Domenica, 14 Settembre 2014 00:00

GLI ARTISTI CHIEDONO LA CANCELLAZIONE DEI REATI PER GANJA

Scritto da 
La recente decisione del governo sulla depenalizzazione della marijuana è stata una svolta importante per la maggior parte dei giamaicani, ma anche e soprattutto per molti artisti rasta e non, nel settore della musica. Per decenni, sono stati incolpati, arrestati e accusati per possesso di marijuana, a volte anche per una canna mezza bruciata. La conseguenza era l’scrizione del reato nel casellario giudiziario con i relativi problemi che porta per la richiesta di visti ed espatri.
 
Ma ora che finalmente si è compreso il valore di una pianta medica e medicamentosa e è stata varata una legge a favore della depenalizzazione fino a due once. Si sono tralasciati però altri aspetti importanti. La cancellazioni dei reati per piccolo possesso dal casellario giudiziario.

Sono stati proprio gli artisti e musicisti a pagare lo scotto più grave con visti negati segnando negativamente la loro carriera ed hanno chiesto così con forza e vigora la cancellazione per dare slancio anche al settore della musica.

La modifica è giunta ed anche in tempi brevi, il nuovo disegno di legge prevede che molti possono tirare un sospiro di sollievo, persone condannate per reati minori, dovrebbero essere cancellati ed avere una fedina penale pulita.

Luciano The Messanjah, che è stato uno dei tanti a sostenere per la depenalizzazione , dice che è una buona mossa da parte del governo.
"Si tratta di una saggia, decisione a lungo attesa e sono felice. Non ho mai ritenuto la marijuana una droga, quindi accolgo con favore questa decisione."
 
Letto 775 volte