Domenica, 22 Giugno 2008 00:00

TROPPE MORTI BIANCHE

Vota questo articolo
(0 Voti)

E' straziante immaginare una classe di 36 bambini brutalmente assassinati in Jamaica ogni anno.

Eppure, questo è il numero medio di bambini che vengono uccisi sull’isola, in base ad un calcolo approssimativo dalla “Jamaica Constabulary Force” (JCF) statisticamente sette in ogni 100.000 bimbi jamaicani. Il calcolo si basa sull’ "Istituto statistico della Jamaica" sono stime per il 2007 riguardo il numero di omicidi registrati dalla JCF nel corso dello stesso anno. Secondo queste cifre, non vi sono stati circa 98.6713 persone al di sotto dei 18 anni di età in jamaica dove la popolazione è di quasi 2,7 milioni, di cui 70 bambini sono stati uccisi.

L’attivista per i diritti dei bambini Betty-Ann Blaine non ha avuto problemi ad esportare le cifre. "In ogni società in cui si ha un tasso così elevato di assassini, c’è un alto tasso tra i bambini. In altre parole, vi è una correlazione diretta tra il livello elevato di omicidi tra gli adulti e il livello dei bambini che sono uccisi ", ha detto.

Finora quest'anno, ci sono stati 700 omicidi con un tasso pro capite di 59/100000. In Colombia, uno degli altri due paesi con i quali condivide il triste primato la Giamaica tra i primi tre paesi con il più alto tasso di omicidio, 4000 bambini sono stati uccisi nel 2004. La Colombia ha più di 45 milioni di persone e più di 16 milioni meno di 18 anni.

Ma le associazioni per la difesa dei bambini hanno lanciato un forte allarme come se ci fosse un "nuovo trend" di uccisioni in questo ultimo anno.

Blaine sostiene che vi è una correlazione diretta tra il livello elevato di omicidi tra gli adulti e il livello dei bambini che vengono assassinate.

I dati di cui le forze di polizia dispongono dimostrano che 24 dei 37 omicidi di quest'anno sono stati connessi da bande criminali - altri 10 sono stati classificati come - altri. I primi uccisi in atti di rappresaglia da parte dei membri di bande.

Nancy Anderson di “Jamaicani per la giustizia” (JFJ), per parte sua, ha sottolineato che l’omicidio dei bambini sono stati troppo elevati. C’è bisogno di una migliore protezione.

"Sapete qual è il problema? Abbiamo una cultura della violenza in questo paese e fino a quando non si farà qualcosa, nessuna forza di polizia è in grado di aiutarli "

Nel frattempo, in otto anni e mezzo, periodo fino al 5 giugno di quest'anno dimostra che ci sono stati un totale di 325 bambini uccisi violentemente.

Una delle vittime più recenti è Stacy-Ann Clarke, iresidente da 10-anni a Seaview Gardens, zona di Kingston, che sono stati sparati e uccisi il mese scorso durante un sparatoria nell'area. C'era anche un neonato di 11 mesi assassinato .

Un bambino, come per la definizione delle Nazioni Unite, è chiunque sia al di sotto 18 anni. Tuttavia, fino al 2004, il JCF ha utilizzato come metro di misurazione da 0-15 anni per la sua classificazione quindi potrebbero esserci un forte aumento dei dati statistici.

Un per avvocato per bambini Maria Clarke ha detto le cifre sono state "dolorose" e "deprimenti", i genitori devono insegnare ai bambini, fin dalla giovane età, che i conflitti si devono risolvere amichevolmente. Ha poco senso, ha detto, di fare appello al gli autori di omicidi, molti dei quali capitano durante atti di rappresaglia.

"Questo è stato un anno veramente terribile per i bambini. Nel Mese scorso vi sono stati addirittura uccisi in 12. La polizia vi dirà che è più diffuso in alcune zone e meno in altre , ma in quelle zone ci sembra essere stata alcuna sensibilizzazione ai bambini.
"Il ciclo deve essere spezzato", ha detto.

Le Nazioni Unite (UNICEF) hanno sostenuto che tutto questo è "inaccettabile" e la Jamaica entra a far parte del programma di sviluppo (UNDP) si faranno tutti gli sforzi per frenare la violenza armata di cui soffre attualmente l'intera isola.

In un rapporto dell’UNICEF 2007 intitolato: “L'impatto delle armi di piccolo calibro sui bambini ed adolescenti in America Centrale e nei Carabi” è emerso che in El Salvador, Guatemala, Giamaica e Trinidad & Tobago, 900 bambini sono stati assassinati in un solo anno tra il 2005 e il 2006 in tutti e quattro i territori insieme. Sette cento di essi, sono stati uccisi da armi da fuoco.
L'UNICEF calcola che 403 omicidi di bambini in El Salvador nel 2006, 301 sono stati commessi con armi da fuoco. Per lo stesso anno, 40 in Giamaica con un rapporto inferiore di molto della popolazione. Assassinati brutalmente da armi da fuoco figurano nei 322 incidenti del Guatemala - 418 per il 2005 e in 11 in Trinidad.

"I bambini sono più vulnerabili durante atti di violenza con armi da fuoco rispetto al resto della popolazione,il tasso di omicidi di armi da fuoco rispetto al totale della popolazione, è inaccettabile", afferma il rapporto.

Parte dei motivi per cui sono così vulnerabile in Giamaica, dice Blaine, è che molti di loro giocano per le strade in cui sono spesso esposti alla violenza.

"A volte nessuno vuole volutamente ucciderli, ma sono accidentalmente assassinati perché sono fuori per le strade e qui sono soggetti ad ogni tipo di violenza armata e non. E non sto parlando di bambini di strada, ma i nostri figli che non hanno nulla a che vedere da quelli che vivono emarginati", ha detto.

Per questo motivo, Blaine dice che è stato fatto un programma nazionale “daycare” a stabilire a livello comunitario, quali le zone da designare sicure dove i bambini possano incontrarsi, giocare e socializzare.

Ras Ale Reggae Revolution Crew

Letto 880 volte Ultima modifica il Domenica, 19 Ottobre 2014 10:19