Mercoledì, 01 Luglio 2015 10:32

PABLO RASTER - ART OF DUB

Vota questo articolo
(0 Voti)

“Art of Dub” è il primo disco solista da produttore di Pablo Raster, artista umbro già frontman dei RasteR con all’attivo diversi album e tanti live, ora in veste di dubmaster in questo nuovo disco pubblicato da Elastica Records e masterizzato da Simone Squillario.

Undici tracce di un dub più vicino alla matrice elettronica che al rootz, l’album si caratterizza per le diverse collaborazioni come Dan I (Imperial Sound Army)  presente nella prima traccia “Word, Sound and Power”, che strizza l’occhio alle produzioni inglesi (vedi Zion Train).

Altra collaborazione illustre quella con Barry Isaacs che presta la sua voce in “Rejoice”, mentre al campano MrDill Lion Warriah tocca colorare “Love your Life” col suo classico stile rub-a-dub, in una traccia dove il basso pulsa, come nella successiva title track arricchita dalla presenza di Sandro Paradisi.

C’è ne quasi per ogni traccia, Pablo ricama ritmiche incalzanti e calde, mentre si alternano i vari featuring al microfono, vedi ad esempio “An lè Bolè” con Natty Sly oppure “Manipulation” con la fascinosa voce di Valentina Benaglia.

Dopo la dub version di “Manipulation” tocca a tre tracce strumentali, “Barumba”, “Open up your Mind” (che guarda verso oriente) ed “Enemies” , per poi chiudere in bellezza con il violino del polacco Violinbwoy in “Battle of Megiddo”.

Oltre al puro dub delle produzioni di Pablo, l’album viene valorizzato dalla
copertina del disco disegnata da Michael Thompson, artista giamaicano di fama internazionale.

“Art of Dub”, il nome del disco dice già tutto.

 

 

Letto 1049 volte