Domenica, 26 Febbraio 2017 16:47

DANCEHALL e DAGGERING SOTTO ATTACCO. IL GOVERNO HA IN MENTE QUALCOSA

Scritto da 

Mai nella sua storia, come in questo momento, la Dancehall è sotto un attacco incrociato. Ci riferiamo al lato più esplicito del genere. Se da sempre gli artisti veterani ne hanno preso le distanze fino ad oggi, è il Governo giamaicano che sembra abbia  intenzioni serie nel fare qualcosa per frenare la violenza annessa alla musica.

In ben due interventi ufficiali, partendo dal Primo Ministro Andrew Holness.
Ciò che turba l'opinione pubblica è vederla ballata nelle classi. Il Primo Ministro definisce diseducativo proporre generi così espliciti che si vedono poi imitati dai bambini nelle scuole. Propongono modelli assurdi che si proiettano nelle menti dei nostri figli, aggiunge. Senza mezzi termini dice che il daggering promuove violenza.

Nel secondo intervento  quello del Ministro della Cultura Lisa Hanna  che dichiara inaccettabile che un recluso in carcere come Kartel possa continua a registrare e ad essere trasmesso in radio ( Leggi Articolo)

Non si sono mai allontanati i fantasmi di Gully e Gaza, sotto in un altra forma sono ritornati perché forse la radice è più profonda di quel che si credeva.

Non è la prima volta che il Governo interviene, ricordiamo quando cercò di frenate Movado e Kartel.


In questo momento è alta l'attestazione ed il focus è proprio su ciò che accadrà, visto che da sole le cose non potranno mai migliorare.

 

 

Letto 511 volte