Siamo al Rebel Salute in Giamaica, accreditati Media Press per Reggae Revolution.it, per raccontarvi  in esclusiva cosa è successo nella prima serata ed a poche ora dalla fine.
Quest'edizione è caratterizzata da un forte messaggio, quello della ricerca dell'unità contro l'oppressione, le barriere i confini le disuguaglianze.

Magica l'esibizione di Toots & The Maytals rientrati a cantare sui palchi più importanti dopo il brutto incidente della bottiglia. Le vibes sono uniche, è un viaggio nel tempo in una Giamaica che non c'è più continua con gli Steel Pulse.
In questo venerdi sono tra le band artist più importanti nel line up. Il tempo si ferma per dar spazio alle emozioni.

Ospite d'onore Bobi Wine dall'Uganda artista simbolo della lotta alla libertà. Bobi si è candidato alla presidenza in Uganda, unico modo per tornare ad esibirsi nel suo paese, dove arrestato in passato non può più entrare.
Tony Rebel ha voluto concedere al cantante africano un altra possibilità per promuovere l'unita di intenti e riportare l'attenzione sull'Africa. Un messaggio costante condiviso da tutti gli artisti al Rebel salute 2020

La chiusura come vedrete sullo streaming ufficiale Tony Rebel ha voluto richiamare Kenyatta Hill concedendo gli onori della prima serata.
Kenyatta ha cantato con grande vigore le canzoni del padre Joseph Hill e naturalmente le sue.
Una seconda possibilità al Rebel Salute la da sempre. Dopo l'incidente non voluto dello scorso anno, causa polizia che ha fermatolo lo show, con Busman, in lacrime ma soprattutto la sua mancata esibizione con il previsto tributo al padre.


CURIOSITÀ
Ci chiediamo se in quest'edizione il festival abbia cambiato formula. Più che al numero di artisti si sta preferendo tornare a meno show concedendo più tempo e dandone di più alle stelle emergenti ?
Vedremo anche domani cosa accadrà.

Il nuovo look del patron Tony Rebel che si intrecciato i dreadlocks per una pettinatura più afro.

 

 

A presto per le foto e per la seconda serata !

 

Pubblicato in Recensioni