Martedì, 24 Luglio 2018 16:13

REGGAE SUMFEST WORLD SOUND CLASH 2018 - RECENSIONE VIDEO

Scritto da 

In quest' edizione il meglio del meglio dei sound system internazionali. Tony Matterhorn il detentore del titolo sfida a colpi di dubplate al Pier One in Mobay, Ricky Trooper, i giapponesi i Mighty Crown e Pink Panther.

Il pubblico non è quello delle grandi occasioni e come accade solo in Giamaica in pochi ballano.

Come sempre accompagniamo la breve recensione con i vide di tutto lo show per apprezzare al massimo tutte le chune personalizzate.

 

PRIMO ROUND

Apre il primo round Ricky Trooper con diversi killa dubplate e quasi un riddim intero personalizzato, una session costruita molta bene.

Secondo round per Matterhorn il vincitore della passata stagione, punta subito tende a stabilire la sua predominio territoriale , “Nessuno può suonare i suoi artisti e soprattutto quelli di Mobay e dintorni. Il “Mobay Empire” lo definisce il deeejay sua esclusiva ed arriva a breve Tommy Lee. Bella la parte finale con Beres, Marcia e Junior Byles.

Terzo tempo per Mighty Crown, che chiedono silenzio per la loro prima, tra il pubblico si vedono anche bandiere giapponesi. I giapponesi sono una squadra, si vede e sono venuti agguerriti. Subito chiariscono che anche se sono stranieri ne sanno ed hanno vinto di più degli altri in gara stasera.

Pink Panther ultimo del primo round, partono soft, forse anche troppo, qualche attacco deciso me sono i meno incisivi. Le due session centrali a nostro avviso le più interessanti.

 

 

SECONDO ROUND

Dopo la presentazione dei 4 sound nel round di presentazione, parte quello ad eliminazione. 

E' sempre Ricky Trooper ad aprire il match. E' un duro attacco a tutti gli altri con rime offensive come “ i giapponesi usano il sapone e creme sbiancanti, Tony Matheron chiamato Tony cic*man- Medication dei fratelli Marley sicuramente di un altro livello, dopo le offese a iosa. Mavado Sizzla tra le migliori ma l'organizzazione dello show non convonce. Diverse volte va al portatile a controllare,forse cambiare qualcosa. Si capisce che c'è l'ha con i Mighty Crown e contro di loro l'ultima chune.

Anche Tony Matheron ha il dub di Medication ed il vantaggio di poter parlare per secondo. Lo speech di Capleton non è dei più convincenti, si ripeterà poi. Un tributo a Vibez Kartel, e chiama il dub di Kartel. Insiste sul Mobay Empire e Mavado.

Il mic passa ai giapponesi Mighty Crown che si presentano come foreign yardi e black heart sound. Sizzla e Bounty aprono la session. Il ritmo ora è più veloce più veloce ed alla terza tune di Buju, la prima forte reazione dei presenti. Meno speeck e più pezzi uno dopo l'altro. La loro session punta a abbattere il campione in carica, la tattica è chiara, puntare in alto. La miglior esibizione fin ora.

The General is on de stage. Pink Panter parte con Cocoa Tea, Luciano, Richie Spice tutte sullo stesso riddim. Le successive di Sizzla e Bounty non bastano ad infiammare la yard esigente. Non male quella di Buju ma lo show non prende quota e la votazioni non sono molte.

 

TERZO ROUND

Al terzo round non c'è Pink Panter eliminato.

Troopa oltra a Buju caccia Jah Cure eBounty Killa sulla stessa chune non è cosi incisivo e rischia l'eliminazione.

Tony Matheron apre su Troopa ridicolizzandolo, poi parte con lo Ska, per arrivare a Capleton e la gente si fa sentire. Il turno successivo è per i giapponesi. Si è organizzato bene per attaccarli con una serie di speciali incredibili con Benne Man ma eccede con prole irripetibili sulle madri degli avversari. Matheron è un altro show rispetto a Ricky Trooper- Si capisce bene che detiene il titolo nonostante ma lo slackness ed il badness cosi espliciti sono un arma a doppio taglio .

 Mighty Crown mettono subito i chiaro che non gli sono piaciute le offese alla madri. Invocano il rispetto perché non si può arrivare a tanto. Chronixx è il primo di una lunga serie di pezzi di qualità, e Barrington Levy spettacolare subito acclamato dalla massive. Mighty Crownribadiscono che sono i più famosi e suonano ovunque perchè hanno una serie di dub spettacolari e li suonano uno dopo l'altro senza risparmiarsi. Non manca nessuno nella loro raccolta infinita.

 

 

TUNE FI TUNE

Passano al tune fi tune Tony Matheron e Mighty Crown

Questo vide che segue, è da vedere assolutamente senza commento. 

Va vi anticipiamo che Tony Matheron difenderà la scelta di suonare Spice nel round eliminatorio, mai fatto al tune fi tune. naturalmente attaccato dai Giapponesi.  Inspiegabile il silecta di Matheron che se ne va nel mezzo della sfida tutta da vedere.

 

 

 I vincitori del REGGAE SUMFEST WORLD SOUND CLASH 2018 sono i Mighty Crown

 

 

 

 

 

Letto 452 volte