Martedì, 16 Settembre 2014 00:00

MOSTRA DI LEE PERRY: LA MORTE DEL DIAVOLO

Scritto da 

Chi conosce un minimo sul personaggio Lee Perry, sa quanto sia stravagante ed imprevedibile. Ma la sua follia, i suoi travestimenti, gli oggetti che usa e tutti i suoi aggeggini speciali che si incolla in dosso sono arte o solo pazzia ?

Los Angeles la gli dedica un esposizione denominata Visual Culture Art show ed una mostra d’arte aperta al Password Dem una nota galleria. Lee "Scratch" Perry, 77enne vive e lavora tra Einsiedeln in Svizzera ed in Jamaica ed a quanto pare non dedica tutto il tempo solo alla musica.

Famoso per aver dato fuoco alla suo Black ArK studio e venduto tutti i diritti di Marley, Lee Perry ha lavorato prima con Coxone a Studio One e poi da solo. Con “People Funny Boy” and “Run For Cover,” ha "sconvolto" la creazione di una nuova musica nata sull’isola.

L’unico uomo che può essere chiamato The Upsetter è lo stesso che ha cambiato il mud di Bob Marley e The Wailers , dando l’impronta significativa al reggae appena nascente.

Insomma un genio che continua oggi nella forma della sua musica sempre eccentrica, per non parlare delle false divinità , dei nemici di sempre come il Papa e Chris Blackwell, la continua lotta tra male e bene, dove lui si ritiene protagonista.

Così la sua ultima produzione artistica, non è musica ma arte intitolata “La morte di Baphomet (diavolo)”.
Secondo un messaggio registrato da Perry e postato su YouTube, la mostra raffigura la morte del diavolo e il suo burattino Jay-Z “ .

Lee Perry è in guerra con il peccato originale, in combutta con la terra, il cielo, il sole e la neve. “La morte di Baphomet “ presenta 4 stili di output correlati - scritti, incantesimi dipinti, assemblaggi e video. Gli specchi da lui incollati per i suoi cappelli e stivali.

Poi una sorta di crocifisso frantumato apposto con foto di se stesso e ritagli da riviste tedesche. Pietre, noci di cocco e detriti si uniscono per formare un collage di oggetti.

Un volume tipo dizionario degli scritti di Perry pubblicato in un'edizione da questa galleria contiene oltre 1.000 pagine di poesia.

 


Letto 816 volte