scontri a fuoco ogni giorno e ogni notte.

La Polizia stanno perdendo sempre più la giurisdizione sulle strade, sono costantemente coinvolti in sparatorie e ci sono molte vittime innocenti che si trovano sfortunatamente in questo scambio di fuoco.

Trench Town non è sempre stato il luogo brutale che è oggi. E 'stato originariamente costruito nel 1945 come un progetto di edilizia abitativa del governo e da allora così è rimasto. E 'difficile per i residenti più anziani ricordare quanto era bella la città di una volta.

Oggi gran parte di Trench Town sta collassando. E 'difficile mantenere la dignità quando si vive in tale difficoltà, ma le persone che vi abitano hanno grande orgoglio nella loro comunità.

 


 

 

Grande vittoria per i sostenitori di Winnifred Beach, finalmente si arriva ad una sentenza finale e definitiva per chi sosteneva il libero accesso. C’è di mezzo la nostra Maria Carla Gullotta e ne siamo orgogliosi del risultato raggiunto dopo anni ed anni di lotta in prima linea. Ma facciamo qualche passo indietro, per chi non ha seguito,  torniamo a circa sette anni fa. Siamo  Port Antonio  nella parte nord  dell’isola per chi vuole un punto di riferimento, quando l’unica spiaggia libera di Portland, rischiava di essere chiuso l’accesso alle famiglie per essere gestita dalla solita società e diventare a pagamento.

La dichiarazione di libero accesso segue un ordine da parte del giudice di Port Antonio del  mese scorso.
La sentenza arriva dopo anni di lotta da parte di residenti di Portland che hanno protestato sul fatto che la famosa spiaggia doveva ritornare ad essere delle famiglie del posto.

Maria Carla Gullotta ha detto ad  Irie FM Notizie che l'ordine del tribunale è stata emesso il 6 ottobre, e che l'Udc ha 90 giorni, cioè fino al 5 gennaio del prossimo anno per ridefinire il progetto.

Maria Carla Gullotta racconta ad Irie Fm che  la vittoria per Winnifred è stata dura. L’aspetto vincente della sua difesa è stato supportato dal fatto che è un vero e proprio santuario protetto per la nidificazione delle tartarughe. La  Gullotta dice per il momento, la società ha istituito una task force comunitaria per aiutare a monitorare e proteggere le tartarughe.

La stazione radio locale Irie FM, è stato a lungo una forza trainante per  la difesa delle spiagge pubbliche sull’isola. Irie FM è stata anche nominata, insieme a Geejam Records amministratori della Winnifred Benevolent Society, per il pubblico accesso alla spiaggia.

Kabu Ma'at Kherû dice che  l'ordine del tribunale è una battaglia vinta ma non è ancora finita, si deve ancora attendere la definitiva dichiarazione del tribunale per l’accesso completamente gratuito al pubblico, e che gli sforzi continueranno per raggiungere quest’ obiettivo.

Kabu dice la vittoria in tribunale sarà celebrato con una trasmissione in diretta da Irie FM dal Winnifred Beach Domenica prossima 7 dicembre durante il suo programma africano.

La stazione radio  continua la lotta per le altre spiagge, tra cui, Fisherman’s Beach e la Belmont Property - comunemente chiamata “Little Dunns River” - in Ocho Rios St. Ann, così come la  “Reggae Beach” in St. Mary.

 

Lunedì, 06 Ottobre 2014 00:00

EAZY VIBES VERSION – BAD ROAD

Non un classico Sound system ma un “Sound Live Impact” grazie alla voce che dal vivo reinterpreta le version storiche.

La voce di Djara è unica e di quelle più sorprendenti, la giovane ganese ha tonalita gospel, black e rap.

Proviene dal Centro Miriam Makeba di Castel Volturno, luogo dove si da accoglienza ai migranti provenienti dall'Africa.

A 20 Km da Djara c'è il quartier generale di RR.it, dove nello studio di Ras Ale si prova ogni settimana.

Il Dub Master "Trambase" invece è di Grumo Nevano, a chiudere un triangolo su di un territorio molto particolare, la terra dei fuochi, della camorra e degli immigrati.

Da qui partono gli Eazy Vibes Version.

Questa la prima registrazione nello studio di Reggae Revolution

Contatti

https://www.facebook.com/pages/Eazy-Vibes-Version/1413050302293082?sk=info&tab=page_info

Ras Ale

329 8160292

Venerdì, 24 Giugno 2011 00:00

FEARLESS - JAH FARMER

Fearless è il primo album di Jah Farmer, un artista con un’esperienza decennale nell’ambito della musica made in Giamaica, capace di infiammare il palco, un singer figlio d’arte con una forza coinvolgente che pochi musicisti hanno in dotazione e infatti, oltre ad avere enormi qualità canore.

Il suo nuovo lavoro raccoglie 12 tunes, che rivelano l’animo poliedrico dell’artista, che spazia tra love e spiritual tunes, brani di forte impegno sociale e altri dal ritmo decisamente dancehall.

L’album comprende tre inediti, “Toys”, una social tune che racconta di popoli in fuga dal sud del mondo; “Fearless”, il brano concepito in Spagna e che da il nome al disco. Se avete avuto la fortuna di assistere a un suo concerto capirete a cosa fa riferimento il titolo, questa tune difatti è di sicuro la più rappresentativa di Jah Farmer, del suo modo di affrontare le sfide quotidiane a testa alta; il terzo inedito è “Inna di yard”, un testo omaggio alla massive italiana e spagnola che ha accolto sempre in maniera calorosa le sue esibizioni.

L’album, prodotto da Reggae Revolution e Rasta Snob, ha anche due featuring, il brano “Ganja parade”, inserito nelle musiche del film “Ganja fiction”, a cui ha collaborato Fyah Station, Mc e voce dei Conscious sound, un real Ganja Antem.

Il secondo è un brano completamente strumentale in cui l’artista si fa accompagnare da un maestro della chitarra funky italiana, Piero Gallo, padre di Jah Farmer.

Molte sono le tune già note, come “A man is a man”, brano che conta numerosi passaggi radiofonici in America e in Inghilterra.

 

Prodotto interamente da Reggae Revolution e distribuito gratuitamente in Spagna al Rototom Sunsplash

 

Mercoledì, 01 Luglio 2009 00:00

CAMPANIA SOUND POWA

La musica reggae, seppure nasce nella lontana Giamaica, è oggi diventata un fenomeno universale. In particolare anche in Campania le realtà che suonano e promuovono tale musica si sono moltiplicate negli ultimi anni. Il modo in cui ciò è avvenuto è molteplice e ricco di influenze, così da creare un mosaico sonoro interessante e variegato.

L’iniziativa “Campania Sound System Powa” nasce proprio per far emergere un genere al quale i grandi media non dedicano spazio, condannando la musica reggae ad essere un genere di “nicchia”. Attraverso tale progetto, per una sera sarà possibile vedere ed ascoltare molte delle realtà che sono attive nella nostra regione, premiando così anche chi con passione e determinazione prosegue lungo la propria strada, con la convinzione che più reggae significhi più valori positivi.

A seguito delle tre edizioni di Campania Sound System Powa, manifestazione musicale tesa all'incontro ed allo scambio di esperienze tra tutti i sound system e band della Campania.
E' giunta l'ora di realizzare un disco che rappresenti in Italia e nel mondo intero le realtà artistiche che offre la regione Campania.

Sotto la guida della appena costituita Associazione Culturale Reggae Revolution, uno dei primi progetti è proprio quello di far conoscere il reggae campano a tutti gli operatori del settore, ai media nazionali ed internazionali. Attraverso un cd che racchiude le migliori canzoni realizzate sino a questo momento.

Un album denominato “CAMPANIA SOUND POWA “ uno sorta di showcase dove saranno inseriti i brani già realizzati dei cantanti e Mc che sono sempre più numerosi a Napoli e d'intorni.

Reggae Revolution associazione ha solo il compito di realizzare e promuovere , oltre al supporto digitale anche attraverso dowload. dalle a pagine del suo nuovo portale.

 

 

Reggae Revolution ha partecipato più che attivamente al progetto dedicato ai figli degli Elders migrati in Etiopia da tutto il mondo. Siamo stati a Shashamane con Ras Tewelde dove abbiamo registrato la voce dei ragazzi dando il via anche al primo sito a loro dedicato e tante iniziative solidali. Successivamente è stata creata un'associazione la Yow AssCulturale che coordina il tutto.

 

 

 

Il Progetto

Il progetto YOUTHS OF SHASHAMANE nasce da un'esigenza concreta: non esiste una realtà che valorizzi le espressioni artistiche della giovane comunità multietnica che risiede a Shashamane, villaggio al sud dell'Etiopia.

L'obiettivo di questo progetto riguarda la creazione di una compilation di musicale in collaborazione con importanti artisti internazionali, che hanno dato la propria disponibilità al fine di favorire l’interscambio culturale attraverso le forme della musica e delle arti, promuovendo così giovani artisti provenienti da un area geografica svantaggiata che non hanno modo di esprimersi.

Il luogo cui il progetto si rivolge è Shashamane, località rurale dell'Etiopia situata nella regione dell’Oromia, a circa 240 Km dalla capitale Addis Ababa. Shashamane rimase perlopiù sconosciuta fino al 1948, anno in cui il Negus d'Etiopia Haile Selassie I donò circa 500 acri di terra ai membri della Diaspora Africana (in particolare residente nei Carabi) che volessero rimpatriare nella loro terra d’origine.

Da allora, Shashamane è considerata dai Rastafariani la Terra Promessa, la Nuova Gerusalemme, diventando fulcro mondiale di arte, musica e cultura.

Con il passare degli anni, infatti, attraverso l'opera di varie organizzazioni Rastafariane, molte famiglie sono riuscite a realizzare questo sogno,'tornando' a Shashamane per creare e contribuire allo sviluppo socio-culturale ed economico dell'Etiopia.

Obiettivi ed Attività

Il progetto 'Youths of Shashamane' si articola in differenti fasi.
La prima consiste nella produzione di una compilation musicale, realizzata dai figli delle famiglie rimpatriate e dai ragazzi etiopi residenti nella zona di Shashamane in Etiopia.

Il lavoro tecnico, di registrazione e realizzazione dell'album sarà coadiuvato, sia in loco che in Italia, da operatori tecnici ed esperti delle associazioni e degli enti promotori del progetto. Oltre all'audio, il progetto prevede la realizzazione di un video di presentazione dell'album e dei giovani artisti che vivono a Shashamane. Lo scopo è presentare e 'far conoscere' gli autori delle canzoni ed il contesto multiculturale all'interno del quale sono cresciuti.

La seconda fase del progetto è invece concentrata sulla promozione del prodotto (CD-DVD) e la conseguente organizzazione di un tour musicale internazionale con i ragazzi coinvolti, accompagnati e supportati da alcuni tra i più famosi cantanti e musicisti di musica reggae, italiani ed internazionali.

Al fine di rinforzare il legame con la comunità locale e garantire la massima fruibilità e concretezza del progetto, partner locale del progetto sarà la JRDC School, scuola-simbolo della comunità di Shashamane.

Questa struttura è parte delle attività di sviluppo territoriale realizzate dalla Jamaican Rastafarian Development Community, organizzazione fondata dai primi membri della comunità Rastafariana che si trasferirono sul posto dai primi anni sessanta.

JRDC SCHOOL A SHASHAMANE

Promozione

La promozione dell'intero progetto si svolgerà attraverso la commercializzazione internazionale del Cd/Dvd, seguendo le regole del mercato equo e solidale, sostenendo così la lotta allo sfruttamento e alla povertà legate a cause economiche, politiche o sociali.

La distribuzione della compilation'Youths of Shashamane' avverrà in formato digitale attraverso i network e le piattaforme specializzate su Internet ed in formato Cd/Dvd affidato ai classici distributori di musica già individuati in Europa, Africa, Stati Uniti, Caraibi, Sud-America.

Il progetto 'Youths of Shashamane' verrà inoltre presentato ai maggiori festivals musicali e manifestazioni di cooperazione internazionale e verranno effettuate interviste radiofoniche e televisive in Italia e nel resto del Mondo. Si ritiene infine necessario costruire ed allestire un sito internet di riferimento, dove presentare agli sponsor ed al pubblico in generale, tutti gli stati di avanzamento del progetto, con filmati, interviste e fotografie dei ragazzi di Shashamane.

IL progetto è coordinato dalla nuova associazione
Yow AssCulturale


Promotori e Partners


I promotori del progetto sono:

- Associazione Culturale 'Negril' - Pescara, ITA;
- Associazione Culturale 'Reggae Revolution' - Napoli, ITA;
- Organizzazione No-Profit 'IPO' - Modena, ITA;
- Bizzarri Records - Modena, ITA.


I partners del progetto sono:
- Università per Stranieri di Perugia - Perugia, ITA;
- Amministrazione locale - Shashamane, ETH;
- Associazione 'JRDC' - Shashamane, ETH;
- Livity Creations - Perugia, ITA.


CONTATTI:
Web site : http://www.youthsoftheworld.com/it/
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Phone: +393471159485

Raccontiamo attraverso il giornale jamaicano come è nata la scandalosa “Wet Dream” di Max Romeo. Nel 1968 Max Romeo era annoiato. Così ha scritto “Wet Dream”, frutto della sua fantasia, e incredibilmente balzata al numero uno della classifica inglese. “Ovviamente nel music business, tutti cercano di trovare nuove idee e in quel periodo prevalevano gli atteggiamenti consapevoli e disciplinati” – ricorda l’artista. “Come succede spesso ai giovani di oggi di annoiarsi, anche ai quei tempi la noia era una sensazione della nostra generazione, anche se poi essa diventava la scintilla per fare qualcosa di nuovo”.

“Wet Dream” viene considerata la capostipite di tutte le “slack tunes” che in maniera copiosa invaderanno la scena musicale jamaicana fino ai nostri giorni. Sempre Romeo racconta che il riddim della canzone venne preso da una vecchia base della Treasure Isle e che i musicisti che presero parte alla session di registrazione erano Gladstone Anderson (piano), Jackie Jackson (basso), Horsemouth Wallace (batteria) and 'Dougie' alla chitarra, un uomo che l’artista definisce “fool fool artiste”. Quando il produttore Bunny Lee decise di registrare “Wet Dream”, andarono allo Studio One di Coxsone Dodd, che in quel momento era dietro al mixer. Quando Max Romeo cominciò a cantare, Dodd stoppò immediatamente il tutto dicendo “Bunny mi hai portato un artista pazzo con un testo ancora più pazzo, non farò parte di tutto questo”.

Lee fu insistente e disse a Dodd che avrebbe pagato per lo studio e voleva che nessuno gli dicesse cosa dovesse fare. A quel punto Dodd abbandonò il mixer e Bunny Lee disse a Errol Thompson di prendere il suo posto. E così Romeo cominciò a cantare: "Every night me go to bed me have wet dream, Lie dung gal mek me push it up, push it up, lie dung, "You in your small corner, I stand in mine, Throw all the punch you want to, I can take them all". Il fatto che la canzone venisse immediatamente censurata in Jamaica non fu un problema. In Inghilterra la BBC la trasmise due volte prima di decidere di operare anch’essa una censura, ma tanto bastò per entrare nella mente della gente, in particolare fu accolta con entusiasmo dal nascente movimento giovanile denominato skinheads.

La canzone restò nelle classifiche inglesi per 26 settimane, toccando il picco quando raggiunse il secondo posto, preceduta solo da “Get Back” dei Beatles. E fu in Inghilterra il posto nel quale Max Romeo si esibì per la prima volta, all’interno di una scuola di Gilford. Un momento che l’artista ricorda molto bene, visto che non mancarono i problemi proprio quando cantò “Wet Dream”. Nel 1969 Romeo si esibì alla Royal Alber Hall, ma l’accordo era che non avrebbe cantato “Wet Dream” perché era presente anche la famiglia Reale. Alla fine del concerto l’artista venne chiamato nel loggione dove erano presenti alcuni esponenti della famiglia reale che gli chiesero proprio di cantare “Wet Dream”.

By MauroDj


TESTO

Wet Dream Lyrics
----------------
Every night mi go to sleep mi have wet dreams
Every night mi go to sleep mi have wet dreams
Lie down gal let me push it up push it up lie down
Lie down gal let me push it up push it up lie down
Lie down gal let me push it up push it up lie down
Lie down gal let me push it up push it up lie down

You in your small corner, I stand in mine
Throw all the punch you want to, I can take them all

Lie down gal let me push it up push it up lie down
Lie down gal let me push it up push it up lie down

..Musical interlude

Look how you're big and fat, like a big, big shot
Give the crumpet to big foot joe, give the fanny to me

Lie down gal let me push it up push it up lie down
Huh, Lie down gal let me push it up push it up lie down
Lie down gal let me push it up push it up lie down
Huh, lie down gal let me push it up push it up lie down
Lie down gal let me push it up push it up lie down
So he said, lie down gal let me push it up push it up lie down
Huh, lie down gal let me push it up push it up lie down.

 

 

 

Lunedì, 09 Settembre 2013 00:00

TECHNIQUES RIAPRE LA STORICA ETICHETTA

Chi non ha mai visto o sentito un disco o un album targato Techniques ?
Oggi un ottima notizia arriva direttamente da jamdown. La storica etichetta chiusa da qualche tempo dopo la morte del suo fondatore, riapre i battenti al pubblico, sarà più grande ed all’interno ci una bella novità.

Quando Winston Riley veterano produttore musicale è morto nel 2012 , molti credevano che con lui finisse la sua straordinaria etichetta “Techniques”.

Fortunatamente i suoi figli Andre e Kurt non hanno mai accettato questa tesi e si stanno organizzando con fermezza con l'intenzione di mantenere viva l'eredità del padre. Entro pochi mesi quindi riaprirà al centro di Kingston per la gioia di turisti e musicisti.

"Mio padre amava la musica , era davvero la gioia della sua vita", dice Andre Riley in un'intervista. "E ' per questo che dobbiamo mantenere viva la sua eredità , facendo uscire buona musica e mantenendo viva l'etichetta . "

Attualmente è in corso la ristrutturazione presso la sede storica in 'Beat Street' al numero 99 di Orange Street , nel centro di Kingston.

I fratelli Riley stanno cercando di riaprire migliorare lo studio di registrazione e costruendo un museo per mostrare la vita del padre ed il meglio di quel che è stato prodotto.

Andre Riley dice che dovrebbero aprire entro i prossimi tre mesi.

"Stiamo cercando di affittare lo spazio al piano di sotto . Al piano superiore ospiterà il negozio di dischi , che dovrebbe essere operativo in un mese".

Il restauro dell'edificio Techniques è parte della loro visione di ri-energizzare il centro di Kingston , che ha sofferto di degrado urbano .

"Orange Street è davvero un hub per il business musicale. Abbiamo quindi pensato che fosse importante fare un passo avanti da parte nostra per creare un ambiente confortevole che contribuirà a riportare la gente nella zona, compresi i turisti , " Andre Riley Stati.

Cercheremo di migliorare con un re-brand dell'etichetta Techniques , pur mantenendo gli alti standard di cui mio padre era noto , produrremo tutti i generi, sia locali che internazionali “ .

Kurt Riley sta già lavorando con una serie artisti di punta per rilanciare il famoso marchio . Già in campo ci sono Beres Hammond , Voicemail , Demarco , e Morgan Heritage .

" La musica creata da papà è sempre stato vicina alla gente ed a ciò che accade tutti i giorni, ed abbiamo intenzione di continuare su questa strada," dice Kurt Riley .

Winston Riley ha iniziato la sua carriera come membro dei Techniques,, che fiorirono come gruppo ska e rocksteady con Arthur 'Duke ' Reid .
Come produttore , ebbe altrettanto successo . Le sue più grandi hits sono Double Barrell by Dave Barker e Ansell Collins, Ring The Alarm (Tenor Saw), Boops (Super Cat) e Loneliness (Sanchez).
 
 

Grande notizia per tutti gli amanti di roots,foundation e per tutti i collezionisti. Sette anni dopo la sua ultima uscita discografica , l'etichetta britannica "Blood and Fire" specializzate nelle ristampe, è tornata sul mercato più forte di prima attraverso un nuovo accordo di distribuzione con la VP Records .

Alla guida ritorna anche lo storico capitano Steve Barrow , al timone della rigenerata etichetta con grandi novità quali la ripubblicazioni di una serie di album classici roots reggae e single che vanno dagli 1994 al 2007 .

La Blood and Fire sarà ufficialmente rilanciato il 19 aprile con il rilascio di un singolo 12 pollici , “Mr Know It All” di Gregory Isaacs

Barrow , veterano sin dagli anni 1970 , descrive l'affare VP come " personalmente gratificante " .
Ha sottolineato l'importanza di artisti giamaicani e produttori . " In primo luogo , significa che certa musica cruciale del 1970 sarà nuovamente disponibile, per una nuova generazione ad un prezzo accessibile .

Le versioni originali della Blood and Fire sono stati venduti su Amazon e eBay a prezzi relativamente alti ", ha osservato Barrow . " In secondo luogo , significa che i giamaicani proprietari di diritti d'autore possono generare un certo reddito dalle riedizioni . "
 


Barrow è riuscito a fornire un calendario delle uscite di questo 2014 , ma la maggior parte sarà dal suo catalogo B&F 51-album .

Tutte le versioni saranno in vinile, compact disc e formato digitale per il download .

Quando l’etichetta fu fondata nel 1993 , la società nacque con il sostegno finanziario da una famoso fan del reggae - Mick Hucknall dei Simply Red .

Barrow dice Hucknall è stata la principale fonte di finanziamento per Blood and Fire fino al 1998 .

Inoltre rivela i dichi più venduti sono i seguenti album : Heart Of The Congos by the Congos; In The Light (Horace Andy); Darker Than Blue; Soul from Jamdown 1973-1977 (Various Artistes); Jesus Dread (Yabby You); Dub Gone Crazy mixed by King Tubby & Friends e Big Youth’s Natty Universal Dread 1973-1979.

Allo stesso tempo Barrow ammette il mercato delle ristampe del reggae in Gran Bretagna è calato sensibilmente negli ultimi dieci anni . E aggiunge , tuttavia" c’è ancora una quota di mercato per questa musica " .

L’influenza del VP nel mondo del reggae aprirà nuove porte per una musica che ha sempre avuto un forte seguito in Gran Bretagna ed in Europa .

La Commissione per lo sviluppo culturale Giamaica (JCDC) guiderà la manifestazione pilota che farà ritornare alla case madre la dove è partit0 lo SKA.

Secondo Dahlia Harris, del Ministero della Gioventù e Cultura, l'obiettivo principale del festival è quello di riposizionare la Giamaica come la casa della musica ska, genere diventato sempre più popolare in Europa e Stati Uniti.

In vista della manifestazione, la Jaria condurrà seminari di formazione con band dal vivo in tutta l'isola, con l'intento di produrre nuova attenzione. Ciò avrà un impatto significativo sulla qualità e la gamma di musica dal vivo che sarà disponibile in tutta il isola. Siamo anche fiduciosi che attraverso i propri talenti creativi, le bande possano ricreare uno Ska contemporaneo, ha detto Harris.

La comunità musicale vede questo come un importante programma di sviluppo, tutti entusiasti delle prospettive. Le band mostranno le proprie abilità ogni Martedì di luglio nel programma di musica dal vivo.

Harris ritiene che i per fan sara un viaggio incredibile un esperienza approfondita.
L'evento, Heart of Ska Festival, è previsto per il Ranny Williams Entertainment Centre a St Andrew il Sabato, 12 agosto.