Venerdì, 05 Agosto 2016 08:38

La prevendita dell’Overjam aumenta del 30% con pubblico da 17 paesi

Scritto da 

Il festival reggae apre le porte domenica 14 per preparare il preparty di ferragosto

L’Overjam International Reggae Festival, l’evento italo-sloveno giunto alla quinta edizione che si svolgerà dal 16 al 19 agosto (con preparty il 15 e afterparty il 20) a Tolmin in Slovenia, aprirà le sue porte il 14 con grandi aspettative. La vendita anticipata, che continua ancora fino al 10 agosto, ha registrato infatti lo straordinario incremento del 30% rispetto all'anno scorso e sono stati venduti biglietti in ben 17 paesi: Austria, Belgio, Bosnia ed Erzegovina, Croazia, Francia, Germania, Grecia, Italia, Paesi Bassi, Regno Unito, Serbia, Slovenia, Spagna, Stati Uniti, Svezia e Svizzera.

Ovviamente sarà la musica a farla da padrone, senza limiti di orario e con più di cento artisti che si alterneranno sui vari palchi. Su quello principale, Yellow Stage, si esibiranno martedì 16 Marcia Griffiths, Mungo’s Hi FI con Solo Banton e Lion D; il 17 toccherà invece a Tarrus Riley, Dean Fraser e Alaine, oltre ai friulani Wicked Dub Division ei serbi Mad Red; mentre il 18 sarà il turno di Kabaka Pyramid, Cali P, Soom T e gli Earth Beat Movement; l’ultima sera gran finale con la storica band The Congos, seguiti dal romano Virtus, Stylo G e Assassin aka Agent Sasco.

Dopo i concerti, la musica continuerà fino all’alba sui palchi della spiaggia fluviale, dedicati rispettivamente al dub (Green Stage) e alla dancehall (Red Stage), con sound e selecter come Jamie Rodigan (figlio di Sir David), i giapponesi Yardbeat, King Earthquake, Asher Selector, Bizzarri Sound, Iniman di Caveman Sound, Dubapest, Fleck, Parly B, Moa Anbessa, Roots in Session, Rakka, I-Shence e moltissimi altri.

Inoltre, come novità di quest’anno, sarà possibile godere della migliore musica anche durante il giorno grazie a Jamcoast, spazio in cui dalle 11 del mattino si alterneranno, sempre sulla bellissima spiaggia, vari sound hosted by Freedom Fighters.

Ma non c’è solo la musica: la Overjam University si conferma ancora una volta come lo spazio dedicato al dibattito e alla riflessione, e quest’anno accoglierà quattro incontri:

  • il 16: “Il ruolo dei generi nella società contemporanea slovena”, con rappresentanti del collettivo Rdeče Zore;

  • il 17: “Semi di canapa” con l’organizzazione slovena Hemp Chef;

  • il 18: “Sociologia della guerra - perché combattiamo?”, insieme allo storico Diego Han del Centre of historical research croato, a un secolo dall’inizio della Grande Guerra, in un territorio che ne fu protagonista;

  • il 19: “Come creare integrazione attraverso il cibo” con Chef Rubio: eclettico, indipendente e non convenzionale, farà un intervento 'alla griglia’ per raccontare la sua esperienza di cuoco errante e per parlare della 'Buona cucina' come integrazione e convivialità tra popoli oltre che paradigma di inclusione sociale accessibile a tutti, senza distinzioni.

Confermati anche i workshop sulla spiaggia: yoga, capoeira, artigianato, musica, percussioni, gioielli di canapa, juggling, slackline e dancehall mentre nello spazio dedicato ai più piccoli, Overjam4kidz, non mancheranno le attività multilingue: ginnastica, giochi, workshop, dancehall e molto altro.

Numerosi inoltre i servizi con cui l’Overjam si prende cura del suo pubblico: mercatino, cibo internazionale nei vari stand, bagni e docce accessibili anche ai disabili, punti di acqua potabile gratuita, noleggio di cuffie per proteggere i più piccoli dal rumore, merchandise, sportello bancomat e molto altro. All’interno del campeggio - gratis per tutti coloro che hanno acquistato il biglietto del festival - sarà possibile trovare un infopoint, un punto in cui ricaricare il cellulare e WiFi gratis; è inoltre permesso l’accesso ai cani (ma non in area festival).

I biglietti sono in vendita sul sito ufficiale overjamfestival.com e in oltre 400 punti prevendita al prezzo scontato di 89€ fino al 10 agosto mentre in biglietteria costeranno 105€; i biglietti giornalieri invece costano 25€ in prevendita e 30 sul posto; i minori di 12 anni e gli accompagnatori dei disabili entrano gratis.

Il festival è raggiungibile in treno (con il 50% di sconto per chi acquista il biglietto del festival e del treno nei punti vendita delle ferrovie slovene) o in autubus grazie ai collegamenti con gli aeroporti italiani più vicini (Bergamo, Verona, Treviso e Ronchi dei Legionari) e con la stazione dei treni di Gorizia ma anche dalla Svizzera e dalla Francia. Tutte le informazioni sono disponibili sul sito overjamfestival.com.

Letto 364 volte