Martedì, 05 Maggio 2015 16:14

LA 3° GANJA MARCH IN GIAMAICA – REPORT

Scritto da 

Grandi speranze dopo la ganja march, così titola uno dei maggiori quotidiani locali.

Facile salire sul carro dei vincitori ? Sicuramente si, in questo caso, in questa edizione boom in segno della vittoria dopo l'approvazione della legge sulla depenalizzazione e dopo centinaia di anni di lotta e persecuzione svanite.

Anche questa terza Ganja March sarà ricordata per il forte messaggio di identificazione della ganja nella cultura RastafarI. Il corteo invece ha avuto come obiettivo quello di raccogliere sostegno per fermare il controllo delle grandi multinazionali. Che il governo tuteli il diritto di nascita. In sostanza si richiede che di riconoscere il diritto la dove è nata.

 

COME E' ANDATA

 Il corteo è l'ultimo tentativo di Bunny Wailer di far luce sui recenti cambiamenti nella legge giamaicana, quanto riguarda l'uso e la produzione di marijuana.

Il percorso è di ben 74 km da Emancipation Square in Spanish Town, Morant Bay fino a St Thomas ricordando la marcia di Paul Bogle del 1865 ora eroe nazionale.

La manifestazione è stata un mezzo per ricordare il 150 ° anniversario della ribellione di Morant Bay, di cui Bogle, un diacono battista è stato ptotagnista.

"Il corteo è stato ben supportato con 40 a 50 veicoli,"

Presenti Bunny Wailer, Denroy Morgan ed alcuni membri dei Mystic Revealers tra gli artisti.

Per i soliti problemi burocratici con le forze dell'ordine, un lungo ritardo ha fatto slittare la partenza

In una precedente intervista Jamaica Observer, Wailer ha affermato che la ganja è inseparabile dalla cultura rastafari. Ha aggiunto che il corteo è quello di raccogliere sostegno per fermare il governo e controllo delle grandi multinazionali che cosa vede come il loro diritto di nascita.

"Ganja è Rasta".

Il 15 aprile, il ministro della Giustizia, il senatore Mark Golding, ha annunciato emendamenti alla Dangerous Drugs Act che depenalizza parzialmente piccole porzioni di ganja per uso ricreativo, religioso o medico.

 

Letto 678 volte