News

News (251)

Domenica, 09 Aprile 2017 10:04

ONE LOVE FESTIVAL ALTRE CONFERME IMPORTANTI

Scritto da

E’ con immenso amore per la musica in battere e levare che la line-up del festival friuliano One Love World Festival continua a riempirsi di stelle del panorama reggae internazionale e con grandi nomi provenienti dal nostro paese.

Immaginate i fiati del jazz, le melodie del mento e le linee del basso marcatamente blues e ottenete un genere chiamato ska. Ora immaginate di trovarvi sotto il palco dell’One Love Festival e iniziano a scorrere le note della jam session ska più storica che abbiamo nel panorama musicale mondiale. Si, non state sognate, sono proprio loro, gli Skatalites, la band ska per eccellenza che padroneggia il genere dal lontano 1964 e delizia i palchi internazionali da ormai più di mezzo secolo.

Leggenda musicale, che ha fornito le basi a molte band di generi diversi come i Police e i Clash e che ha accompagnato al successo artisti come Toots & The Maytals, Bob Marley & The Wailers, Peter Tosh. Hanno tutti cominciato con lo ska per poi vedere i beat rallentarsi in rocksteady e reggae. E quando gli si domanda, come fanno a suonare ancora, dopo tutti questi anni, loro rispondono semplicemente che sono ‘l’amore per la musica e il modo in cui i loro fan rispondono a farli andare avanti!’

 

Quando le barriere linguistiche, le frontiere e gli oceani si uniscono in un sound afro-pop, hip-hop rock and soul, dove vocalist internazionali sintetizzano ritmi reggae e soul dalle potenti liriche e le melodie del benessere, vuol dire che sono sbarcati direttamente da Brooklyn (NY) i sette intenditori musicali conosciuti sotto il nome di Meta and the Cornerstones che cantano in inglese, francese, woolof e faluni.

Ognuno di loro porta con sé il suo background culturale per creare esperienze sonore che uniscono. La Nat Geo Music li ha definiti “Il futuro della Reggae Music”, noi dell’One Love li abbiamo invitati per rappresentare al meglio lo spirito del nostro festival, dove un’unica razza si unisce al Camping Girasole di Latisana per ritrovarsi in pace, armonia con se stessi e la natura. All’One Love la bontà del popolo reggae si trasforma in nove giorni e notti di festa.

 

Il One Love Festival non è solo musica, è un modo per dare vita al villaggio reggae globale, animato da pace, amore e voglia di stare bene, dove le menti si ricaricano con la forza della musica e le tante bellissime attività che sono offerte anche di giorno: dallo Shiatsu al Hatha Yoga e i Bagni di Gong con le campane tibetane per rilassarsi, dal simposio di arte e pittura ai giochi d’animazione per i nostri bambini con i clown, i laboratori di pittura e le animazioni degli acrobati e gli sputafuoco e alla piscina animata dalla musica dei dj fino al calar del sole quando il suo grande palco prende in mano la magia delle sue serate.

A presenziare al festival anche due importanti associazioni: la 4Nepal, a cui potete portare vestiti, giochi, magliette di calciatori per i bambini del Nepal a GreenPeace Trieste che organizzerà anche giochi di educazione ambientali per grandi e piccini.

 Dal panorama reggae nazionale, invece, arriva Vincenzo Stallone, classe ‘98 in arte Junior V, giovane artista conscious reggae dalle ampie influenze musicali. Il giovane cantante pugliese, compone la sua musica da solo e riesce a creare un genere roots reggae dub dalle sfumature blues, jazz e ska. Dal suo primo album “Running on Jah”, uscito a maggio del 2016 con la Goodfellaz, si ritrovano anche interessanti collaborazioni con Ras Tewelde, con Hobo (percussionista e voce dell’Orchestra italiana di Renzo Arbore), con l’etiope Ras Abel e con Francisca.

 La dancehall area invece si colora di importanti sound system: Northern Lights (sound resident già nelle scorse edizioni del festival), nascono a Udine nel 1999, giocano quindi in casa, dopo 17 anni sono come non mai al top della scena italiana e europea. Promoters di innumerevoli eventi e dancehall, hanno suonato in ogni angolo dell‘Italia fino a raggiungere la Spagna, Germania, Austria, Olanda e la Giamaica. Negli anni sono stati protagonisti di grandi clash internazionali. Citando le cose più recenti Northern Lights, già detentori dal 2014 del titolo del “Royal City Clash” a Torino , nel 2016 hanno riportato a casa la coppa, nello stesso anno hanno vinto a Padova il “Worries in the Area Clash” contro il sound canadese Rootsman. Pochi mesi dopo sono stati protagonisti del “Dubplate Kings Soundclash” a Londra e quest’anno rappresenteranno l’Italia al “War ina East Sounclash” a Berlino.

 

Dal C.S.O. Pedro di Padova, invece, arriva un altro sound attivissimo nel Nord-Est della penisola: stiamo parlando di BomChilom Sound, che dal 2004 spazia attraverso molteplici stili e sonorità, dalla Foundation al Digital passando per l’Hip-Hop e il Bashment. Oltre ad aver ospitato nella loro yard resident padovana tutti i maggiori dj e sound internazionali, si sono fatti un nome girando la penisola in lungo e largo fino a raggiungere anche la Germania, la Slovenia, l’Austria e il Canada. Nel 2011 vincono come primo sound system del veneto il soundclash “Go Hard or Go home”.

 

All’One Love la differenza è esserci e per sostenere il nostro lavoro e dimostrarci il vostro amore, potete già acquistare il biglietto del festival a prezzi veramente speciali.

All info alla pagina www.onelovefestival.it

 

 

********************************************

 

Elis (Ufficio stampa One Love Festival)

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

+39 339 3786834

Lunedì, 03 Aprile 2017 17:04

RAMAJCA BOYZ - RADICI

Scritto da

Radici è il primo estratto dell’omonimo disco della Sicilian Dancehall Crew Ramajca Boyz. Il brano prodotto da Ciro Princevibe Pisanelli unisce suoni forti, digital dancehall e si caratterizza per gli stili diversi delle tre voci degli Mc’s Zazaman, Manto e Kingaman.

 

Secondo i pubblici ministeri, Anderson ha usato un coltello per pugnalare Menelik McClymont durante un alterco .

In questi giorni la svolta, uno dei tre adolescenti individuati come responsabili, ha cambiato la propria versione dei fatti ed ha confermato di aver ucciso il figlio di Luciano .

 Nashlyn Anderson, 19 anni , si è dichiarato colpevole di omicidio avvenuto il 3 marzo 2016 nel Circuit Court House nel centro di Kingston.

La sua ammissione arriva a poco più di un anno dall'uccisione del coetaneo19enne figlio dell'icona del reggae.

Anderson ritornerà in corte per una nuova data del suo processo il 27 aprile.
Gli altri due ragazzi, Camanie Shaw e Jerome Coombs, invece si sono dichiarati non colpevoli e torneranno in aula il 4 maggio.

Sembra che abbia avuto effetto l' appello video di Luciano registrato a poche ore dalla notizia sui social media, in cui invitava il pubblico a dare un aiuto alla polizia per trovare i responsabili.

 

 

Il festival si svolgerà in Slovenia dal 16 al 19 agosto più un preparty con Dub FX

L’Overjam International Reggae Festival aggiunge nuovi nomi alla line up della sesta edizione, tra cui Ky-Mani Marley, figlio di Bob Marley il cui sound trascende le linee del reggae, il trio dancehall giamaicano Ward 21 e il loro compatriota Don Carlos, storico cantante ed ex vocalist dei Black Uhuru.

Insieme a molti altri artisti, band e sound systems, si vanno ad aggiungere a quelli annunciati Alborosie, Freddie + Chino + Stephen McGregor, General Levy, Iration Steppas, Panda Dub, Pow Pow Movement, tra gli altri e la line-up è ancora aperta sia per quel che riguarda il palco principale che la nuova area dedicata al dub e alla dancehall.

L’evento si celebrerà dal 16 al 19 agosto a Sotočje, Tolmin, Slovenia, con un preparty il giorno 15 con lo show dell’australiano Dub FX e molti altri.

Oltre alla musica, la grande attrattiva dell’Overjam è la sua posizione, nella zona naturale delle valli del fiume Isonzo (Soča), forse il più bello del mondo, in prossimità del Parco Nazionale del Triglav, picco alpino vicino alle frontiere di Italia, Slovenia e Austria. Al centro di questa rinomata destinazione per praticare sport acquatici e di montagna si svolge il festival, in un rigoglioso bosco con splendide spiagge fluviali di acqua color smeraldo.

Gli abbonamenti per l’intero evento possono essere acquistati a questo link https://www.mhshop-online.com/c368/overjam-2017 e costano 89€ (+ commissione) ed includono l’accesso al campeggio, in cui è possibile trovare una zona per i camper. I bambini fino ai 12 anni e gli accompagnatori di disabili entrano gratis.

 

Tutti gli artisti confermati dell'Overjam 2017: Alborosie, Ky-many Marley, Dub FX, Ward 21, Don Carlos, General Levy, Freddie + Chino + Stephen “Di Ginius” Mcgregor, Manudigital, Panda Dub, Iration Steppas, Jamaram, Pow Pow Movement, Soul Stereo, Skarra Mucci, Zaa, Chopstick Dubplates, Sista Awa & Bonnot, The Toasters, Fleck, Jamie Rodigan, Fyah T, Asher Selector, Rakka, Krak In Dub, Fogata Sounds, Kings Hi-Fi, Raggalution, Patois Brothers, Suedemassiv, Roots In Session, Pakkia Crew, Bomchilom, Medial Banana, Riderstribe, Serious Thing, DJ Verso, Freedom Fighters, Numa Crew, Rockers Dub Master, Dubbing Sun, Bababoom Hi-Fi, Titan Sound, Munchies, Natty Roots, Tmintafari Sound, Selecta Iray, Burnin Fyah, DJ Papel, Selecta Petty Fox

Domenica, 26 Marzo 2017 17:34

ONE LOVE WORLD FESTIVAL LINE UP IN PROGRESS

Scritto da

Arriva direttamente dalla Giamaica la nuova conferma per il palco dell’One Love World Festival 2017. Si tratta di una delle band più storiche della reggae music. In giro per i palchi del mondo dalla fine degli anni 70, il trio originale composto da Lascelle “Wiss” Bulgin, Albert “Apple Gabriel” Craig, e Cecil “Skeleton” Spence ha scoperto la passione musicale che li accomuna durante la degenza in un centro riabilitativo per curarsi dalla poliomielite.

Insieme si convertirono al rastafarianismo e formano nel 1975 la band che ancora oggi porta alta la bandiera della musica roots reggae. Stiamo parlando degli Israel Vibration & The Roots Radics Band, che dal 1997 diventano un duo, dopo che Apple Gabriel prende la strada del solista. Nel 1999 con l’album “Pay the Piper” esce tutta la bravura del duo che è riconfermata con l’uscita nel 2000 di “Jericho”, considerato uno dei migliori lavori del gruppo.

Per la dancehall post-concerti il One Love World Festival 2017 è lieto di annunciare l’arrivo di Jamie Rodigan, il deejay londinese famoso per il suo originale sound. Il suo inconfondibile stile gli ha regalato la nomina di “reggae ambassador 2016”. Jamie, figlio del celebre David Rodigan, dj che ha fatto ballare intere generazioni con il suo mix di reggae e dancehall, da vita a una dancehall unica e spettacolare, dove le sue influenze dubstep si mixano a una dancehall hardcore dai ritmi e i beat convenzionalmente chiamati tropical bass.

A colorare lo stage dell’One Love con un sound italiano roots & dub, ma cantato tutto in patois, il dialetto giamaicano, ci penseràla grande famiglia Arawak, il gruppo di amici di Sassari uniti dalla passione per la musica in levare dal 2003. La loro è una storia di grandi apprezzamenti che dalla Sardegna li ha visti arrivare come miglior band Italiana al Sikula Reggae Contest (2008), come seconda miglior band in Europa al European Reggae Contest (Rototom Sunsplash 2010) e come una delle migliori 9 band italiane all’Heineken Jammin’ Festival (2011). Nel 2008 Forelock diventa una delle voci della band, curando la parte compositiva e i testi dei brani e dal 2014 in poi, resta poi come unica voce della band e si conquista il titolo di “Top singa” da parte dei membri della comunità reggae, italiana e non solo.

Il One Love World Festival ha voluto invitare sul suo palco non solo Forelock ma tutto il team del progetto Dubfiles, di cui il cantante sardo fa parteinsieme a  L.O., Jacob e Jules I dei Mellow Mood, e Andrew I. Con DubFiles si prospetta quindi una serata all'insegna delle buone vibes nostrane, dove Paolo Baldini, ideatore del progetto nel 2013 e produttore italiano tra i più affermati della scena reggae/dub europea e internazionale, mette in mostra la sua abilità al mixer restando volutamente analogico nelle sonorità e nell’uso dell’effettistica.

 

Al One Love la differenza è esserci.

Mercoledì, 15 Marzo 2017 15:18

WOGIAGIA - NIENTE SCUSE-

Scritto da

Il 10 marzo 2017 è uscito il nuovo video dei romani Wogiagia.
Il nuovo singolo Niente Scuse, in collaborazione con l'etichetta Redgoldgreen Label,  è accompagnato dall'uscita su youtube di un video clip con la regia di Francesco Medu Principini. 


Il singolo vede la partecipazione del flauto traverso di Francesco Gualerzi (ex Nomadi) ed è in freedownload per un mese.

 

 

Martedì, 14 Marzo 2017 17:38

FIGLIO ADOLESCENTE DI MAVADO ACCOLTELLATO A KINGSTON

Scritto da

Notizia da far venire i brividi, considerando che meno di un anno fa il figlio di Lucino ha perso la vita in Giamaica e come scopriremo poi non è l'unico tra i figli di Mavado che ha rischiato grosso.

Certo è che la criminalità sull'isola non ha mi fato sconti a nessuno nemmeno ad i suo paladini che sia reggae o dancehall, old o new, non guarda in faccia a nessuno.

Questa volta è toccato al figlio adolescente di Mavado dopo esser stato ricoverato per un accoltellamento. Il Motivo ? Una rapina per fregargli il telefonino.

Dantay Brooks questo è il nome del giovane, Sabato 11 cm,  è stato colpito al collo durante una rapina a Limelight in Half-Way Tree, in seguito ad esser stato attaccato da un gruppo di ragazzi che gli hanno strappato il cellulare con la forza.

Secondo l'ospedale la prognosi è sciolta e non è in pericolo di vita. Rientrato a casa sta recuperando.

L'anno scorso, un altro figlio di Mavado è stato ferito con un arma da fuoco durante un incidente in Cassava Piece.

 

 

 

 

 

Venerdì, 10 Marzo 2017 11:35

JAH SAZZAH - GET UP RIDDIM

Scritto da

Get Up, nuova produzione firmata Jah Sazzah. Il riddim, pubblicato il 10 marzo 2017 è il terzo per il musicista siracusano classe 1979, prodotto arrangiato e suonato dallo stesso. Dopo Believe e No Bush Weed, questa nuova fatica vede tanti ospiti e amici partecipare sul riddim.

Di seguito la tracklist:

Skarra Mucci & Navigator - Warning! Warning!

Steppa Style - Good Vibes

Raphael & Blackout JA - Rub a Dub Sound

Teacha Dee - Fed Up 

Don Tippa - Come Fi Party 

Fido Guido - U Munne 

Krikka Reggae - Una Giornata di Sole 

Attila - Good Dreams 

Julia Kee - Don't Give Up 

Plata - # After 

Mama Marjas & Don Ciccio - Una Scuola 

Jah Sazzah - Get Up Riddim (Version)

 

 

Giovedì, 09 Marzo 2017 09:24

PATOIS BROTHERS - LIFE LEARNING FT. MAX ROMEO

Scritto da

In attesa dell'uscita del loro nuovo album Wise and Wild, prevista per il 18 marzo 2017, i veneziani Patois Brothers pubblicano un nuovo video. Life Learning vede la band roots reggae duettare con la leggenda del reggae Max Romeo, presente anche nel video.

 

 

Ci colpisce un post di Gt Taylor di Irie Fm, alquanto insolito ed inconsueto, che riporta la foto di Eddie Fitzroy. Incuriositi ci soffermiamo nella traduzione per capirne meglio il significato che non lascia dubbi ed interpretazioni. Nella parte finale recita: Rest in Peace Eddie Fitzroy !

 

Anche se in rete la notizia non è iniziata a girare apprendiamo del triste annuncio della morte di uno dei veterani e la fonte è affidabilissima.

Dunque non resta che dare il triste annuncio alla massive e le condoglianze alla famiglia dell'arista che ci ha lasciato Sabato 4 Marzo 2017.

Ma proviamo a ripercorrere chi era Eddie Fitzroy in un modo diverso da un solito bollettino.

Chi è veramente EDDIE, lo lasciamo  dire a lui in questa intervista insolita.

 

 

 

 

 

 

Discography

  • Youthman Penitentiary (1982), Alligator
  • Check For You Once (1982), Musical Ambassador
  • Coming Up Strong (1984), Musical Ambassador
  • Eclipse (1987), RAS
  • Pollution (1990), VP
  • Deep in Mi Culture (1993), Henry K
  • We a Lion (2000)
  • Hold the Vibes (2006), King Step
Compilations
  • First Class Citizen (2001), Musical Ambassador
  • The Best Of Edi Fitzroy Featuring Sly and Robbie and The Roots Radics (2010), Musical Ambassador