Giovedì, 02 Aprile 2020 09:26

IRIE FM NELLA BUFERA : SI È SPENTA PER 5 ORE MARTEDÌ PER PROTESTA

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

In questi tempi n cui salgono i casi di Covid  in Jamaica e dove si registra il terzo morto sull’isola per virus, la radio è l’unico mezzo per sentire musica. Ma martedì 31 Ottobre improvvisamente IRIE FM è andata off air. Un problema di recezione, un guasto all’impianto di trasmissione ? ….  niente di tutto questo.

La radio numero 1 al mondo, il cui mantra è la promozione di musica roots, reggae  e dancehall è stata spenta volontariamente per ben 5 ore.

Alcuni ascoltatori in FM che quelli che si collegano attraverso la piattaforma a pagamento della stazione hanno riferito che per ore ed ore è stata down.

La causa in uno sciopero interno iniziato proprio martedì sera a seguito della decisione della direzione della stazione radio di licenziare sei lavoratori per ridurre i costi.

Il personale era in trattative con l'Unione Nazionale dei Lavoratori prima dello sciopero. Secondo il supervisore Kirk Fletcher, diversi impiegati avevano concordato dei tagli alle proprie retribuzioni per prevenire i licenziamenti. Tuttavia, la decisione è stata presa unidirezionalmente prima che il sindacato e i lavoratori si riunissero.

 

QUAL E’ LA CAUSA ?

Sembra che i guai finanziari di Irie Fm siano iniziati molti anni fa. Ma due mesi fa si è scoperchiato il vaso di Pandora. Il direttore generale di JACAP, Lydia Rose, ha rivelato che la radio “Roots Rocking Reggae” di St. Ann, deve milioni in royalties non pagate.

Rose ha dichiarato: “La società ci deve 35 milioni di dollari. Il loro problema è che non vogliono rispettare le tariffe in vigore le stesse che stanno pagando le altre stazioni radio. "

JACAP, è una società senza scopo di lucro, che raccoglie diritti d'autore. Il loro compito principale è quello di riscuotere i diritti e pagare i diritti d'autore ai creatori di musica

Il gruppo sostiene il Copyright Act del 1993, tenendo anche conto del Jamaica Copyright Right (Emendamento) Act del 1999, che sostiene i compositori di opere musicali, drammatiche o artistiche originali.

I lavoratori hanno iniziano così lo sciopero dolo dopo i licenziamenti.

IRIE FM non ha bisogno di licenziare il personale in questo momento perché il la stazione guadagna un sacco di soldi e potrebbero fare tagli in altre aree senza tagliare il personale ", ha detto una fonte altamente affidabile a Loop News.

il Ministero del Lavoro è stato informato e ha chiesto di intervenire. Fletcher ha anche affermato che il Ministero del lavoro sta esaminando un'altra questione relativa a ciò che definisce le modifiche unilaterali al regime di assicurazione sanitaria dei lavoratori.

Molti hanno dichiarato vergogna al management proprio in questo momento delicato a causa della loro negligenza.

 

Video

Fonti: Gleaner e Loop News

 

 

Letto 377 volte Ultima modifica il Lunedì, 06 Aprile 2020 21:45