Rasta

Rasta (27)

Greetings and love!


La Rastafari Ancients Farm è lieta di festeggiare con voi tutti il suo primo anno di attività!
Era infatti il febbraio 2018 quando abbiamo iniziato a ripulire questo bellissimo pezzo di terra vicino a Montego Bay, in Giamaica, rimasto abbandonato da più di trent’ anni.
C’è voluto un grande lavoro, ma con l'aiuto dei volontari e sotto il coordinamento di Ras Flako Tafari e Ancient Bongo Cecile, dopo giorni passati a pulire e tagliare erba, il terreno rosso e fertile è finalmente tornato alla luce.


Oh what a joy!
Da quel momento, la farm ha iniziato la sua nuova vita sotto la cura di una squadra di volontari Rastafari che ogni giorno se ne occupano con tutto il cuore.


Ma cos’è esattamente la Rastafari Ancients Farm?
E’ un progetto di agricoltura biologica nei pressi di Montego Bay (Jamaica) dove si coltivano ortaggi che vengono poi distribuiti agli Anziani Rastafari in difficoltà economica.

Il cibo non è in vendita ma viene infatti condiviso tra i Rastafari Elders che hanno dedicato la loro vita al Movimento Rastafari e che ora purtroppo si trovano in uno stato di precarietà.

Dalla scorsa primavera, la farm ha iniziato a produrre verdure squisite e 100% biologiche che hanno contribuito a nutrire diverse persone.
Dopo un anno, possiamo dire con gioia che la farm sta procedendo senza intoppi e continua generosamente ad offrire una grande varietà di frutta e verdura: zucche, pok-choy, piselli, pomodori, cavoli, banane, peperoni ecc… e il terreno è in costante produzione.
In più, oltre agli ortaggi, abbiamo piantato molti altri alberi da frutto al fine di raggiungere in pochi anni una produzione costante di frutta biologica.
Abbiamo installato le condotte idriche e il sistema di irrigazione è già attivo.

Quindi sentiamo davvero di estendere la nostra gratitudine a tutti coloro che hanno sostenuto il progetto fino ad ora.
Ringraziamo coloro che hanno donato semi, denaro e attrezzature per far diventare questo progetto realtà.
Grazie a tutti i volontari che hanno messo tutto il loro cuore e le loro energie in questa missione, chi ha attraversato l’oceano per venirci a trovare per aiutare e respirare l’aria fresca e pulita della Rastafari Ancient Farm.


Considerando i buoni risultati e allo stesso tempo la costante richiesta di cibo biologico per gli anziani Rastafari, siamo determinati a portare le cose ad un livello successivo:

1- Espandere la farm includendo porzioni di terreno adiacente.
2- Costruire una struttura eco sostenibile in legno che possa fungere da cucina con gas e acqua corrente.
3- Offrire settimanalmente ai beneficiari pasti pronti preparati in loco con le verdure prodotte nella farm.

Per fare in modo che questa visione diventi una realtà, abbiamo bisogno di un piccolo aiuto da parte di tutti voi.
Stiamo cercando di raccogliere fondi necessari per poter acquistare i materiali (tetto in zinco per la cucina, tubi dell'acqua, cucina a gas con lavello, pentole e piatti, attrezzi agricoli, decespugliatore ...).
Qualsiasi piccolo contributo può essere di grande aiuto in questa fase.

In conclusione, è bello ricordare che la Rastafari Ancient Farm non fornisce solo cibo ma anche amore, gentilezza, vibrazione Rastafari.
È un luogo di condivisione della Cultura Rastafari, di ragionamenti ed esperienze che arricchiscono la vita di tutti coloro che vi partecipano.


Rastafari Ancient Farming Project è un’iniziativa promossa da: Ras Flako Tafari (Wisemind Publications), Ras Ibi , Ras Julio (Iyahbingi/Livity Creations), Ras Dario (Wisemind Publications Italy)

 

RASTAFARI ANCIENT FARM VIDEO:  FEB 2018 - FEB 2019

 



Leggi qui il progetto:
Link utili: https://facebook.com/rastafari.ancient.farming.project
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Rastafari Ancient Farm Team

 

 

Dreadlocks, spiritualità, Africa, Reggae Music, ribellione, Ital food, sono tutti component della Livity Rastafari ovvero il modo di vivere del Rastaman.
Il Movimento Rastafari, partito dalla Jamaica nei primi anni ‘30 del secolo scorso, continua a crescere in maniera sorprendente ed ha raggiunto ormai tutti i continenti di questo pianeta.


Rastafari è l’alternativa al sistema di Babylon e sempre più persone sono attratte o incuriosite da questo messaggio rivoluzionario.
Ecco perché nasce IYAHBINGI l’unico programma web-radio 100% Rastafari in italiano dedicato alla ritmica
Nyah Binghi e alla spiritualità Rastafari.


IYAHBINGI è lo spazio dove storia, riflessioni, interpretazioni, aneddoti, curiosità e vibrazioni positive si
fondono con la ritmica antica del Rastaman.
Ormai alla sua quarta stagione, è una “yard” virtuale in cui ci si incontra ogni domenica sera per un’ora e
mezzo al fine di conoscere o approfondire il modo di vivere Rastafari.


Un programma non solo per i Rasta ma anche per tutti coloro che sono incuriositi o magari alla ricerca di
una fonte di vibrazioni positive con cui ricaricarsi prima che la settimana ricominci.
Reasoning e selezione musicale a cura di Ras Julio.


ONE LOVE!!

In onda ogni domenica sera dalle 21 alle 21:30 su www.reggaeradio.it


Riascolta tutte le puntate qui https://www.mixcloud.com/IYAHBINGI-NEW/


Per saperne di più riguardo al Movimento Rastafari: http://rasjulio.blogspot.com/

 

 

Lunedì, 11 Marzo 2019 13:00

VIDEO REPORTAGE - ETHIOPIE: LA TERRE PROMISE RASTAS

Scritto da

Un nuovo Reportage sull'Etiopia e su Shashamene la terra donata da Rastafari. Anche se in lingua Francese il reportage coglie gli aspetti più salienti e da uno spaccato sulla situazione attuale. Ma anche sul passato ed il futuro della terra di Zion

il reportage è curato da Frederique Tonolli

 

 

 

 

 

Sono definiti Apolidi, tutti i rastafarians che vivono in Etiopia senza alcun passaporto o altro documento ormi anche da tre generazioni.

Se ne trovano in migliaia nella terra spirituale del rimpatrio ed in tutti questi decenni, sono stati un caso per la nazione africana che non ha mai fatto nulla per riconoscerli.

Eppure furono invitati da Haile Selassie in persona che regalò loro una terra, una delle più fertili dal nome Shashsmane, dopo che negli anni trenta una delegazioni di Rastafariani venne in aiuto in guerra..

Ben voluti e rispettati da tuti gli etiopi per il loro amore per la terra ed unici nel promuovere i colori verde-giallo-rosso in tutto il mondo, fin ora senza documento non potevano partecipare ufficialmente alla vita della nazione o trovare un semplice lavoro per mancanza di identificazione.

Così potenzialmente impotenti, sono riusciti a conquistare uno spazio importante nella società locale ed in realtà si sono integrati più che mai,

Dagli anni 30 siamo nel 2017 quando arriva finalmente un ottima notizia :

L'Etiopia emetterà carte d'identità nazionali per quasi 1.000 Rastafariani che a lungo sono stati visti come apolidi nella nazione dell'Africa orientale, il governo ha annunciato il provvedimento giovedì.
La decisione fa si che potranno entrare senza visti e vivere senza permessi di soggiorno. La decisione riguarda anche gli ebrei etiopi ed i cittadini stranieri che hanno contribuito positivamente al paese.

“Da subito saranno in grado di entrare e lasciare facilmente il paese", ha detto il portavoce del ministero degli Esteri Meles Alem all'Associated Press.

"Nel caso dei Rastafarians, abbiamo tre generazioni di persone che si trovano qui e si sono uniti bene con i nostri cittadini, ma purtroppo non erano più né caraibici, né etiopi, perciò erano in qualche modo apolidi.

Circa mille Rastafarians vivono in Etiopia, specialmente nella capitale, Addis Abeba, una città meridionale chiamata Shashamane. L'ultimo imperatore dell'Etiopia, Haile Selassie, ha concesso la terra per l'insediamento di Shashamane per i rasta che hanno aiutato a combattere le forze fasciste italiane negli anni Trenta.

 

Fonte: https://www.nytimes.com/

 

Lunedì, 19 Ottobre 2015 06:50

RAS MICHAEL PREMIATO CON L'ORDINE OF DISTINCTION

Scritto da

Il fondatore del gruppo rastafari Ras Michael and the Sons of Negus riceverà l'Ordine of Distinction (OD) da parte del governo giamaicano per il suo contributo allo sviluppo della musica giamaicana.

Il 72enne Ras Michael vive ormai  a Los Angeles, dove c'è un forte seguito per la musica Nyabinghi e il reggae tradizionale.

Pupillo del leader Rasta Mortimo Planno, Ras Michael è nato Michael Henry a St Mary, ma si trasferì con la famiglia a West Kingston da ragazzo. La sua carriera musicale iniziò durante i primi anni 1970, un periodo di consapevolezza spirituale e coscienza nera tra i giovani giamaicani.


Come il pionieristico Count Ossie ed i  Mystic Revelation of Rastafari, the Sons of Negus hanno  registrato un numero di canzoni tra cui le splendide New Name e The Lion of Judah tratte  dall’album Their Dadawah rilasciato nel 1974.

Ras Michael ritiene che la OD è il riconoscimento del suo impegno costante alla filosofia  Rasta e al reggae nella sua forma più pura.

"E 'sempre stato il messaggio al centro della sua musica, quello di Sua Maestà", ha detto.

L’ Ordine of Distinction è la sesta più alta onorificenza del isola, ed è stata accettata dall’artista binghi come un riconoscimento alla musica ed al suo servizio a Rastafari.

Ronnie Burke co-fondatore del Reggae Sunsplash, i musicisti Harold Butler e Marjorie Whylie, i produttori Winston 'Niney' Holness e Donovan Germain sono altre figure a cui verrà assegnato l’OD.

 

In questo video sentirete la promessa del Governo Giamaicano a acquistare il territorio e salvare Pinnacle dallo sfratto.

Il ministro della Cultura Lisa Hanna dice che il governo comprerà i terreni dove risiede il sito di Pinnacle patrimonio per la fede Rastafari.

Dopo una battaglia durata ben sei anni, con ben cinque di occupazione, Pinnacle è ora in via di acquisizione da parte del Governo giamaicano.

L'intento è di restituirla, a chi eventualmente ?

Il problema del futuro sarà dunque la Governance.

 

 

Pinnacle è il primo insediamento Rasta in Giamaica e nel mondo. La casa della musica Reggae e della cultura Rastafari. Il territorio venduto ad una multinazionale, comprende anche un insediamento di interesse ed importanza storica come esempio di resistenza contro il colonialismo.

Su questo terreno c'è anche Pinnacle, la culla Rastafari dove nacque la prima comunità auto sufficiente al mondo. Arriva improvvisamente un istanza di sfratto. La comunità dovrebbe abbandonare i luoghi nativi secondo la legge.

Inizia un tam tam sulla rete ed in breve tempo porta la notizia di questa assurda situazione.

La comunità Rasta di tutto il mondo si stringe a se si impegna alla diffusione delle informazioni. Prima una petizione, poi Pinnacle viene occupata.

Non si sfratta una terra simbolo, in questo caso quella del primo Rasta dove a visto crescere la prima comunità Rastafari.

Toccare Pinnacle è una ferita insostenibile anche e culturalmente per la Giamaica stessa che non può perdere un luogo cosi' importante sotto l'aspetto spirituale storico e culturale.

Ricorderete la visita della Nipote qui in Italia per promuove l'iniziativa che troverete sul precedente Portale in Archivio.

 

 

Mercoledì, 20 Maggio 2015 21:03

DOCUMENTARIO- LA LIVITY RASTAFARI – VIDEO 1 ORA

Scritto da

Raccontare il modus vivendi e il cammino annunciato da Marcus Garvey non è semplice e spesso inaccessibile.

Vi presentiamo dunque un ottimo approfondimento. Un documentario lungo un' ora circa sullo stile di vita sempre più seguito nei 4 angoli della terra e promosso nella musica reggae.

Sempre di più, ci addentriamo nella Livity ( crescita spirituale ) Rasta. Il nuovo portale si pone come obbiettivo dare quanto più informazioni possibili per capire meglio ed avere una visione d'insieme.

Ecco che la tradizione orale, grazie alle nuove tecnologie diventa oggi condivisibile a tutti coloro che hanno intenzione di ascoltare e meditare. Basta conoscere l'inglese per addentrarsi in questo mondo fatto non solo di Amore, Rispetto e Unità. Scoprirete molto di più seguendo il bellissimo documentario.

 

 

Documentary  Untold Stories – The Livity of RasTafari

 


La spiritualità Rastafari è nata in Giamaica ma dove precisamente c'è stato il primo focolaio e la prima congregazione di uomini che accettavano una nuova fede ?

Dov'è può essere individuato il primo posto sull'isola ? Qualcuno deve esserselo posto come domanda.

Se è molto chiaro che non è una religione ma una livity, un percorso spirituale che serve per elevarsi. Se la profezia di un Re nero rivelatasi in Haile Selassie, leone di Giuda, fu annunciato da Marcus Garvey, si avverò sull'isola del reggae, allora quale dove si è innescata e cresciuta la prima family?

 

A tutti questi punti interrogativi e domande sembra rispondere questo video che è molto chiaro...

Secondo Bunny Wailer la prima fiamma sembra essere innescata a Trech.

In quegli anni magici, secondo l'ultimo dei tre The Wailer ancora in vita tutto passava per la Yard dove è cresciuto.

Trech Town dunque rappresenterebbe oltre che la Yard identificata dove nacque è crebbe il reggae anche uno dei primi posti se non forse il primo in assoluto dove nacque la prima comunità.

Allora solo Pinnacle fu un altro focolaio ma non così duratura come Tench Town.

Inoltre nella magica Yard divenne un punto di incontro dove oltre alla fede Rastafari, nacquero i primi canti, si incontravano i primi musicisti ispirati che diedero il via poi al Reggae.

La nascita della musica in levare, nata dai Rasta per diffondere il messaggio a chiunque .

Tutto partì dunque da Tench Town?

 

 

Mercoledì, 10 Settembre 2014 00:00

I MARLEY DIFENDONO PINNACLE E SFRATTANO UN ALTRA COMUNITA'

Scritto da
La notizia proviene da Irie Fm, suscita dell'incredulità tanto che l'ha riportata più di una volta. La comunità rasta che vive a Scott’s Pass sarà presto sfrattata. E' stata consegnata una notifica, il sito storico di Clarendon dovrà trovarsi ora una nuova location. Singolare il fatto che lo sfratto sia arrivato pesonalmente anche al cantante Sizzla. Ma l'assurdo è chi il mittente degli avvisi notificati il 20 giugno.
La comunità rasta di Scott’s Pass ha organizzato diverse iniziative diventando una delle più attive negli ultimi anni. Poi arriva la docia fredda. Hanno all'incirca meno di un mese per evacuare il posto.

Secondo Hylton Powell, l'avvocato dalla Bob Marley Foundation, i rasta hanno avuto un mese per evacuare. A ricevere l'avviso di sfratto c'è anche Sizzla.

Il sito di interesse storico e spirituale dovrà andarsene lasciando il posto alla Famiglia Marley ?

Per ora sappiamo solo che la Bob Marley Foundation ha ottento il nullaosta dal giudice per mandare avvisi di sfratto al sito intero di Scott’s Pass

Come sempre seguiremo gli eventuali sviluppi per vedere quali saranno le ragioni di questo sfratto ai rastafariani di Clarendon

Rita Marley, moglie del compianto Robert "Bob" Marley ha notificato ai Ras anziani lo sgombero dei locali di Scott Pass entro il 19 luglio, 2014. A quanto pare però non è ancora avvenuto. La notizia ha suscitato notevoli rumors, la riprendiamo dopo averla pubblicata a suo tempo per capire quali sono le reali condizioni di chi vive in quella terra. C’è molta preoccupazione per gli anziani oltre per il gesto poco onorevole che offusca il nome Marley. Infine nello sfratto c'era anche il nome di Sizzla.
La prima osservazione che viene subito in mente, è chissà se Bob Marley ancora in vita avrebbe permesso lo sfratto di una comunità Rastafariana

La prima domanda e preoccupazione invece è: dove andranno le persone anziane che vivono li ?

I nostri antichi anziani hanno bisogno di cure mediche, soprattutto la nostra amata sorella Ashanti, che è non vedente ha bisogno di un accompagnamento.
Saranno gettati in mezzo alla strada; andranno in una casa per poveri o più semplicemente abbandonati sulla terra fredda, dovranno utilizzare pietre come un cuscino e morire.

Ed i cani ? quelli malati e zoppi vengono portati in un rifugio.
 

Queste le espressioni di chi difende la comunità;
Se noi amiamo Rastafari non dovremmo amare e preoccuparci dei nostri elders ?
I nostri anziani sono esseri umani, oltre ad essere un tesoro di conoscenza, ci saranno programmi a lungo e breve termine ed un piano d'azione per la loro sicurezza e gestione.

Rita e la Marley Family - che si occupa dei suoi affari in occidente può dirci, dove verranno spostati i nostri tesori / Anziani . Dove andranno ???

L’immagine ideologia che Bob Marley rappresenta per la cultura rasta in tutto il mondo, è oggi offuscata da questa situazione. "Anziani Senza Casa" sfrattati dalla comunità Rasta Nyabinghi , in Scott Pass, Manchester, WI

E 'tempo di guardare più in profondità nelle nostre anime e diventare grandi, più grandi di quanto siamo stati, in spirito, in azione e in out-look.

Ci troviamo sulla spalla i nostri antenati. Se abbiamo perso i nostri sensi di valore e la compassione per il nostro popolo, dovremo mettere giù il sole che portiamo sulla nostre spalla e il nostro mondo sarà nelle tenebre. La nostra lealtà finale non è quello di nazione, ma per il nostro prossimo all'interno della comunità umana.

Un’anno terribile che ha segnato la scomparsa di molti artisti del passato ed ora anche di uno dei rasta più rispettati in assoluto in Giamaica. Solo ora si viene a conoscenza che Filmore Alvaranga, un anziano del movimento Rastafari e membro fondatore della Mystic Revelation of Rastafari, è morto il 25 settembre a Kingston. Aveva 91 anni. L’elder lavorò con Leonard Howell e fu presente visito Rastafari in Etiopia.

Cresciuto nella zona est di Kingston, Alvaranga era un Rastafarian impegnato da oltre 70 anni. In un'intervista del 1998 con l'Observer, riferì il suo duro lavoro di pioniere Rasta con Leonard Howell e l'imperatore etiope Haile Selassie che lo ispirò alla fede.

Insieme a 'Count Ossie', Alvaranga fondò un gruppo culturale di tamburi della comunità di Kingston est nel 1944. Il gruppo si unì al percussionista più importante di tutti i tempi e divenne Count Ossie ed i Mystic Revelation of Rastafari, sarà uno dei più influenti della musica giamaicana.

Le loro jam session informali in località Wareika Hills nei primi anni 1950 hanno attirato i migliori musicisti del paese, tra cui il sassofonista Tommy McCook e il trombonista Don Drummond, entrambi poi futuri membri della band dei Skatalites.

The Mystic Revelation of Rastafari suonarono con i Folkes Brothers nella canzone di successo, Oh Carolina, prodotto da Prince Buster nel 1959. Count Ossie morì qualche anno dopo in un incidente d'auto a Kingston nel 1976.
Nel 1961, Alvaranga faceva parte di una missione d'inchiesta per il governo in Africa. Il gruppo, che comprendeva anche Mortimo Planno, ha visitato cinque paesi tra cui Etiopia, dove si sono incontrati con Haile Selassie.

La figlia, Michele Alvaranga, ha detto che suo padre è morto mentre andavano verso l'ospedale pubblico di Kingston. Era stato colpito da un influenza da tre giorni ed era alla ricerca di cure mediche.

Lance HoShing, un membro della comunità rasta, ha detto che il diminutivo Alvaranga era un “ Gigante culturale” .
"Ha impostato le basi per la riparazione e il rimpatrio. L'opera di Filmore Alvaranga deve essere registrata per la generazione più giovane che devono imparare da lui tanto", ha detto HoShing.

"Amava parlare della Bibbia, cultura, Rastafari", ha dichiarato.

Alvaranga ha ricevuto il Premio del Primo Ministro nel 1983 e l'Ordine della Distinzione nel 2009.

Filmore Alvaranga lascia sua moglie Eulalee Brown-Alvaranga, cinque figlie, otto nipoti

 

 


InizioPrec12SuccFine
Pagina 2 di 2